Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

La Bibbia online | TRADUZIONE DEL NUOVO MONDO DELLE SACRE SCRITTURE

Ezechiele 14:1-23

14  E uomini* degli anziani d’Israele venivano da me e mi si sedevano davanti.+  Quindi la parola di Geova mi fu rivolta, dicendo:  “Figlio dell’uomo, riguardo a questi uomini, hanno portato i loro idoli di letame sul loro cuore, e hanno messo la pietra d’inciampo che causava il loro errore di fronte alle loro facce.+ Sarò io in alcun modo consultato da loro?+  Perciò parla loro e devi dir loro: ‘Il Sovrano Signore Geova ha detto questo: “Qualunque uomo* della casa d’Israele che si porti i suoi idoli di letame+ sul cuore e che si metta di fronte alla faccia la medesima pietra d’inciampo che causa il suo errore e che in effetti venga dal profeta, io, Geova, di sicuro mi lascerò indurre a rispondergli sulla questione secondo la moltitudine dei suoi idoli di letame,+  allo scopo di prendere la casa d’Israele per il loro cuore,+ perché si sono ritirati da me per i loro idoli di letame, tutti quanti”’.+  “Perciò di’ alla casa d’Israele: ‘Il Sovrano Signore Geova ha detto questo: “Tornate e volgetevi dai vostri idoli di letame+ e volgete le vostre facce anche da tutte le vostre cose detestabili;+  poiché qualunque uomo della casa d’Israele o dei residenti forestieri che risiedono come forestieri in Israele, che si ritrae dal seguirmi+ e che si porta sul cuore i suoi idoli di letame e che si mette di fronte alla faccia la medesima pietra d’inciampo che causa il suo errore e che in effetti viene dal profeta a interrogarmi per sé,+ io, Geova, mi lascio indurre a rispondergli da me stesso.  E devo volgere contro quell’uomo* la mia faccia+ e porlo come segno+ e come espressioni proverbiali,+ e lo devo stroncare di mezzo al mio popolo;+ e dovrete conoscere che io sono Geova”’.+  “‘E in quanto al profeta, nel caso che sia ingannato e in effetti pronunci la parola, io stesso, Geova, ho ingannato quel profeta;+ e certamente stenderò la mia mano contro di lui e lo annienterò di mezzo al mio popolo Israele.+ 10  E dovranno portare il loro errore.+ L’errore di chi domanda sarà proprio come l’errore del profeta,+ 11  affinché quelli della casa d’Israele non vadano più errando lontano dal seguirmi+ e non si vadano più contaminando con tutte le loro trasgressioni. E dovranno divenire il mio popolo e io stesso diverrò il loro Dio’,* è l’espressione del Sovrano Signore Geova”.+ 12  E la parola di Geova continuò a essermi indirizzata, dicendo: 13  “Figlio dell’uomo, riguardo al paese, nel caso che commetta peccato contro di me agendo con infedeltà,+ certamente anch’io stenderò la mano contro di esso e gli romperò le verghe alle quali si sospendono pani a ciambella,*+ e certamente manderò sopra di esso la carestia+ e da esso stroncherò uomo terreno e animale domestico”.+ 14  “‘E se in mezzo a esso si trovassero questi tre uomini,* Noè,+ Daniele+ e Giobbe,+ a motivo della loro giustizia+ essi stessi libererebbero la loro anima’, è l’espressione del Sovrano Signore Geova”.+ 15  “‘O se io facessi passare per il paese dannose bestie selvagge+ e realmente lo privassero di figli+ ed esso divenisse in effetti una distesa desolata senza che vi passasse alcuno a causa delle bestie selvagge,+ 16  se questi tre uomini fossero in mezzo a esso, come io vivo’, è l’espressione del Sovrano Signore Geova, ‘non libererebbero né figli né figlie; essi, solo essi stessi, sarebbero liberati e lo stesso paese diverrebbe una distesa desolata’”.+ 17  “‘O se facessi venire su quel paese la spada,+ e realmente dicessi: “La spada stessa passi per il paese”, e se in effetti io stroncassi da esso uomo terreno* e animale domestico,+ 18  anche se in mezzo a esso ci fossero questi tre uomini,+ come io vivo’, è l’espressione del Sovrano Signore Geova, ‘non libererebbero né figli né figlie, ma essi, solo essi stessi, sarebbero liberati’”.+ 19  “‘O se io mandassi* su quel paese la pestilenza+ e realmente versassi su di esso il mio furore con sangue,+ per stroncare da esso uomo terreno e animale domestico, 20  anche se in mezzo a esso ci fossero+ Noè,+ Daniele+ e Giobbe,+ come io vivo’, è l’espressione del Sovrano Signore Geova, ‘non libererebbero né figlio né figlia; essi stessi libererebbero la loro anima a motivo della loro giustizia’”.+ 21  “Poiché il Sovrano Signore Geova ha detto questo: ‘Così pure [avverrà] quando ci saranno i miei quattro dannosi atti di giudizio+ — la spada e la carestia e la dannosa bestia selvaggia e la pestilenza+ — che in effetti manderò su Gerusalemme per stroncare da essa uomo terreno e animale domestico.+ 22  Ma, ecco, certamente si lascerà rimanere in essa una compagnia di scampati, quelli che saranno condotti fuori.+ Figli e figlie, eccoli, usciranno a voi, e voi dovrete vedere la loro via e le loro opere.+ E certamente sarete confortati della calamità che avrò fatto venire su Gerusalemme, sì, di tutto ciò che avrò fatto venire su di lei’”. 23  “‘E certamente vi conforteranno quando avrete visto la loro via e le loro opere; e dovrete conoscere che non senza ragione avrò fatto tutto ciò che devo fare contro di* lei’, è l’espressione del Sovrano Signore Geova”.+

Note in calce

“Uomini”: ebr. ʼanashìm, pl. di ʼish.
“Qualunque uomo”: ebr. ʼish ʼish.
“Contro quell’uomo”: ebr. baʼìsh hahùʼ.
Lett. “per loro come Dio”. Ebr. lahèm lEʼlohìm.
Lett. “il bastone del pane”.
Lett. “gli uomini”. Ebr. haʼanashìm, pl. di ʼish.
“Uomo terreno”: ebr. ʼadhàm.
O, “lasciassi andare”.
“Contro di”: o, “in”.