Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

La Bibbia online | TRADUZIONE DEL NUOVO MONDO DELLE SACRE SCRITTURE

Ezechiele 45:1-25

45  “‘E quando dividete a sorte il paese come eredità,+ dovete offrire una contribuzione a Geova,+ una porzione santa dal paese;+ in quanto alla lunghezza, venticinquemila [cubiti] di lunghezza, e in quanto alla larghezza, diecimila.*+ Sarà una porzione santa in tutte le sue* linee di confine all’intorno.  Da ciò vi sarà per il luogo santo* cinquecento per cinquecento, quadrato all’intorno;+ e avrà cinquanta cubiti come pascolo da ciascun lato.+  E da questa misura dovresti misurare la lunghezza di venticinquemila e la larghezza di diecimila,* e in essa sarà il santuario,* qualcosa di santissimo.+  Sarà una porzione santa dal paese per gli stessi sacerdoti,+ i ministri del santuario, quelli che si avvicinano per servire Geova.+ E dev’essere per loro un luogo per le case, e un luogo sacro* per il santuario.  “‘Ci saranno venticinquemila di lunghezza e diecimila di larghezza.+ Diverrà dei leviti, i ministri della casa. Come possedimento avranno venti stanze da pranzo.+  “‘E come possedimento della città, darete cinquemila di larghezza e una lunghezza di venticinquemila, esattamente come la contribuzione santa.+ Apparterrà a tutta la casa d’Israele.  “‘E per il capo principale ci sarà da questo lato e da quel lato della contribuzione santa+ e del possedimento della città, al lato della contribuzione santa e al lato del possedimento della città, qualcosa al lato occidentale verso ovest e qualcosa al lato orientale verso est. E la lunghezza sarà esattamente come una delle parti, dalla linea di confine occidentale alla linea di confine orientale.+  Riguardo al paese, diverrà suo come possedimento in Israele. E i miei capi principali non maltratteranno più il mio popolo,+ e daranno il paese alla casa d’Israele secondo le loro tribù’.+  “Il Sovrano Signore Geova ha detto questo: ‘Vi basti, o capi principali d’Israele!’+ “‘Eliminate la violenza e la spoliazione,+ e mettete in pratica diritto e giustizia stessi.+ Togliete le vostre espropriazioni* dal mio popolo’,+ è l’espressione del Sovrano Signore Geova. 10  ‘Dovete avere bilancia accurata ed efa accurata e bat accurato.+ 11  Riguardo all’efa e al bat, non ci dev’essere che una data quantità, perché il bat* porti un decimo di homer* e il decimo dell’homer un’efa;*+ con riferimento all’homer, dev’essere la sua quantità richiesta. 12  E il siclo*+ è venti ghera.*+ Venti sicli, venticinque sicli, quindici sicli dev’essere per voi la mina’. 13  “‘Questa è la contribuzione che dovete offrire, la sesta parte dell’efa dall’homer di frumento, e la sesta parte dell’efa dall’homer d’orzo; 14  e in quanto alla parte dell’olio, c’è il bat d’olio. Il bat è un decimo del cor. Dieci bat sono un homer; perché dieci bat sono un homer. 15  E una pecora dal gregge, da duecento del bestiame* d’Israele,+ per l’offerta di cereali+ e per l’olocausto+ e per i sacrifici di comunione,+ per fare espiazione per loro’,+ è l’espressione del Sovrano Signore Geova. 16  “‘In quanto a tutto il popolo del paese,* saranno responsabili di questa contribuzione+ al capo principale in Israele.+ 17  E al capo principale+ spetteranno gli olocausti+ e l’offerta di cereali+ e la libazione+ durante le feste+ e durante le lune nuove+ e durante i sabati,+ durante tutti i periodi festivi della casa d’Israele.+ Sarà lui a provvedere l’offerta per il peccato e l’offerta di cereali e l’olocausto e i sacrifici di comunione, per fare espiazione a favore della casa d’Israele’. 18  “Il Sovrano Signore Geova ha detto questo: ‘Il primo [mese], il primo [giorno] del mese, devi prendere un giovane toro, figlio della mandria, uno sano,+ e devi purificare il santuario* dal peccato.+ 19  E il sacerdote deve prendere del sangue dell’offerta per il peccato e metterlo sullo stipite*+ della Casa e sui quattro angoli della sporgenza intorno che appartiene all’altare+ e sullo stipite della porta del cortile interno. 20  E in questo modo farai il settimo [giorno] del mese a causa di chiunque* abbia fatto uno sbaglio+ e a causa di qualsiasi inesperto; e dovete fare espiazione per la Casa.+ 21  “‘Il primo [mese], il quattordicesimo giorno del mese, deve avvenire per voi la pasqua.+ Come festa per sette giorni si devono mangiare pani non fermentati.*+ 22  E quel giorno, a suo proprio favore e a favore di tutto il popolo del paese, il capo principale deve provvedere un giovane toro come offerta per il peccato.+ 23  E per i sette giorni della festa+ deve provvedere come olocausto a Geova sette giovani tori e sette montoni, sani, ogni giorno per i sette giorni,+ e come offerta per il peccato un capretto al giorno.+ 24  E come offerta di cereali deve provvedere un’efa per il giovane toro e un’efa per il montone, e, riguardo all’olio, un hin per efa.+ 25  “‘Nel settimo [mese], il quindicesimo giorno del mese, durante la festa,+ deve provvedere queste stesse cose per sette giorni,+ le stesse cose dell’offerta per il peccato, dell’olocausto, e dell’offerta di cereali e dell’olio’”.

Note in calce

“Diecimila”, MTSyVg; LXX, “ventimila”.
“Sue”, femm., riferito a “contribuzione”, femm.
“Il luogo santo”: ebr. haqqòdhesh; gr. hagìasma.
“Diecimila”, MTSyVg; LXXA,B, “ventimila”.
“Il santuario”: ebr. hammiqdàsh.
“E un luogo sacro”: ebr. umiqdàsh; T, “una via lastricata”.
O, “i vostri atti di espulsione”.
Una misura per liquidi che era pari a 22 l e corrispondeva all’efa, una misura per aridi.
Un homer era pari a 220 l.
Un’efa era pari a 22 l.
Un siclo pesava 11,4 g.
Una ghera pesava 0,57 g.
“Bestiame”, con una correzione del M; o forse, per concordare con i LXX, “famiglie”; M, “[paese] ben irrigato”.
Vedi nt. a 7:27.
“Il santuario”: ebr. hammiqdàsh; gr. hàgion; lat. sanctuarium.
‘Stipite di’: ebr. mezuzàth.
O, “a causa dell’individuo [che]”. Ebr. meʼìsh.
O, “pane non lievitato (azzimo)”. Ebr. matstsòhth.