Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

La Bibbia online | TRADUZIONE DEL NUOVO MONDO DELLE SACRE SCRITTURE

Genesi 5:1-32

5  Questo è il libro della storia* di Adamo. Nel giorno che Dio creò Adamo lo fece a somiglianza di Dio.+  Li creò maschio e femmina.+ Dopo ciò li benedisse e diede loro il nome di Uomo,*+ nel giorno che furono creati.+  E Adamo viveva per centotrent’anni. Quindi generò un figlio a sua somiglianza, a sua immagine, e gli mise nome Set.+  E i giorni di Adamo dopo aver generato Set furono ottocento anni. Nel frattempo generò figli e figlie.+  Tutti i giorni che Adamo visse ammontarono* dunque a novecentotrent’anni e morì.+  E Set viveva per centocinque anni. Quindi generò Enos.+  E dopo aver generato Enos, Set continuò a vivere ottocentosette anni. Nel frattempo generò figli e figlie.  Tutti i giorni di Set ammontarono dunque a novecentododici anni e morì.  Ed Enos viveva per novant’anni. Quindi generò Chenan.+ 10  E dopo aver generato Chenan, Enos continuò a vivere ottocentoquindici anni. Nel frattempo generò figli e figlie. 11  Tutti i giorni di Enos ammontarono dunque a novecentocinque anni e morì. 12  E Chenan viveva per settant’anni. Quindi generò Maalalel.+ 13  E dopo aver generato Maalalel, Chenan continuò a vivere ottocentoquarant’anni. Nel frattempo generò figli e figlie. 14  Tutti i giorni di Chenan ammontarono dunque a novecentodieci anni e morì. 15  E Maalalel viveva per sessantacinque anni. Quindi generò Iared.+ 16  E dopo aver generato Iared, Maalalel continuò a vivere ottocentotrent’anni. Nel frattempo generò figli e figlie. 17  Tutti i giorni di Maalalel ammontarono dunque a ottocentonovantacinque anni e morì. 18  E Iared viveva per centosessantadue anni. Quindi generò Enoc.*+ 19  E dopo aver generato Enoc, Iared continuò a vivere ottocento anni. Nel frattempo generò figli e figlie. 20  Tutti i giorni di Iared ammontarono dunque a novecentosessantadue anni e morì. 21  Ed Enoc viveva per sessantacinque anni. Quindi generò Metusela.+ 22  E dopo aver generato Metusela, Enoc continuò a camminare con* il [vero] Dio* trecento anni. Nel frattempo generò figli e figlie. 23  Tutti i giorni di Enoc ammontarono dunque a trecentosessantacinque anni. 24  Ed Enoc continuò a camminare+ con il [vero] Dio.+ Quindi non fu più, poiché Dio* lo prese.*+ 25  E Metusela viveva per centottantasette anni. Quindi generò Lamec.+ 26  E dopo aver generato Lamec, Metusela continuò a vivere settecentottantadue anni. Nel frattempo generò figli e figlie. 27  Tutti i giorni di Metusela ammontarono dunque a novecentosessantanove anni e morì. 28  E Lamec viveva per centottantadue anni. Quindi generò un figlio. 29  E gli metteva nome Noè,*+ dicendo: “Questi ci recherà conforto dal nostro lavoro e dal dolore delle nostre mani derivante dal suolo che Geova ha maledetto”.+ 30  E dopo aver generato Noè, Lamec continuò a vivere cinquecentonovantacinque anni. Nel frattempo generò figli e figlie. 31  Tutti i giorni di Lamec ammontarono dunque a settecentosettantasette anni e morì. 32  E Noè aveva cinquecento anni. Dopo ciò Noè generò Sem,+ Cam+ e Iafet.+

Note in calce

O, “origini storiche”. Vedi ntt. a 2:4 e Mt 1:1, “storia”.
O, “Adamo”; o, “genere umano”. Ebr. ʼadhàm.
O, “divennero”.
Significa “dedicato, iniziato”. Ebr. Chanòhkh.
“Enoc fu accetto a”, LXX. Cfr. Eb 11:5.
“Il [vero] Dio”: ebr. haʼElohìm, primo caso in cui ʼElohìm, “Dio”, è preceduto dall’articolo determinativo ha, ed è quindi reso “il [vero] Dio”. GK, § 126 e, dichiara: “הָאֱלֹהִים oppure הָאֵל ὁ θεός, il solo vero Dio”. Vedi App. 1F.
“Dio”: ebr. ʼElohìm, senza l’articolo determinativo.
“Perché Dio lo trasferì”, LXX. Cfr. Eb 11:5.
Significa “riposo, consolazione”.