Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

La Bibbia online | TRADUZIONE DEL NUOVO MONDO DELLE SACRE SCRITTURE

Ecclesiaste 3:1-22

3  Per ogni cosa c’è un tempo fissato,+ sì, un tempo* per ogni faccenda sotto i cieli:  un tempo per nascere+ e un tempo per morire;+ un tempo per piantare e un tempo per sradicare ciò che è stato piantato;+  un tempo per uccidere+ e un tempo per sanare;+ un tempo per demolire e un tempo per edificare;+  un tempo per piangere+ e un tempo per ridere;+ un tempo per fare lamento+ e un tempo per saltare;+  un tempo per gettare via pietre+ e un tempo per radunare pietre;+ un tempo per abbracciare+ e un tempo per astenersi dagli abbracci;+  un tempo per cercare+ e un tempo per dare come perso; un tempo per custodire e un tempo per gettare via;+  un tempo per strappare+ e un tempo per cucire;+ un tempo per tacere+ e un tempo per parlare;+  un tempo per amare e un tempo per odiare;+ un tempo per la guerra+ e un tempo per la pace.+  Che vantaggio c’è per chi opera in ciò a cui lavora duramente?+ 10  Ho visto l’occupazione che Dio ha dato ai figli del genere umano perché vi siano occupati.+ 11  Ogni cosa egli ha fatto bella a suo tempo.+ Anche il tempo indefinito ha posto nel loro cuore,+ affinché il genere umano* non trovi mai l’opera che il [vero] Dio ha fatto dall’inizio* alla fine.+ 12  Ho conosciuto che per loro non c’è nulla di meglio che rallegrarsi e fare il bene durante la vita;+ 13  e anche che ogni uomo* mangi e in realtà beva e veda il bene per tutto il suo duro lavoro.+ È il dono di Dio.+ 14  Ho conosciuto che ogni cosa che il [vero] Dio fa sarà a tempo indefinito.+ Non c’è nulla da aggiungervi e non c’è nulla da sottrarvi;+ ma il [vero] Dio stesso l’ha fatta,+ affinché si abbia timore a motivo di lui.+ 15  Ciò che è accaduto, era già stato, e ciò che deve avvenire si è già verificato;+ e il [vero] Dio+ stesso continua a cercare ciò che si persegue.+ 16  E ho visto inoltre sotto il sole il luogo del diritto dove c’era malvagità e il luogo della giustizia dove c’era malvagità.+ 17  Io stesso ho detto nel mio cuore:+ “Il [vero] Dio giudicherà sia il giusto che il malvagio,+ poiché lì c’è un tempo per ogni faccenda e riguardo a ogni opera”.+ 18  Io, sì, io, ho detto nel mio cuore riguardo ai figli del genere umano che il [vero] Dio li sceglierà, affinché vedano che essi stessi sono bestie.+ 19  Poiché c’è un’eventualità* circa i figli del genere umano e un’eventualità circa la bestia, e hanno la stessa eventualità.+ Come muore l’uno,* così muore l’altra;+ e tutti hanno un solo spirito,*+ così che non c’è superiorità dell’uomo sulla bestia, poiché ogni cosa è vanità. 20  Tutti vanno a un solo luogo.+ Tutti sono venuti dalla polvere,*+ e tutti tornano alla polvere.+ 21  Chi conosce lo spirito dei figli del genere umano, se sale verso l’alto; e lo spirito della bestia, se scende verso il basso alla terra?+ 22  E ho visto che non c’è nulla di meglio se non che l’uomo si rallegri delle sue opere,+ poiché questa è la sua porzione; perché chi lo condurrà a guardare ciò che avverrà dopo di lui?+

Note in calce

O, “stagione; tempo opportuno”.
Lett. “l’uomo terreno”. Ebr. haʼadhàm.
Lett. “da capo”.
O, “ogni uomo terreno”. Ebr. kol-haʼadhàm.
O, “un avvenimento”. Ebr. miqrèh.
Lett. “Come muore questo”. Ebr. kemòhth zeh.
O, “e . . . respiro”. Ebr. werùach; gr. pnèuma.
Dalla polvere”: ebr. min-heʽafàr. Vedi nt. a Ge 2:7, “polvere”.