Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

La Bibbia online | TRADUZIONE DEL NUOVO MONDO DELLE SACRE SCRITTURE

Ezechiele 13:1-23

13  E la parola di Geova continuò a essermi rivolta, dicendo:  “Figlio dell’uomo, profetizza riguardo ai profeti d’Israele che profetizzano,+ e devi dire a quelli che profetizzano di loro proprio cuore:+ ‘Udite la parola di Geova.+  Il Sovrano Signore Geova ha detto questo: “Guai ai profeti stupidi,+ che camminano dietro al loro proprio spirito,*+ quando non hanno visto nulla!+  I tuoi propri profeti, o Israele, son divenuti come volpi in luoghi devastati.+  Certamente non salirete nelle brecce,+ né edificherete un muro di pietra+ a favore della casa d’Israele, per stare in piedi nella battaglia* nel giorno di Geova”.+  “Hanno avuto visione di una falsità e di una divinazione menzognera,+ quelli che dicono: ‘È l’espressione di Geova’, quando Geova stesso non li ha mandati, e hanno aspettato per far avverare la parola.+  Non avete voi contemplato una visione di falsità, e non avete proferito una divinazione mendace, dicendo: ‘È l’espressione di Geova’, quando io stesso non ho pronunciato nulla?”’+  “‘Perciò il Sovrano Signore Geova ha detto questo: “‘Per la ragione che avete pronunciato falsità e avete avuto visione di una menzogna, perciò, ecco, sono contro di voi’,+ è l’espressione del Sovrano Signore Geova”.  E la mia mano è contro i profeti che vedono in visione falsità e che divinano una menzogna.+ Non resteranno nell’intimo+ gruppo del mio popolo, e non saranno scritti nel registro* della casa d’Israele,+ e non verranno nel suolo d’Israele;+ e dovrete* conoscere che io sono il Sovrano Signore Geova,+ 10  per la ragione, sì, per la ragione che hanno sviato il mio popolo, dicendo: “C’è pace!” quando non c’è nessuna pace,+ e c’è uno che edifica un muro divisorio, ma invano+ ci sono quelli che lo intonacano di calcina’.+ 11  “Di’ a quelli che intonacano di calcina che esso cadrà. Verrà certamente un rovescio di pioggia inondatrice, e voi, o chicchi di grandine, cadrete,* e lo stesso soffio* di turbini causerà una fenditura.+ 12  Ed ecco, il muro deve cadere. Non vi si dirà forse: ‘Dov’è il rivestimento* con cui faceste l’intonaco?’+ 13  “Perciò il Sovrano Signore Geova ha detto questo: ‘Di sicuro farò anche scatenare nel mio furore un soffio di turbini, e nella mia ira accadrà un rovescio di pioggia inondatrice, e nel furore ci saranno chicchi di grandine per lo sterminio.+ 14  E certamente demolirò il muro che avete intonacato di calcina e lo porterò a contatto con la terra, e il suo fondamento dovrà essere esposto.+ Ed essa* certamente cadrà, e dovrete pervenire alla fine in mezzo a lei; e dovrete conoscere che io sono Geova’.+ 15  “‘E certamente porterò a termine il mio furore sul muro e su quelli che l’avranno intonacato di calcina, e vi dirò: “Il muro non c’è più, e quelli che lo intonacavano non ci sono più,+ 16  i profeti d’Israele che profetizzano a Gerusalemme e che vedono in visione per lei una visione di pace,+ quando non c’è nessuna pace”’, è l’espressione del Sovrano Signore Geova.+ 17  “E in quanto a te, o figlio dell’uomo, volgi la faccia+ contro le figlie del tuo popolo che agiscono da profetesse+ di loro proprio cuore,+ e profetizza contro di esse. 18  E devi dire: ‘Il Sovrano Signore Geova ha detto questo: “Guai alle donne che cuciono fasce su tutti i gomiti* e fanno veli sulla testa di ogni misura per dare la caccia alle anime!*+ Sono le anime alle quali voi donne date la caccia quelle appartenenti al mio popolo, e le anime appartenenti a voi quelle che conservate in vita? 19  E mi profanerete verso il mio popolo per le manciate d’orzo e per i bocconi di pane,+ per mettere a morte le anime che non dovrebbero morire+ e per conservare in vita le anime che non dovrebbero vivere mediante la vostra menzogna al mio popolo, gli uditori di una menzogna?”’+ 20  “Perciò il Sovrano Signore Geova ha detto questo: ‘Ecco, io sono contro le fasce di voi donne, con le quali date la caccia alle anime come se fossero cose volanti,* e certamente le strapperò dalle vostre braccia e lascerò andare* le anime alle quali date la caccia, anime* come se fossero cose volanti.+ 21  E certamente strapperò i vostri veli e libererò il mio popolo dalla vostra mano, e non saranno più nella vostra mano qualcosa di preso nella caccia; e dovrete conoscere che io sono Geova.+ 22  Per la ragione che avete contristato il cuore del giusto con la falsità,+ quando io stesso non gli avevo causato pena, e che avete reso forti le mani del malvagio+ così che non si volgeva dalla sua cattiva via per conservarlo in vita,+ 23  perciò voi donne non continuerete ad avere visioni di falsità,+ e non divinerete+ più+ divinazione;+ e certamente libererò il mio popolo dalla vostra mano,+ e dovrete conoscere che io sono Geova’”.+

Note in calce

“Loro proprio spirito”: ebr. ruchàm; lat. spiritum; gr. kardìas, “cuore”.
O, “guerra”.
Lett. “nella scrittura”.
“Dovrete”, MTSyVg; LXX, “dovranno”.
Secondo il M; LXX, “e darò pietre da lancio contro le loro giunture, e cadranno”; Vg, “e darò pietre molto grandi che precipiteranno dall’alto”.
“E . . . soffio di”: ebr. werùach; gr. pnèuma; lat. ventum, “vento”.
O, “la malta”.
“Essa”, riferito non al “muro”, masch., ma forse alla città.
Lett. “su tutte le giunture delle mani”.
“Anime”: ebr. nefashòhth, femm. pl.; gr. psychàs; lat. animas.
O, “come se fossero mosche”.
Lett. “e manderò via”.
“Anime”: ebr. nefashìm, masch., pl. di nèfesh, femm. L’unica volta che compare nel M; per cui è probabile che dovesse leggere chofshìm, “liberi”.