Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

La Bibbia online | TRADUZIONE DEL NUOVO MONDO DELLE SACRE SCRITTURE

Ezechiele 36:1-38

36  “E in quanto a te, o figlio dell’uomo, profetizza riguardo ai monti d’Israele, e devi dire: ‘O monti d’Israele,+ udite la parola di Geova.  Il Sovrano Signore Geova ha detto questo: “Per la ragione che il nemico ha detto contro di voi:+ ‘Aha! Perfino gli alti luoghi dei tempi antichi,+ come possedimento ciò è divenuto nostro!’”’+  “Perciò profetizza, e devi dire: ‘Il Sovrano Signore Geova ha detto questo: “Per la ragione, sì, per la ragione che c’è stato un rendervi desolati+ e un divorarvi da ogni parte,+ affinché diveniste un possedimento dei rimanenti delle nazioni,+ e si continua a parlare di voi con la lingua+ e fra la gente c’è una notizia malevola,+  perciò, o monti d’Israele,+ udite la parola del Sovrano Signore Geova! Questo è ciò che il Sovrano Signore Geova ha detto ai monti e ai colli, ai letti dei corsi d’acqua e alle valli e ai luoghi devastati che furono resi desolati+ e alle città abbandonate che son divenute per la preda e per lo scherno ai rimanenti delle nazioni che sono all’intorno;+  perciò il Sovrano Signore Geova ha detto questo: ‘Dovrò certo parlare nel fuoco del mio zelo+ contro i rimanenti delle nazioni e contro Edom, tutto quanto,+ quelli che si sono dati il mio paese come possedimento con l’allegrezza di tutto il cuore,+ col disprezzo nell’anima,+ a motivo del suo pascolo [e] per la preda’”’.+  “Perciò profetizza riguardo al suolo d’Israele, e devi dire ai monti e ai colli, ai letti dei corsi d’acqua e alle valli: ‘Il Sovrano Signore Geova ha detto questo: “Ecco, io stesso nel mio zelo e nel mio furore devo parlare, per la ragione che avete portato l’umiliazione delle nazioni”’.+  “Perciò il Sovrano Signore Geova ha detto questo: ‘Io stesso ho alzato la mia mano [in giuramento]+ che le nazioni che avete all’intorno, esse stesse porteranno la loro propria umiliazione.+  E voi stessi, o monti d’Israele, emetterete i vostri propri rami e porterete il vostro proprio frutto per il mio popolo Israele,+ poiché si sono avvicinati al punto di entrare.+  Poiché, ecco, io sono a vostro favore, e certamente mi volgerò verso di voi,+ e voi sarete davvero coltivati e seminati con seme.+ 10  E certamente moltiplicherò su di voi il genere umano,* l’intera casa d’Israele, tutta quanta,+ e le città dovranno divenire abitate,+ e gli stessi luoghi devastati saranno riedificati.+ 11  Sì, certamente moltiplicherò su di voi il genere umano e gli animali,+ e certamente si moltiplicheranno e diverranno fecondi, e realmente farò sì che siate abitati come nella vostra condizione precedente+ e farò più bene che nel vostro stato iniziale;+ e dovrete conoscere che io sono Geova.+ 12  E su di voi farò certamente camminare il genere umano, sì, il mio popolo Israele, e dovranno prendere possesso di voi,*+ e dovrete divenire per loro un possedimento ereditario,+ e non li priverete+ più di figli’”. 13  “Il Sovrano Signore Geova ha detto questo: ‘Per la ragione che ci sono quelli che vi dicono: “Tu stesso sei un divoratore del genere umano, e sei divenuto [un paese]* che privi le tue nazioni di figli”’,+ 14  ‘perciò non divorerai più il genere umano,+ e non priverai più di figli*+ le tue nazioni’, è l’espressione del Sovrano Signore Geova. 15  ‘E non farò più udire nessun discorso umiliante delle nazioni riguardo a te,+ e non porterai più il biasimo dei popoli,+ e non farai più inciampare le tue nazioni’, è l’espressione del Sovrano Signore Geova”. 16  E la parola di Geova continuò a essermi rivolta, dicendo: 17  “Figlio dell’uomo, la casa d’Israele dimorava sul suo suolo, e continuava a renderlo impuro col suo modo di procedere e con le sue azioni.+ La loro via è divenuta dinanzi a me simile all’impurità della mestruazione.+ 18  E versavo su di loro il mio furore a causa del sangue che avevano versato sul paese,+ il quale avevano reso impuro con i loro idoli di letame.+ 19  E li spargevo fra le nazioni, così che erano dispersi fra i paesi.