Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

La Bibbia online | TRADUZIONE DEL NUOVO MONDO DELLE SACRE SCRITTURE

Esodo 5:1-23

5  E poi Mosè e Aaronne andarono e dicevano a Faraone:+ “Geova, l’Iddio d’Israele, ha detto questo: ‘Manda via il mio popolo perché mi celebri una festa nel deserto’”.+  Ma Faraone disse: “Chi è Geova,+ perché io debba ubbidire* alla sua voce e mandare via Israele?+ Non conosco affatto Geova+ e, per di più, non manderò via Israele”.+  Comunque, essi proseguirono, dicendo: “L’Iddio degli ebrei si è messo in contatto con noi.+ Vogliamo andare, ti preghiamo, per un viaggio di tre giorni nel deserto a sacrificare a Geova nostro Dio;+ altrimenti potrebbe colpirci con la pestilenza* o con la spada”.+  A ciò il re d’Egitto disse loro: “Perché, Mosè e Aaronne, distogliete* il popolo dai suoi lavori?+ Andate a portare i vostri pesi!”+  E Faraone continuò: “Ecco, il popolo del paese ora è numeroso,+ e voi lo fate realmente desistere* dal portare i suoi pesi”.+  Immediatamente quel giorno Faraone comandò a quelli che costringevano il popolo al lavoro e ai loro ufficiali,+ dicendo:  “Voi non dovete più raccogliere la paglia da dare al popolo per fare i mattoni+ come in precedenza. Vadano essi stessi a raccogliersi la paglia.  Inoltre, imporrete ancora loro la richiesta quantità di mattoni che facevano in precedenza. Non dovete fare loro nessuna riduzione, perché sono oziosi.+ Perciò gridano, dicendo: ‘Vogliamo andare, vogliamo sacrificare al nostro Dio!’+  Il servizio sia grave sugli uomini e vi lavorino, e non prestino attenzione a false parole”.+ 10  Così quelli che costringevano il popolo al lavoro+ e i loro ufficiali uscirono e dissero al popolo: “Ecco ciò che ha detto Faraone: ‘Io non vi darò più paglia. 11  Andate voi stessi, prendetevi la paglia dovunque ne troviate, perché i vostri servizi non dovranno essere minimamente ridotti’”.+ 12  Di conseguenza il popolo si sparse in tutto il paese d’Egitto a raccogliere stoppia [da usare] come paglia. 13  E quelli che li costringevano al lavoro li sollecitavano,+ dicendo: “Finite i vostri lavori, ciascuno il suo lavoro, di giorno in giorno, proprio come quando era disponibile la paglia”.+ 14  In seguito gli ufficiali+ dei figli d’Israele, che i soprintendenti* di Faraone avevano stabilito su di loro, furono battuti,+ e questi dicevano: “Perché non avete finito il compito prescrittovi, facendo i mattoni+ come in precedenza, sia ieri che oggi?”+ 15  Di conseguenza gli ufficiali+ dei figli d’Israele andarono e gridavano a Faraone, dicendo: “Perché tratti così i tuoi servitori? 16  Non si dà paglia ai tuoi servitori eppure ci dicono: ‘Fate i mattoni!’ ed ecco, i tuoi servitori sono battuti, mentre la colpa è del tuo proprio popolo”.+ 17  Ma egli disse: “Siete oziosi, siete oziosi!+ Perciò dite: ‘Vogliamo andare, vogliamo sacrificare a Geova’.+ 18  E ora andate, servite! Sebbene non vi sia data paglia, dovete tuttavia dare la quantità fissata di mattoni”.+ 19  Quindi gli ufficiali dei figli d’Israele si videro ridotti a mal partito alla parola:+ “Dai vostri mattoni non dovete ridurre minimamente la quota giornaliera di nessuno”.+ 20  Dopo ciò si imbatterono in Mosè e Aaronne,+ che stavano lì per incontrarli quando uscirono da presso Faraone. 21  Subito dissero loro: “Geova vi guardi e giudichi,+ poiché ci avete resi un odore sgradevole*+ davanti a Faraone e davanti ai suoi servitori in modo da porre una spada nella loro mano per ucciderci”.+ 22  Quindi Mosè si rivolse a Geova+ e disse: “Geova,* perché hai causato il male a questo popolo?+ Perché mi hai mandato?+ 23  Poiché da quando andai davanti a Faraone per parlare in nome tuo,+ egli ha fatto del male a questo popolo,+ e tu non hai affatto liberato il tuo popolo”.+

Note in calce

O, “dare ascolto”.
O, “peste (bubbonica)”. LXX, “morte (piaga mortale)”.
O, “Perché, Mosè e Aaronne, dovreste distogliere . . . ?”
O, “riposare (osservare un sabato)”.
O, “uomini che li spingevano al lavoro”.
Lett. “avete fatto puzzare il nostro odore”.
Uno dei 134 cambiamenti degli scribi da YHWH in ʼAdhonài. Vedi App. 1B.