Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

La Bibbia online | TRADUZIONE DEL NUOVO MONDO DELLE SACRE SCRITTURE

Deuteronomio 8:1-20

8  “Dovete aver cura di osservare ogni comandamento che oggi ti comando,+ affinché continuiate a vivere+ e in realtà vi moltiplichiate ed entriate a prendere possesso del paese circa il quale Geova giurò ai vostri antenati.+  E ti devi ricordare di tutta la via per la quale Geova tuo Dio ti ha fatto camminare in questi quarant’anni nel deserto,+ per umiliarti,+ per metterti alla prova+ in modo da conoscere ciò che era nel tuo cuore,+ se avresti osservato i suoi comandamenti o no.  Egli ti ha dunque umiliato e ti ha fatto provare la fame+ e ti ha cibato con la manna,+ che tu non avevi conosciuto e che i tuoi padri non avevano conosciuto; per farti sapere che non di solo pane vive l’uomo, ma l’uomo vive di ogni espressione della bocca di Geova.+  Il tuo mantello non si è consumato su di te, né il tuo piede si è gonfiato in questi quarant’anni.+  E nel tuo stesso cuore sai bene che proprio come un uomo corregge suo figlio, Geova tuo Dio ha corretto te.+  “E devi osservare i comandamenti di Geova tuo Dio camminando nelle sue vie+ e temendolo.+  Poiché Geova tuo Dio sta per introdurti in un buon paese,+ un paese di valli di torrenti d’acqua, di sorgenti e di acque degli abissi* che scaturiscono nella pianura della valle+ e nella regione montagnosa,  un paese di frumento e orzo e viti e fichi e melograni,+ un paese di olivi da olio e di miele,+  un paese nel quale non mangerai il pane con scarsità, nel quale non ti mancherà nulla, un paese le cui pietre sono ferro e dai cui monti caverai il rame. 10  “Quando hai mangiato e ti sei saziato,+ devi anche benedire+ Geova tuo Dio per il buon paese che egli ti ha dato.+ 11  Guardati dal dimenticare+ Geova tuo Dio così da non osservare i suoi comandamenti e le sue decisioni giudiziarie e i suoi statuti che oggi io ti comando;+ 12  affinché tu non mangi e in realtà ti sazi, ed edifichi buone case e realmente vi dimori,+ 13  e la tua mandria e il tuo gregge aumentino, e argento e oro ti aumentino, e tutto ciò che è tuo aumenti; 14  e il tuo cuore realmente s’innalzi+ e tu realmente dimentichi Geova tuo Dio, che ti ha fatto uscire dal paese d’Egitto, dalla casa degli schiavi;+ 15  che ti ha fatto camminare attraverso il grande e tremendo deserto,+ con serpenti velenosi*+ e scorpioni* e con suolo assetato che non ha acqua; che ti ha fatto uscire l’acqua dalla roccia di silice;+ 16  che nel deserto ti ha cibato con la manna,+ la quale i tuoi padri non avevano conosciuto, per umiliarti+ e per metterti alla prova in modo da farti del bene nei tuoi giorni di poi;+ 17  e in effetti tu dica nel tuo cuore: ‘La mia propria potenza e il pieno vigore della mia propria mano mi hanno procurato questa ricchezza’.+ 18  E devi ricordarti di Geova tuo Dio, perché egli è per te il datore di potenza per procurare ricchezza,+ al fine di eseguire il suo patto che giurò ai tuoi antenati, come in questo giorno.+ 19  “E deve accadere che se in alcun modo dimentichi Geova tuo Dio e realmente cammini dietro ad altri dèi e li servi e ti inchini davanti a loro, oggi reco davvero testimonianza contro di voi che assolutamente perirete.+ 20  Come le nazioni che Geova distrugge d’innanzi a voi, così perirete, perché non avrete ascoltato la voce di Geova vostro Dio.+

Note in calce

“E di acque degli abissi (grandi quantità d’acqua)”: ebr. uthehomòth, pl., come in Sam.
O, “infuocati; che causano infiammazione”. LXX, “pungenti; mordaci”; Vg, “dall’alito infuocato (bruciante)”.
Lett. “e combattente”. Ebr. weʽaqràv; lat. et scorpio.