Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

La Bibbia online | TRADUZIONE DEL NUOVO MONDO DELLE SACRE SCRITTURE

Geremia 13:1-27

13  Geova mi ha detto questo: “Va,* e devi procurarti una cintura di lino e mettertela sui fianchi, ma non la devi mettere nell’acqua”.  Mi procurai dunque la cintura secondo la parola di Geova e me la misi sui fianchi.  E la parola di Geova mi era rivolta una seconda volta, dicendo:  “Prendi la cintura che ti sei procurata, che è sui tuoi fianchi, e levati, va all’Eufrate,+ e nascondila lì in una fenditura della rupe”.  Andai e la nascosi dunque presso l’Eufrate, proprio come Geova mi aveva comandato.  Ma alla fine di molti giorni avvenne che Geova mi diceva: “Levati, va all’Eufrate e prendi da lì la cintura che ti comandai di nascondervi”.  Andai pertanto all’Eufrate e scavai e presi la cintura dal luogo in cui l’avevo nascosta, ed ecco, la cintura si era rovinata; non serviva a nulla.  Quindi la parola di Geova mi fu rivolta, dicendo:  “Geova ha detto questo: ‘Nello stesso modo ridurrò in rovina l’orgoglio di Giuda+ e l’abbondante orgoglio di Gerusalemme. 10  Questo cattivo popolo che rifiuta di ubbidire alle mie parole,+ che cammina nella caparbietà del suo cuore+ e continua a camminare dietro ad altri dèi* per servirli e per inchinarsi davanti a loro,+ diverrà anche proprio come questa cintura che non serve a nulla’. 11  ‘Poiché proprio come una cintura aderisce ai fianchi di un uomo,* così feci anche aderire a me l’intera casa d’Israele e l’intera casa di Giuda’,+ è l’espressione di Geova, ‘affinché mi divenissero un popolo+ e un nome+ e una lode e qualcosa di bello; ma non ubbidirono’.+ 12  “E devi dire loro questa parola: ‘Geova l’Iddio* d’Israele ha detto questo: “Ogni grossa giara è qualcosa che si riempie di vino”’.+ E certamente ti diranno: ‘Non sappiamo noi positivamente che ogni grossa giara è qualcosa che si riempie di vino?’ 13  E devi dire loro: ‘Geova ha detto questo: “Ecco, riempio di ebbrezza+ tutti gli abitanti di questo paese e i re che siedono per Davide+ sul suo trono e i sacerdoti e i profeti e tutti gli abitanti di Gerusalemme. 14  E certamente li frantumerò l’uno contro l’altro, sia i padri che i figli, nello stesso tempo”,+ è l’espressione di Geova. “Non mostrerò compassione, né proverò commiserazione, e non avrò la misericordia di trattenermi dal ridurli in rovina”’.+ 15  “Udite e prestate orecchio. Non siate superbi,+ poiché Geova stesso ha parlato.+ 16  Date gloria+ a Geova vostro Dio,* prima che egli causi oscurità+ e prima che i vostri piedi urtino l’uno contro l’altro sui monti al crepuscolo.+ E certamente spererete nella luce,+ ed egli in effetti la renderà profonda ombra;+ [la] muterà in fitte tenebre.+ 17  E se non l’udrete,+ in nascondigli la mia anima piangerà a causa dell’orgoglio e positivamente verserà lacrime; e dal mio occhio scenderanno lacrime,+ perché il branco+ di Geova sarà stato portato via in schiavitù. 18  “Dite al re e alla signora:+ ‘Sedetevi in basso,+ poiché dalle vostre teste* certamente verrà giù la vostra corona di bellezza’.+ 19  Le stesse città del sud* sono state chiuse, così che non c’è nessuno che [le] apra. Giuda per intero è stato portato in esilio. È stato portato in esilio al completo.+ 20  “Alza i tuoi* occhi* e vedi quelli che vengono dal nord.+ Dov’è il branco che ti* si diede, il tuo bel gregge?+ 21  Quando uno* rivolgerà l’attenzione a te,+ che dirai, giacché tu stessa hai insegnato loro come ad amici intimi accanto a te all’inizio?+ Non ti prenderanno le doglie stesse, come quelle di una moglie* che partorisce?+ 22  E quando dirai in cuor tuo:+ ‘Perché mi sono accadute queste cose?’+ a causa dell’abbondanza del tuo errore i lembi delle tue [vesti] sono stati tolti come una coperta;+ i tuoi calcagni sono stati trattati con violenza. 23  “Può un cusita*+ cambiare la sua pelle o un leopardo le sue macchie?+ [Allora] voi stessi potreste anche fare il bene, voi che siete ammaestrati a fare il male.+ 24  Li disperderò+ dunque come la stoppia che passa nel vento dal deserto.+ 25  Questa è la tua* sorte, la tua porzione misurata da parte mia”,+ è l’espressione di Geova, “perché mi hai dimenticato+ e continui a confidare nella falsità.+ 26  E io stesso pure solleverò i lembi delle tue [vesti] sulla tua faccia, e il tuo disonore certamente si vedrà,+ 27  i tuoi atti di adulterio+ e i tuoi nitriti,+ la tua condotta dissoluta nella prostituzione. Sui colli, nel campo, ho visto le tue cose disgustanti.+ Guai a te, o Gerusalemme! Non puoi essere pura:+ dopo quanto tempo ancora?”+

Note in calce

Vedi nt. a 2:2, “Va”.
“Dèi”: ebr. ʼelohìm.
“Uomo”: ebr. ʼish.
‘L’Iddio di’: ebr. ʼElohèh, pl.
“Vostro Dio”: ebr. ʼElohehkhèm.
“Dalle vostre teste”, secondo una correzione in armonia con LXXSyVg.
O, “del Negheb”.
“Tuoi”, secondo una correzione in armonia con i LXX; MSyVg, “vostri”.
I LXX aggiungono “o Gerusalemme”.
“Ti”, femm.
O, “egli”. LXX, “essi”.
O, “una donna”.
“Etiope”, LXXVg.
“Tua”, riferito a un soggetto femm.