Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

La Bibbia online | TRADUZIONE DEL NUOVO MONDO DELLE SACRE SCRITTURE

Esdra 6:1-22

6  Fu allora che Dario il re emanò l’ordine, e fecero un’investigazione nella casa delle registrazioni+ dei tesori depositati là a Babilonia.  E a Ecbatana,* nel luogo fortificato che era nel distretto giurisdizionale di Media,+ fu trovato un rotolo, e c’era scritta una memoria in questo senso:  “Nel primo anno di Ciro il re,+ Ciro il re emanò l’ordine riguardo alla casa di Dio a Gerusalemme: Sia riedificata la casa come posto in cui devono offrire sacrifici,+ e se ne devono fissare le fondamenta, essendo la sua altezza di sessanta cubiti,* e la sua larghezza di sessanta cubiti,+  con tre strati di pietre rotolate+ [sul posto] e uno strato di legname;+ e la spesa sia sostenuta dalla casa del re.+  E anche i vasi d’oro e d’argento+ della casa di Dio che Nabucodonosor+ tolse dal tempio che era a Gerusalemme e portò a Babilonia siano restituiti, affinché pervengano al tempio che è a Gerusalemme al suo posto e siano depositati nella casa di Dio.+  “Ora Tattenai+ governatore oltre il Fiume,+ Setar-Bozenai+ e loro colleghi, governatori minori+ che siete oltre il Fiume, statevene lontani di là.+  Lasciate stare+ il lavoro di quella casa di Dio. Il governatore dei giudei e gli anziani dei giudei riedificheranno quella casa di Dio nel suo posto.  Ed è stato emanato da me un ordine+ in quanto a ciò che voi farete con questi anziani dei giudei, per riedificare quella casa di Dio; e dal tesoro reale+ delle tasse oltre il Fiume la spesa sarà prontamente data+ a questi uomini robusti senza cessazione.+  E ciò che è necessario, sia giovani tori+ che montoni+ e agnelli+ per gli olocausti all’Iddio del cielo, frumento,+ sale,+ vino+ e olio,+ proprio come dicono i sacerdoti che sono a Gerusalemme, siano dati loro di continuo, di giorno in giorno, immancabilmente; 10  affinché presentino di continuo+ offerte concilianti+ all’Iddio dei cieli e preghino per la vita del re e dei suoi figli.+ 11  Ed è stato emanato da me l’ordine che, in quanto a chiunque violi+ questo decreto,* sia tolta una trave+ dalla sua casa ed egli vi sia messo al palo,*+ e la sua casa sia per questo trasformata in latrina pubblica.+ 12  E l’Iddio che ha fatto risiedere là il suo nome+ rovesci ogni re e popolo che stenda la sua mano per commettere violazione e distruggere+ quella casa di Dio, che è a Gerusalemme. Io, Dario, in effetti emano l’ordine. Sia eseguito prontamente”. 13  Quindi Tattenai il governatore oltre il Fiume,+ Setar-Bozenai+ e i loro colleghi, proprio come Dario il re aveva mandato [a dire], così fecero prontamente. 14  E gli anziani+ dei giudei edificavano+ e facevano progresso sotto il profetizzare di Aggeo+ il profeta e di Zaccaria+ nipote di Iddo,+ e [la] edificarono e [la] finirono a motivo dell’ordine dell’Iddio d’Israele+ e a motivo dell’ordine di Ciro+ e di Dario+ e di Artaserse+ re di Persia. 15  E completarono questa casa il terzo giorno del mese lunare di adar,+ cioè nel sesto anno del regno di Dario il re. 16  E i figli d’Israele, i sacerdoti e i leviti+ e il resto degli ex esiliati,*+ tennero l’inaugurazione+ di questa casa di Dio con gioia. 17  E presentarono per l’inaugurazione di questa casa di Dio cento tori, duecento montoni, quattrocento agnelli, e come offerta per il peccato per tutto Israele dodici capri, secondo il numero delle tribù d’Israele.+ 18  E stabilirono i sacerdoti nelle loro classi e i leviti nelle loro divisioni,+ per il servizio di Dio che è a Gerusalemme, secondo la prescrizione del libro di Mosè.*+ 19  E gli ex esiliati tennero la pasqua+ il quattordicesimo [giorno] del primo mese.+ 20  Giacché i sacerdoti e i leviti si erano purificati+ come un solo gruppo, erano tutti puri, e scannarono dunque la vittima pasquale+ per tutti gli ex esiliati e per i loro fratelli sacerdoti e per se stessi. 21  Quindi [la] mangiarono i figli d’Israele che erano tornati dall’Esilio,+ e ognuno che si era separato dall’impurità+ delle nazioni del paese [unendosi] a loro, per ricercare Geova l’Iddio d’Israele.+ 22  E continuarono a tenere la festa dei pani non fermentati+ per sette giorni con allegrezza; poiché Geova li fece rallegrare, ed egli aveva rivolto+ il cuore del re d’Assiria verso di loro per rafforzare le loro mani nel lavoro della casa del [vero] Dio, l’Iddio d’Israele.

Note in calce

“Ecbatana”, Vg; MSy, “Acmeta”.
Circa 26,7 m. Vedi App. 8A.
O, “questa parola”.
Lett. “ed egli, messo al palo, sia colpito su di esso”. Cfr. App. 5C.
Lett. “figli dell’Esilio”. Aram. beneh-ghaluthàʼ.
La prima parte di Esdra scritta in aram. comincia con 4:8 e finisce qui.