Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

La Bibbia online | TRADUZIONE DEL NUOVO MONDO DELLE SACRE SCRITTURE

Geremia 16:1-21

16  E la parola di Geova continuò a essermi rivolta, dicendo:  “Non ti devi prendere moglie, e non devi avere figli e figlie in questo luogo.+  Poiché questo è ciò che Geova ha detto riguardo ai figli e riguardo alle figlie che nascono in questo luogo, e riguardo alle loro madri che li partoriscono e riguardo ai loro padri che li generano in questo paese:+  ‘Moriranno di morte da malattie.+ Su di essi non si farà lamento,+ né saranno sepolti.+ Diverranno come letame sulla superficie del suolo;+ e perverranno alla fine mediante la spada e mediante la carestia,+ e i loro corpi morti serviranno realmente di pasto alle creature volatili dei cieli e alle bestie della terra’.+  “Poiché Geova ha detto questo: ‘Non entrare nella casa di un banchetto funebre, e non andare a far lamento e non dolerti con loro’.+ “‘Poiché io ho tolto la mia pace da questo popolo’, è l’espressione di Geova, ‘sì, l’amorevole benignità* e le misericordie.+  E certamente moriranno, grandi e piccoli, in questo paese. Non saranno sepolti,+ né la gente si percuoterà per loro, né alcuno si farà incisioni addosso+ o si raderà la testa per loro.+  E non spezzeranno loro del pane a motivo del lutto per confortare qualcuno per il morto;+ né daranno loro da bere il calice di consolazione a motivo del proprio padre e a motivo della propria madre.+  E non devi entrare in nessuna casa di banchetto per sedere con loro a mangiare e a bere’.+  “Poiché Geova degli eserciti, l’Iddio* d’Israele, ha detto questo: ‘Ecco, faccio cessare da questo luogo davanti ai vostri occhi e nei vostri giorni la voce di esultanza e la voce di allegrezza, la voce dello sposo e la voce della sposa’.+ 10  “E deve accadere che, quando dichiari a questo popolo tutte queste parole ed essi realmente ti dicono: ‘A motivo di che cosa Geova ha pronunciato contro di noi tutta questa grande calamità, e qual è il nostro errore e qual è il nostro peccato con cui abbiamo peccato contro Geova nostro Dio?’+ 11  devi anche dire loro: ‘“A motivo del fatto che i vostri padri mi lasciarono”,+ è l’espressione di Geova, “e continuarono ad andare dietro ad altri dèi* e a servirli e a inchinarsi davanti a loro.+ Ma lasciarono me, e non osservarono la mia legge.+ 12  E voi stessi avete agito nelle vostre azioni peggio dei vostri padri,+ ed ecco, camminate ciascuno dietro alla caparbietà+ del suo cattivo cuore non ubbidendomi.+ 13  E certamente vi lancerò fuori di questo paese+ nel paese che né voi stessi né i vostri padri avete conosciuto,+ e là dovrete servire altri dèi+ giorno e notte, perché non vi mostrerò alcun favore”’. 14  “‘Perciò,* ecco, vengono i giorni’,+ è l’espressione di Geova, ‘quando non si dirà più: “Come vive Geova che fece salire i figli d’Israele dal paese d’Egitto!”+ 15  ma: “Come vive Geova che fece salire i figli d’Israele dal paese del nord e da tutti i paesi nei quali li aveva dispersi!” e certamente li ricondurrò al loro suolo, che diedi ai loro antenati’.+ 16  “‘Ecco, mando a [chiamare] molti pescatori’, è l’espressione di Geova, ‘e certamente li pescheranno; e manderò poi a [chiamare] molti cacciatori,+ e certamente li cacceranno da ogni monte e da ogni colle e dalle fenditure delle rupi.+ 17  Poiché i miei occhi sono su tutte le loro vie. Non sono state occultate d’innanzi a me, né il loro errore è stato nascosto di fronte ai miei occhi.+ 18  E, prima di tutto, ripagherò certamente il pieno ammontare* del loro errore+ e del loro peccato, perché hanno profanato il mio paese.+ Con i cadaveri delle loro cose disgustanti e con le loro cose detestabili avevano riempito la mia eredità’”.+ 19  O Geova, mia forza e mia fortezza, e mio luogo di rifugio nel giorno dell’angustia,+ a te le nazioni stesse verranno dalle estremità della terra,*+ e diranno: “Realmente i nostri antenati vennero a possedere assoluta falsità,+ vanità e cose nelle quali non c’era alcun beneficio”.+ 20  Può l’uomo terreno farsi dèi quando non sono dèi?+ 21  “Perciò, ecco, faccio loro conoscere; questa volta farò loro conoscere la mia mano e la mia potenza,+ e dovranno conoscere che il mio nome è Geova”.+

Note in calce

O, “amore leale”.
‘L’Iddio di’: ebr. ʼElohèh.
“Dèi”: ebr. ʼelohìm.
O, “Come risultato”.
O, “il doppio ammontare; il doppio”. Ebr. mishnèh.
“Dalle estremità (dai termini) della terra”: ebr. meʼafseh-ʼàrets. Cfr. 25:31.