+ Li giudicai secondo il loro modo di procedere e secondo le loro azioni.+ 20  Così entrarono* nelle nazioni dove entrarono, e la gente profanava* il mio santo nome,+ dicendo riguardo a loro: ‘Questi sono il popolo di Geova, e sono usciti dal suo paese’.+ 21  E avrò compassione del mio santo nome, che la casa d’Israele ha profanato fra le nazioni dove sono entrati”.+ 22  “Perciò di’ alla casa d’Israele: ‘Il Sovrano Signore Geova ha detto questo: “Non [lo] faccio per amore vostro, o casa d’Israele, ma per il mio santo nome, che voi avete profanato fra le nazioni dove siete andati”’.+ 23  ‘E certamente santificherò* il mio grande nome,+ che era profanato fra le nazioni, che voi avete profanato in mezzo a loro; e le nazioni dovranno conoscere che io sono Geova’,+ è l’espressione del Sovrano Signore Geova, ‘quando mi sarò santificato fra voi davanti ai loro occhi.+ 24  E certamente vi prenderò dalle nazioni e vi radunerò da tutti i paesi e vi condurrò al vostro suolo.+ 25  E certamente aspergerò su di voi acqua pura, e diverrete puri;+ vi purificherò da tutte le vostre impurità+ e da tutti i vostri idoli di letame.+ 26  E certamente vi darò un cuore nuovo,+ e metterò dentro di voi uno spirito nuovo,+ e certamente toglierò dalla vostra carne il cuore di pietra e vi darò un cuore di carne.+ 27  E metterò dentro di voi il mio spirito,+ e certamente agirò in modo che camminerete nei miei regolamenti,+ e osserverete e di sicuro eseguirete le mie decisioni giudiziarie.+ 28  E certamente dimorerete nel paese che diedi ai vostri antenati,+ e dovrete divenire il mio popolo e io stesso diverrò il vostro Dio’.*+ 29  “‘E certamente vi salverò da tutte le vostre impurità+ e chiamerò il grano e lo farò abbondare, e non metterò su di voi nessuna carestia.+ 30  E certamente farò abbondare i frutti dell’albero, e il prodotto del campo, affinché non riceviate più fra le nazioni il biasimo della carestia.+ 31  E vi dovrete ricordare delle vostre cattive vie e delle vostre azioni che non erano buone,+ e dovrete provare nausea della vostra propria persona a causa dei vostri errori e a causa delle vostre cose detestabili.+ 32  Non per amore vostro faccio [questo]’,+ è l’espressione del Sovrano Signore Geova, ‘vi sia noto. Vergognatevi e provate umiliazione a causa delle vostre vie, o casa d’Israele’.+ 33  “Il Sovrano Signore Geova ha detto questo: ‘Nel giorno in cui vi purificherò da tutti i vostri errori certamente farò anche abitare le città,+ e i luoghi devastati dovranno essere riedificati.+ 34  E lo stesso paese desolato sarà coltivato, mentre era divenuto una distesa desolata davanti agli occhi di ogni passante.+ 35  E la gente certamente dirà: “Quel paese là che era desolato è divenuto simile al giardino* di Eden,+ e le città che erano un deserto e che erano state rese desolate e che eran demolite sono fortificate; son divenute abitate”.+ 36  E le nazioni che vi saranno lasciate rimanere all’intorno dovranno conoscere che io stesso, Geova, ho edificato le cose demolite,+ ho piantato ciò che era stato reso desolato. Io stesso, Geova, ho parlato e ho fatto’.+ 37  “Il Sovrano Signore Geova ha detto questo: ‘Mi farò ricercare dalla casa d’Israele per fare loro questo:+ Li moltiplicherò di uomini*+ come un gregge. 38  Come un gregge di persone sante, come il gregge di Gerusalemme nei suoi periodi festivi,+ così le città che erano state un deserto saranno piene di un gregge di uomini;+ e dovranno conoscere che io sono Geova’”.

Note in calce

O, “uomini terreni”. Ebr. ʼadhàm; lat. homines.
“Voi”, LXXSy; MTVg, “te”.
Lett. “una”, femm., riferito al paese, femm.
“Priverai . . . di figli”, MmargineLXXSy e molti mss. ebr.; M, “farai inciampare”.
“Entrarono”, TLXXSyVg e alcuni mss. ebr.; M, “egli (esso) entrò”.
Lett. “ed essi profanavano”.
O, “E certamente riterrò sacro (tratterò come santo)”. Ebr. weqiddashtì; gr. hagiàso; lat. sanctificabo.
Lett. “per voi come Dio”. Ebr. lakhèm lEʼlohìm.
“Simile al giardino”: ebr. keghàn; sir. pardaisaʼ, “il paradiso”.
O, “genere umano”. Ebr. ʼadhàm; lat. hominum.