Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

La Bibbia online | TRADUZIONE DEL NUOVO MONDO DELLE SACRE SCRITTURE (EDIZIONE 1987) Vedi la revisione del 2017

Ester 4:1-17

4  E lo stesso Mardocheo+ venne a sapere tutto ciò che era stato fatto;+ e Mardocheo si strappava le vesti e si copriva di sacco+ e cenere+ e usciva in mezzo alla città e gridava con alto e amaro grido.+  Infine giunse sino di fronte alla porta del re,+ poiché nessuno doveva entrare nella porta del re in veste di sacco.  E in tutti i diversi distretti giurisdizionali,+ dovunque giungevano la parola del re e la sua legge, c’era fra i giudei grande cordoglio+ e digiuno+ e pianto e lamento. Sacco+ e cenere+ stessi si stesero per molti come un giaciglio.  E le giovani di Ester e i suoi eunuchi+ venivano a riferire a lei. E la regina era molto addolorata. Quindi mandò vesti per vestire Mardocheo e togliergli di dosso il sacco. Ed egli non [le] accettò.+  A ciò Ester chiamò Atac,+ uno degli eunuchi del re, che egli aveva messo a servirla, e gli dava comando riguardo a Mardocheo, per sapere che cosa ciò significasse e di che cosa si trattasse.  Atac uscì dunque verso Mardocheo nella pubblica piazza della città che era davanti alla porta del re.  Quindi Mardocheo gli riferì tutte le cose che gli erano accadute+ e l’esatto ammontare del denaro che Aman aveva detto di pagare al tesoro del re+ contro i giudei, per distruggerli.+  E gli diede una copia+ dello scritto della legge che era stata emanata a Susa+ per farli annientare, perché la mostrasse a Ester e le riferisse e le imponesse il comando+ di entrare dal re a implorare favore da lui+ e a fare richiesta direttamente davanti a lui per il suo proprio popolo.+  Atac+ ora venne e riferì a Ester le parole di Mardocheo. 10  Quindi Ester disse ad Atac e gli comandò riguardo a Mardocheo:+ 11  “Tutti i servitori del re e il popolo dei distretti giurisdizionali del re sono consapevoli che, riguardo a ogni uomo o donna che entri dal re nel cortile interno+ senza essere chiamato, la sua unica legge+ è di far[lo] mettere a morte; solo nel caso che il re stenda verso di lui lo scettro d’oro, allora certamente rimarrà in vita.+ In quanto a me, non sono stata chiamata per entrare dal re già da trenta giorni”. 12  E riferivano a Mardocheo le parole di Ester. 13  Quindi Mardocheo disse di rispondere a Ester: “Non immaginare nella tua propria anima che la casa del re scamperà più di tutti gli altri giudei.+ 14  Poiché se in questo tempo taci del tutto, sollievo e liberazione stessi si leveranno per i giudei da un altro luogo;+ ma in quanto a te e alla casa di tuo padre, perirete. E chi sa se è per un tempo come questo che sei pervenuta alla dignità regale?”+ 15  Ester disse pertanto di rispondere a Mardocheo: 16  “Va, aduna tutti i giudei che si trovano a Susa+ e digiunate+ a mio favore e non mangiate né bevete per tre giorni,+ notte e giorno. Anch’io, con le mie giovani,+ similmente digiunerò e dopo ciò entrerò dal re, il che non è secondo la legge; e nel caso che io debba perire,+ dovrò perire”. 17  A ciò Mardocheo se ne andò e faceva secondo tutto ciò che Ester gli aveva imposto come comando.

Note in calce