Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

La Bibbia online | TRADUZIONE DEL NUOVO MONDO DELLE SACRE SCRITTURE

Ezechiele 4:1-17

4  “E tu, o figlio dell’uomo, prenditi un mattone, e te lo devi mettere davanti e scolpirvi sopra una città, sì, Gerusalemme.+  E devi porre l’assedio contro di essa+ ed edificare un muro d’assedio contro di essa+ ed elevare* un bastione d’assedio contro di essa+ e porre accampamenti contro di essa e porre contro di essa arieti tutt’intorno.+  E in quanto a te, prenditi una teglia di ferro, e la devi mettere come un muro di ferro fra te e la città, e devi volgere fermamente la tua faccia contro di essa, e dev’essere assediata, e la devi assediare. È un segno per la casa d’Israele.+  “E in quanto a te, giaci sul tuo fianco sinistro, e devi porre su di esso l’errore della casa d’Israele.+ Per il numero dei giorni che giacerai su di esso porterai il loro errore.  E io stesso ti devo dare gli anni del loro errore+ fino al numero di trecentonovanta giorni,+ e devi portare l’errore della casa d’Israele.  E li devi compiere. “E la seconda volta devi giacere sul tuo fianco destro, e devi portare l’errore della casa di Giuda per quaranta giorni.+ Un giorno per un anno, un giorno per un anno, ti ho dato.+  E all’assedio di Gerusalemme volgerai la tua faccia,+ col tuo braccio denudato, e dovrai profetizzare contro di essa.  “Ed ecco, certamente metterò funi+ su di te affinché non ti volti da un fianco all’altro, finché non avrai compiuto i giorni del tuo assedio.  “E in quanto a te, prenditi frumento+ e orzo e fave+ e lenticchie+ e miglio e spelta,+ e devi metterli in un solo utensile e fartene pane,* per il numero dei giorni che giacerai sul tuo fianco; per trecentonovanta giorni lo mangerai.+ 10  E il tuo cibo che mangerai sarà a peso, venti sicli al giorno.+ Lo mangerai di tempo in tempo. 11  “E berrai acqua semplicemente a misura, la sesta parte di un hin.* Berrai di tempo in tempo. 12  “E lo mangerai come focaccia rotonda d’orzo;+ e in quanto ad essa, la cuocerai su pezzi di sterco di escrementi+ del genere umano* davanti ai loro occhi”. 13  E Geova proseguì, dicendo: “Proprio così i figli d’Israele mangeranno il loro pane impuro+ fra le nazioni alle quali li disperderò”.+ 14  E dicevo: “Ohimè, o Sovrano Signore Geova! Ecco, la mia anima non è contaminata;+ né dalla mia giovinezza ho mangiato un corpo [già] morto né un animale sbranato,+ nemmeno fino ad ora, e nella mia bocca non è entrata carne immonda”.+ 15  Pertanto mi disse: “Vedi, ti ho dato letame di bovini invece dei pezzi di sterco del genere umano, e su di esso devi fare il tuo pane”. 16  E continuò a dirmi: “Figlio dell’uomo, ecco, rompo le verghe alle quali si sospendono pani a ciambella,*+ in Gerusalemme, e dovranno mangiare pane a peso e con ansiosa cura,+ e a misura e con orrore berranno la stessa acqua,+ 17  con l’intento che manchino loro pane e acqua e si guardino gli uni gli altri con stupore e marciscano nel loro errore.+

Note in calce

Lett. “versare”.
O, “cibo”.
Un hin era pari a 3,67 l.
‘Il genere umano’: lett. “l’uomo terreno”. Ebr. haʼadhàm.
Lett. “la verga del pane”.