Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

La Bibbia online | TRADUZIONE DEL NUOVO MONDO DELLE SACRE SCRITTURE

Esdra 10:1-44

10  Ora appena Esdra ebbe pregato+ ed ebbe fatto confessione+ mentre piangeva e giaceva prostrato+ davanti alla casa+ del [vero] Dio, quelli d’Israele si radunarono presso di lui, una congregazione molto grande, uomini e donne e fanciulli, poiché il popolo aveva pianto a dirotto.*  Quindi Secania figlio di Iehiel+ dei figli di Elam+ rispose e disse a Esdra: “Noi, noi abbiamo agito con infedeltà contro il nostro Dio, così che abbiamo dato dimora a mogli straniere dai popoli del paese.+ Comunque ora esiste una speranza+ per Israele riguardo a questo.  E ora concludiamo un patto+ col nostro Dio di mandare via+ tutte le mogli e quelli nati da esse, secondo il consiglio di Geova* e di quelli che tremano+ al comandamento+ del nostro Dio, perché si faccia secondo la legge.+  Levati, poiché la cosa spetta a te, e noi siamo con te. Sii forte e agisci”.  Allora Esdra si levò e fece giurare ai capi dei sacerdoti, dei leviti e di tutto Israele+ di fare secondo questa parola. Pertanto fecero un giuramento.  Esdra ora si levò d’innanzi alla casa del [vero] Dio e andò nella sala da pranzo+ di Ieoanan figlio di Eliasib. Benché andasse lì, non mangiò pane+ e non bevve acqua, poiché faceva cordoglio+ per l’infedeltà del popolo esiliato.  Fecero quindi passare un bando per tutto Giuda e Gerusalemme affinché tutti gli ex esiliati+ si radunassero a Gerusalemme;  e chiunque non fosse venuto+ entro tre giorni secondo il consiglio dei principi+ e degli anziani, tutti i suoi beni sarebbero stati sottoposti a interdizione+ e lui stesso sarebbe stato separato+ dalla congregazione del popolo esiliato.  Tutti gli uomini di Giuda e di Beniamino si radunarono dunque a Gerusalemme entro tre giorni, cioè nel nono+ mese, il ventesimo [giorno] del mese, e tutto il popolo sedeva nel luogo aperto della casa del [vero] Dio, rabbrividendo a causa della faccenda e a causa dei rovesci di pioggia.+ 10  Alla fine Esdra il sacerdote si levò e disse loro: “Voi stessi avete agito con infedeltà in quanto avete dato dimora a mogli straniere+ così da aggiungere alla colpa d’Israele.+ 11  E ora fate confessione+ a Geova l’Iddio dei vostri antenati e fate ciò che gli piace+ e separatevi dai popoli del paese e dalle mogli straniere”.+ 12  A ciò tutta la congregazione rispose e disse ad alta voce: “Ci spetta di fare+ esattamente secondo la tua parola. 13  Comunque, la gente è molta, ed è la stagione dei rovesci di pioggia, e non è possibile restare fuori; e l’affare non richiederà un giorno o due, poiché noi ci siamo ribellati in grande misura in questa faccenda. 14  Ti preghiamo, dunque, agiscano i nostri principi+ come rappresentanti di tutta la congregazione; e, in quanto a tutti quelli delle nostre città che hanno dato dimora a mogli straniere, vengano nei tempi fissati, e insieme a loro gli anziani di ciascuna singola città e i suoi giudici, finché non abbiamo allontanato da noi l’ardente ira del nostro Dio, a causa di questa faccenda”. 15  (Comunque, Gionatan figlio di Asael e Iazeia figlio di Ticva stessi si opposero+ a questo,* e Mesullam e Sabbetai+ i leviti erano quelli che li aiutavano). 