Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

La Bibbia online | TRADUZIONE DEL NUOVO MONDO DELLE SACRE SCRITTURE

Ezechiele 37:1-28

37  La mano di Geova fu su di me,+ così che egli mi portò nello spirito* di Geova+ e mi posò in mezzo alla pianura della valle, ed era piena di ossa.+  E mi fece passare vicino ad esse tutt’intorno, ed ecco, ce n’erano moltissime sulla superficie della pianura della valle, ed ecco, erano molto secche.+  Ed egli mi diceva: “Figlio dell’uomo, possono queste ossa tornare a vivere?” A ciò dissi: “Sovrano Signore Geova, tu stesso lo sai bene”.+  Ed egli proseguì, dicendomi: “Profetizza su queste ossa, e devi dir loro: ‘O ossa secche, udite la parola di Geova:  “‘Questo è ciò che il Sovrano Signore Geova ha detto a queste ossa: “Ecco, faccio entrare in voi l’alito,* e dovrete tornare a vivere.+  E certamente metterò su di voi i tendini e sopra di voi farò venire la carne, e certamente vi rivestirò di pelle e metterò in voi l’alito, e dovrete tornare a vivere;+ e dovrete conoscere che io sono Geova”’”.+  E profetizzai proprio come mi era stato comandato.+ E appena ebbi profetizzato si faceva un suono, ed ecco, c’era uno strepito, e le ossa si avvicinavano, [ogni] osso al suo osso.  E vidi, ed ecco, su di loro salirono i tendini stessi e la carne stessa e di sopra si rivestivano di pelle. Ma riguardo all’alito, non ce n’era in loro.  Ed egli mi diceva: “Profetizza al vento.* Profetizza, o figlio dell’uomo, e devi dire al vento: ‘Il Sovrano Signore Geova ha detto questo: “Dai quattro venti vieni, o vento, e soffia su questi uccisi,+ affinché tornino a vivere”’”.+ 10  E profetizzai proprio come mi era stato comandato, e l’alito entrava in loro, e vivevano e stavano in piedi,+ forze militari molto, molto grandi. 11  E mi diceva: “Figlio dell’uomo, riguardo a queste ossa, sono l’intera casa d’Israele.+ Ecco, dicono: ‘Le nostre ossa son divenute secche, e la nostra speranza è perita.+ Siamo stati recisi a noi stessi’. 12  Perciò profetizza, e devi dire loro: ‘Il Sovrano Signore Geova ha detto questo: “Ecco, apro i vostri luoghi di sepoltura,+ e certamente vi trarrò fuori dai vostri luoghi di sepoltura, o popolo mio, e vi condurrò sul suolo d’Israele.+ 13  E dovrete conoscere che io sono Geova quando avrò aperto i vostri luoghi di sepoltura e quando vi avrò tratto fuori dai vostri luoghi di sepoltura, o popolo mio”’.+ 14  ‘E certamente metterò in voi il mio spirito,* e dovrete tornare a vivere,+ e certamente vi porrò sul vostro suolo; e dovrete conoscere che io, Geova, ho parlato e ho fatto’, è l’espressione di Geova”.+ 15  E la parola di Geova continuò a essermi rivolta, dicendo: 16  “E in quanto a te, o figlio dell’uomo, prenditi una bacchetta+ e scrivici sopra: ‘Per Giuda e per i figli d’Israele suoi compagni’.*+ E prenditi un’altra bacchetta e scrivici sopra: ‘Per Giuseppe, la bacchetta di Efraim,+ e tutta la casa d’Israele suoi compagni’.+ 17  E falle avvicinare l’una all’altra come una sola bacchetta per te stesso, e realmente diverranno proprio una sola nella tua mano.+ 18  E quando i figli del tuo popolo cominciano a dirti: ‘Non ci dirai che significano per te queste cose?’+ 19  parla loro: ‘Il Sovrano Signore Geova ha detto questo: “Ecco, prendo la bacchetta di Giuseppe, che è nella mano di Efraim, e le tribù d’Israele sue compagne, e certamente le metterò su di essa, cioè* la bacchetta di Giuda, e realmente ne farò una sola bacchetta,+ e dovranno divenire uno nella mia mano”’. 20  E le bacchette sulle quali scrivi devono essere nella tua mano davanti ai loro occhi.+ 21  “E parla loro: ‘Il Sovrano Signore Geova ha detto questo: “Ecco, prendo i figli d’Israele di fra le nazioni alle quali sono andati, e certamente li radunerò da tutt’intorno e li condurrò al loro suolo.+ 22  E realmente ne farò una sola nazione nel paese,+ sui monti d’Israele, e un solo re è ciò che tutti avranno come re,+ e non continueranno più ad essere due nazioni, né saranno più divisi in due regni.+ 23  E non si contamineranno più con i loro idoli di letame e con le loro cose disgustanti e con tutte le loro trasgressioni;+ e certamente li salverò da tutti i loro luoghi di dimora* nei quali han peccato, e certamente li purificherò,+ e dovranno divenire il mio popolo, e io stesso diverrò il loro Dio.*+ 24  “‘“E il mio servitore Davide sarà re su di loro,+ e un solo pastore è ciò che tutti avranno;+ e cammineranno nelle mie decisioni giudiziarie,+ e osserveranno i miei statuti,+ e certamente li eseguiranno.+ 25  E realmente dimoreranno nel paese che diedi al mio servitore, a Giacobbe, in cui dimorarono i vostri antenati,+ e in effetti vi dimoreranno,+ essi e i loro figli e i figli dei loro figli a tempo indefinito,+ e Davide mio servitore sarà il loro capo principale* a tempo indefinito.+ 26  “‘“E certamente concluderò con loro un patto di pace;+ un patto di durata indefinita è ciò che vi sarà con loro.+ E certamente li porrò e li moltiplicherò+ e porrò in mezzo a loro il mio santuario a tempo indefinito.+ 27  E il mio tabernacolo sarà realmente su di loro,+ e certamente diverrò il loro Dio, ed essi stessi diverranno il mio popolo.+ 28  E le nazioni dovranno conoscere che io, Geova,+ santifico Israele quando il mio santuario sarà in mezzo a loro a tempo indefinito”’”.+

Note in calce

“Nello spirito di”: ebr. verùach. Vedi nt. a Ge 1:2, “forza attiva”.
“Alito”: ebr. rùach. Vedi nt. a Ge 1:2, “forza attiva”.
‘Il vento’: ebr. harùach. Vedi nt. a Ge 1:2, “forza attiva”.
“Il mio spirito”: ebr. ruchì.
“Suoi compagni”, MmargineTLXXSyVg; M, “suo compagno”.
“Cioè”: o, “con”.
“Atti d’illegalità”, LXX; Sym, “apostasie”.
Lett. “per loro come Dio”. Ebr. lahèm lEʼlohìm.
O, “nasì”. Ebr. nasìʼ; gr. àrkhon; lat. princeps.