Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

La Bibbia online | TRADUZIONE DEL NUOVO MONDO DELLE SACRE SCRITTURE

Ezechiele 43:1-27

43  Egli mi fece quindi andare alla porta, alla porta che guarda verso oriente.+  Ed ecco, la gloria+ dell’Iddio d’Israele* veniva dalla direzione dell’oriente,+ e la sua voce era simile alla voce di vaste acque;+ e la terra stessa splendé della sua gloria.+  Ed era simile all’aspetto della visione che avevo visto,+ simile alla visione che vidi quando venni* a ridurre in rovina la città;+ e c’erano aspetti simili* all’aspetto* che vidi presso il fiume Chebar,+ e caddi sulla mia faccia.  E la stessa gloria+ di Geova entrò nella Casa per la via della porta la cui facciata era rivolta a oriente.+  E uno spirito* mi sollevava+ e mi portava nel cortile interno, ed ecco, la Casa era piena della gloria di Geova.*+  E udivo qualcuno che mi parlava dalla Casa,+ e [l’]uomo* stesso stava al mio fianco.+  Ed Egli mi diceva: “Figlio dell’uomo,* [questo è]* il luogo del mio trono+ e il luogo delle piante dei miei piedi,+ dove risiederò in mezzo ai figli d’Israele a tempo indefinito;+ ed essi, la casa d’Israele, non contamineranno più il mio santo nome,+ essi e i loro re,+ mediante la loro fornicazione e mediante i cadaveri+ dei loro re alla loro morte,*  mettendo la loro soglia con la mia soglia e il loro stipite accanto al mio stipite, col muro fra me e loro.+ E contaminarono il mio santo nome mediante le loro cose detestabili che fecero,+ così che li sterminai nella mia ira.+  Ora allontanino da me la loro fornicazione+ e i cadaveri dei loro re,+ e certamente risiederò in mezzo a loro a tempo indefinito.+ 10  “In quanto a te, o figlio dell’uomo, informa la casa d’Israele circa la Casa,+ affinché si sentano umiliati a causa dei loro errori,+ e devono misurare il modello. 11  E se effettivamente si sentono umiliati a causa di tutto ciò che hanno fatto, fa realmente conoscere loro la pianta della Casa,+ e la sua disposizione e le sue uscite e le sue entrate, e tutte le sue piante e tutte le sue specificazioni, e tutte le sue piante e tutte le sue leggi e scrivile davanti ai loro occhi, perché ne osservino tutta la pianta e tutte le caratteristiche e in effetti le eseguano.+ 12  Questa è la legge della Casa. In cima al monte il suo intero territorio tutt’intorno è qualcosa di santissimo.+ Ecco, questa è la legge della Casa. 13  “E queste sono le misure dell’altare in cubiti,+ essendo un cubito di un cubito e un palmo.*+ E il [suo] fondo* è di un cubito. E la larghezza è di un cubito. E il suo bordo è sul suo labbro all’intorno, di una spanna. E questa è la base dell’altare. 14  E dal fondo sul pavimento alla sporgenza inferiore che lo circonda ci sono due cubiti, e la larghezza è di un cubito. E dalla sporgenza piccola che lo circonda alla sporgenza grande che lo circonda ci sono quattro cubiti, e la [sua] larghezza è di un cubito. 15  E il focolare dell’altare è di quattro cubiti, e dal focolare dell’altare in su ci sono quattro corni.+ 16  E il focolare dell’altare è di dodici [cubiti] di lunghezza, con dodici [cubiti] di larghezza,+ quadrato ai suoi quattro lati.+ 17  E la sporgenza che lo circonda è di quattordici [cubiti] di lunghezza, con quattordici [cubiti] di larghezza, ai suoi quattro lati; e il bordo che lo circonda è di mezzo cubito, e il suo fondo è di un cubito all’intorno. “E i suoi* gradini guardano a oriente”. 18  E mi diceva: “Figlio dell’uomo, il Sovrano Signore Geova ha detto questo: ‘Questi sono gli statuti dell’altare il giorno che si farà, per offrirvi sopra gli olocausti+ e aspergervi sopra il sangue’.+ 19  “‘E devi dare ai sacerdoti levitici,+ che sono della progenie* di Zadoc,+ quelli che si accostano a me’,+ è l’espressione del Sovrano Signore Geova, ‘per servirmi, un giovane toro, figlio della mandria, come offerta per il peccato.+ 20  E devi prendere del suo sangue e metter[lo] sui suoi quattro corni e sui quattro angoli della sporgenza che lo circonda e sul bordo all’intorno e purificarlo dal peccato+ e fare espiazione per esso.+ 21  E devi prendere il giovane toro, l’offerta per il peccato, e lo si deve bruciare nel luogo stabilito della Casa, fuori del santuario.+ 22  E il secondo giorno avvicinerai un capretto, uno sano, come offerta per il peccato; e devono purificare l’altare dal peccato come [lo] hanno purificato dal peccato con il giovane toro’. 23  “‘Quando avrai posto fine alla purificazione dal peccato avvicinerai un giovane toro, figlio della mandria, uno sano, e un montone dal gregge, uno sano. 24  E li devi avvicinare dinanzi a Geova, e i sacerdoti devono gettare su di loro del sale e offrirli+ come olocausto a Geova. 25  Per sette giorni offrirai un capro come offerta per il peccato per il giorno;+ e offriranno un giovane toro, figlio della mandria, e un montone dal gregge, perfetti. 26  Per sette giorni faranno espiazione+ per l’altare, e lo devono purificare e collocare al suo posto.* 27  E compiranno i giorni. E deve avvenire l’ottavo giorno+ e da allora in poi che i sacerdoti offriranno sull’altare i vostri olocausti e i vostri sacrifici di comunione; e certamente mi compiacerò di voi’,+ è l’espressione del Sovrano Signore Geova”.

Note in calce

“La gloria dell’Iddio d’Israele”: ebr. kevòhdh ʼElohèh Yisraʼèl.
“Quando venni”, M; ThVg e sei mss. ebr., “quando venne”; T, “quando profetizzai per rendere [la città] desolata”.
“C’erano aspetti simili”, M; LXX, “la visione del carro che io vidi (era) simile”.
O, “alla visione”.
“Uno spirito”: ebr. rùach; gr. pnèuma; lat. spiritus.
O, “la gloria di Geova riempì la Casa”.
“E [l’]uomo”: ebr. weʼìsh.
O, “uomo terreno”. Ebr. ʼadhàm.
“Questo è”, T; LXX, “hai visto”; ma il M ha solo il segnacaso dell’accusativo per la parola che segue.
“Alla loro morte”, TTh e circa 20 mss. ed ed. ebr.; M, “i loro alti luoghi”; LXX, “in mezzo a loro”.
Vedi nt. a 40:5, “palmo”.
O, “canale per il sangue”; o, “zoccolo”.
“Suoi”, masch., riferito all’altare.
Lett. “seme”.
Lett. “riempire la sua mano”. Cfr. nt. a 2Cr 13:9, “potere”.