16  E gli ex esiliati*+ facevano in questo modo; ed Esdra il sacerdote [e] gli uomini che erano i capi dei padri per la loro casa paterna,+ sì, tutti loro secondo i [loro] nomi, ora si separarono e sedevano il primo giorno del decimo mese+ per indagare la faccenda;+ 17  e gradualmente terminarono con tutti gli uomini che avevano dato dimora a mogli straniere,+ entro il primo giorno del primo mese. 18  E si trovò che alcuni dei figli dei sacerdoti+ avevano dato dimora a mogli straniere; dei figli di Iesua+ figlio di Iozadac*+ e dei suoi fratelli: Maaseia ed Eliezer e Iarib e Ghedalia. 19  Ma essi promisero con strette di mano* di mandare via le loro mogli, e che, essendo colpevoli,+ ci sarebbe stato per la loro colpa un montone+ del gregge.* 20  E dei figli di Immer+ ci furono Hanani e Zebadia; 21  e dei figli di Arim,+ Maaseia ed Elia e Semaia e Iehiel e Uzzia; 22  e dei figli di Pasur,+ Elioenai, Maaseia, Ismaele, Netanel, Iozabad ed Eleasa. 23  E dei leviti, Iozabad e Simei e Chelaia (cioè Chelita), Petaia, Giuda ed Eliezer; 24  e dei cantori, Eliasib; e dei portinai, Sallum e Telem e Uri. 25  E d’Israele, dei figli di Paros+ ci furono Ramia e Izzia e Malchia e Miamin ed Eleazaro e Malchia* e Benaia; 26  e dei figli di Elam,+ Mattania, Zaccaria e Iehiel+ e Abdi e Ieremot ed Elia; 27  e dei figli di Zattu,+ Elioenai, Eliasib, Mattania e Ieremot e Zabad e Aziza; 28  e dei figli di Bebai,+ Ieoanan, Hanania, Zabbai, Atlai; 29  e dei figli di Bani, Mesullam, Malluc e Adaia, Iasub e Seal [e] Ieremot;* 30  e dei figli di Paat-Moab,+ Adna e Chelal, Benaia, Maaseia, Mattania, Bezalel e Binnui e Manasse; 31  e [dei] figli di Arim,+ Eliezer, Issija, Malchia,+ Semaia, Simeone, 32  Beniamino, Malluc [e] Semaria; 33  dei figli di Asum,+ Mattenai, Mattatta, Zabad, Elifelet, Ieremai, Manasse [e] Simei; 34  dei figli di Bani, Maadai, Amram e Uel, 35  Benaia, Bedeia, Chelui, 36  Vania, Meremot, Eliasib, 37  Mattania, Mattenai e Iaasu; 38  e dei figli di Binnui,* Simei 39  e Selemia e Natan e Adaia, 40  Macnadebai, Sasai, Sarai, 41  Azarel e Selemia,* Semaria, 42  Sallum, Amaria, Giuseppe; 43  dei figli di Nebo, Ieiel, Mattitia, Zabad, Zebina, Iaddai e Gioele [e] Benaia. 44  Tutti questi avevano accettato mogli straniere,+ e mandavano via le mogli insieme ai figli.*

Note in calce

Lett. “aveva pianto un gran pianto”.
Uno dei 134 cambiamenti degli scribi da YHWH in ʼAdhonài. Vedi App. 1B.
O, “Particolarmente Gionatan figlio di Asael e Iazeia figlio di Ticva furono quelli che agirono in maniera rappresentativa a questo riguardo [LXX, “furono con me in questa faccenda”]”.
Lett. “i figli dell’Esilio”.
Così in ebr. Vedi nt. a 3:2, “Iozadac”.
Lett. “essi diedero la propria mano”.
“E la loro offerta per la colpa fu un montone del gregge per la loro colpevolezza”, con un emendamento.
“Asabia”, LXX.
“E Ramot”, MmargineVg.
“E dei figli di Binnui”, con una correzione del M; LXX, “i figli di Binnui”; MVg, “e Bani e Binnui”.
“E Selemia”: ebr. weShelemyàhu.
“E mandavano via le mogli insieme ai figli”, in armonia con i LXX in Primo Esdra 9:36; M, forse, “e da essi c’erano mogli ed esse misero [al mondo] figli”.