Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

La Bibbia online | TRADUZIONE DEL NUOVO MONDO DELLE SACRE SCRITTURE

Ezechiele 26:1-21

26  E avvenne nell’undicesimo anno, il primo [giorno] del mese, che la parola di Geova mi fu rivolta, dicendo:  “Figlio dell’uomo, per la ragione che Tiro+ ha detto contro Gerusalemme:+ ‘Aha! È stata fiaccata,+ le porte* dei popoli!+ La tendenza sarà certamente verso di me. Sarò piena: essa è stata devastata’,+  perciò il Sovrano Signore Geova ha detto questo: ‘Eccomi contro di te, o Tiro, e certamente farò salire contro di te molte nazioni,+ proprio come il mare fa salire le sue onde.+  E certamente ridurranno in rovina le mura di Tiro+ e ne demoliranno le torri,+ e certamente raschierò via da lei la sua polvere e ne farò una lucida e nuda superficie di rupe.  Essa diverrà un luogo per asciugare le reti a strascico+ in mezzo al mare’.+ “‘Poiché io stesso ho parlato’, è l’espressione del Sovrano Signore Geova, ‘ed essa deve divenire oggetto di preda per le nazioni.  E le sue borgate dipendenti* che sono nel campo saranno uccise con la spada, e dovranno conoscere che io sono Geova’.+  “Poiché il Sovrano Signore Geova ha detto questo: ‘Ecco, faccio venire dal nord contro Tiro Nabucodorosor re di Babilonia,*+ un re di re,+ con cavalli+ e carri da guerra+ e cavalieri e una congregazione,+ sì, un popolo numeroso.  Le tue* borgate dipendenti nel campo le ucciderà con la spada, e dovrà fare contro di te un muro d’assedio ed elevare contro di te un bastione d’assedio+ e alzare contro di te uno scudo grande;  e dirigerà contro le tue mura il colpo della sua macchina d’assalto, e abbatterà le tue torri, con le sue spade. 10  Per l’ondeggiante massa dei suoi cavalli la loro polvere ti coprirà.+ Per il suono del cavaliere e della ruota e del carro da guerra le tue mura sobbalzeranno, quando egli entrerà per le tue porte, come si entra in una città dove sono state aperte delle brecce. 11  Con gli zoccoli dei suoi cavalli calpesterà tutte le tue vie.+ Ucciderà il tuo popolo con la spada, e le tue proprie colonne di forza cadranno* a terra. 12  E certamente spoglieranno le tue risorse+ e prederanno il tuo commercio,+ e demoliranno le tue mura, e abbatteranno le tue case desiderabili. E porranno le tue pietre e il tuo legname e la tua polvere proprio in mezzo all’acqua’. 13  “‘E certamente farò cessare lo strepito del tuo canto,+ e non si udrà più il medesimo suono delle tue arpe.+ 14  E certamente farò di te una lucida e nuda superficie di rupe.+ Diverrai un luogo per asciugare le reti a strascico.+ Non sarai mai riedificata; poiché io stesso, Geova, ho parlato’, è l’espressione del Sovrano Signore Geova.+ 15  “Questo è ciò che il Sovrano Signore Geova ha detto a Tiro: ‘Al suono della tua caduta, quando il ferito a morte geme, quando c’è un’uccisione con strage in mezzo a te, non sobbalzeranno le isole?*+ 16  E dai loro troni+ tutti i capi principali del mare certamente scenderanno+ e si toglieranno i loro manti senza maniche, e si spoglieranno delle loro proprie vesti ricamate. Si vestiranno di tremiti. Sederanno a terra,+ e certamente tremeranno in ogni momento+ e si stupiranno di te. 17  E dovranno innalzare su di te un canto funebre+ e dirti: “‘“Come sei perita, tu che eri abitata dai mari,*+ o città lodata, che divenne forte nel mare,+ essa e quelli che l’abitavano, quelli che incutevano terrore a tutti gli abitanti [della terra]!* 18  Ora le isole tremeranno nel giorno della tua caduta. E le isole che sono nel mare si devono turbare per la tua uscita”’.+ 19  “Poiché il Sovrano Signore Geova ha detto questo: ‘Quando farò di te una città devastata, come le città che realmente non sono abitate, quando porterò su di te le acque dell’abisso,* e le vaste acque ti avranno coperto,+ 20  certamente ti farò anche scendere con quelli che scendono nella fossa al popolo di molto tempo fa,+ e certamente ti farò dimorare nel paese più basso,+ come i luoghi per lungo tempo devastati, con quelli che scendono nella fossa,+ perché tu non sia abitata; e certamente metterò l’adornamento nel paese dei viventi.+ 21  “‘Farò di te improvvisi terrori,+ e non sarai; e sarai cercata,+ ma non sarai più trovata a tempo indefinito’,+ è l’espressione del Sovrano Signore Geova”.

Note in calce

O, “i battenti di una porta”, M; T, “la mercantessa”.
Vedi nt. a 16:46.
“Babilonia”, LXXVg; MTSy, “Babele”.
“Tue”, femm., riferito a “Tiro”.
“Cadranno”, MVg; TLXXSy, “egli abbatterà”.
O, “i paesi costieri”.
Secondo il M; Sy, “o abitatrice dei mari”; Vg, “tu che dimori nel mare”.
Lett. “d’essa”.
O, “ondeggianti acque”. Ebr. tehòhm; LXXVg, “l’abisso”. Cfr. nt. a Ge 1:2, “abisso”.