Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

La Bibbia online | TRADUZIONE DEL NUOVO MONDO DELLE SACRE SCRITTURE

Filippesi 4:1-23

4  Quindi, fratelli miei diletti e grandemente desiderati, mia gioia e corona,+ state fermi+ in questo modo nel Signore,* diletti.  Esorto Evodia ed esorto Sintiche ad avere lo stesso pensiero+ nel Signore.  Sì, prego anche te, genuino compagno di giogo,+ continua ad assistere queste [donne] che hanno combattuto a fianco a fianco con me+ nella buona notizia insieme a Clemente come pure al resto dei miei compagni d’opera,+ i cui nomi+ sono nel libro della vita.+  Rallegratevi sempre nel Signore.*+ Una volta ancora dirò: Rallegratevi!+  La vostra ragionevolezza+ divenga nota a tutti gli uomini. Il Signore* è vicino.+  Non siate ansiosi di nulla,+ ma in ogni cosa le vostre richieste siano rese note a Dio+ con preghiera e supplicazione+ insieme a rendimento di grazie;  e la pace+ di Dio che sorpassa ogni pensiero custodirà i vostri cuori+ e le vostre facoltà mentali mediante Cristo Gesù.  Infine, fratelli, tutte le cose* vere, tutte le cose di seria considerazione, tutte le cose giuste, tutte le cose caste,+ tutte le cose amabili,* tutte le cose delle quali si parla bene, se c’è qualche virtù e qualche cosa degna di lode, continuate a considerare queste cose.+  Le cose che avete imparato come pure accettato e udito e visto riguardo a me, praticatele;+ e l’Iddio della pace+ sarà con voi. 10  Certo, mi rallegro grandemente nel Signore* perché ora avete infine ravvivato il vostro pensiero a favore mio,+ a cui veramente pensavate, ma vi mancava l’opportunità. 11  Non che io parli riguardo all’essere nel bisogno, poiché ho imparato, in qualsiasi circostanza mi trovi, ad essere autosufficiente.*+ 12  Io so in realtà come essere a corto [di mezzi],+ so in realtà come avere abbondanza. In ogni cosa e in ogni circostanza ho imparato il segreto sia di essere sazio che di avere fame, sia di avere abbondanza che di essere nel bisogno.+ 13  Per ogni cosa ho forza in virtù di colui che mi impartisce potenza.+ 14  Tuttavia, avete agito bene divenendo partecipi+ con me nella mia tribolazione.+ 15  Infatti, voi filippesi, sapete pure che all’inizio della dichiarazione della buona notizia, quando partii dalla Macedonia, nemmeno una congregazione partecipò con me in quanto al dare e al ricevere, se non voi soli;+ 16  poiché, anche a Tessalonica, una prima e una seconda volta mi mandaste qualcosa per la mia necessità. 17  Non che io cerchi ardentemente il dono,+ ma cerco ardentemente il frutto+ che porta più credito a conto vostro. 18  Comunque, ho appieno ogni cosa e ho abbondanza. Sono sazio, ora che ho ricevuto da Epafrodito+ le cose [inviate] da voi, odore soave,+ sacrificio accettevole,+ gradito a Dio.* 19  A sua volta, il mio Dio+ soddisferà pienamente ogni vostra necessità+ secondo la sua ricchezza+ in gloria mediante Cristo Gesù. 20  Ora al nostro Dio e Padre sia la gloria per i secoli dei secoli.+ Amen. 21  Date i miei saluti+ a ogni santo unito+ a Cristo Gesù. I fratelli che sono con me vi mandano i loro saluti. 22  Tutti i santi, ma specialmente quelli della casa di Cesare,* vi mandano i loro saluti.+ 23  L’immeritata benignità del Signore Gesù Cristo [sia] con lo spirito che voi [mostrate].*+

Note in calce

“Nel Signore”, אABVg; J7,8,13,14,16,24, “in Geova”.
“Nel Signore”, אABVg; J7,8,13,14,16,24, “in Geova”.
“Il Signore”, אABVg; J7,8, “Geova”.
“Tutte le cose”: lett. “quante sono le (cose)”.
Lett. “che suscitano affetto”.
“Nel Signore”, אABVg; J7,8,13,14,16,24, “in Geova”.
O, “contento (soddisfatto)”.
“Dio”, אABVgSyp; J7,8, “Geova”.
O, “dell’imperatore”.
P46אADItVgSyh,pArm terminano con “Amen”; B omette.