Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

La Bibbia online | TRADUZIONE DEL NUOVO MONDO DELLE SACRE SCRITTURE

Deuteronomio 29:1-29

29  Queste sono le parole del patto che Geova comandò a Mosè di concludere con i figli d’Israele nel paese di Moab oltre al patto che egli aveva concluso con loro in Horeb.*+  E Mosè chiamava tutto Israele e diceva loro: “Voi foste quelli che vedeste tutto ciò che Geova fece davanti ai vostri occhi nel paese d’Egitto a Faraone e a tutti i suoi servitori e a tutto il suo paese,+  le grandi prove che i vostri occhi videro,+ quei grandi segni+ e miracoli.+  Eppure Geova* non vi ha dato un cuore* per conoscere e occhi per vedere e orecchi per udire fino a questo giorno.+  ‘Mentre vi guidavo per quarant’anni nel deserto,+ le vostre vesti non vi si consumarono addosso, e il tuo sandalo non ti si consumò al piede.+  Non mangiaste pane,+ e non beveste vino né bevanda inebriante, affinché conosceste che io sono Geova vostro Dio’.  Infine veniste in questo luogo, e Sihon re di Esbon+ e Og+ re di Basan ci uscivano incontro in battaglia, ma noi li sconfiggemmo.+  Dopo ciò prendemmo il loro paese e lo demmo in eredità ai rubeniti e ai gaditi e a mezza tribù dei manassiti.+  Dovete dunque osservare le parole di questo patto e metterle in pratica, affinché facciate riuscire tutto ciò che farete.+ 10  “Voi tutti state oggi dinanzi a Geova* vostro Dio, i capi delle vostre tribù,* i vostri anziani e i vostri ufficiali, ogni uomo d’Israele,+ 11  i vostri piccoli, le vostre mogli,+ e il tuo residente forestiero+ che è in mezzo al tuo campo, da colui che raccoglie* la tua legna a colui che attinge la tua acqua,+ 12  affinché tu entri nel patto+ di Geova tuo Dio e nel suo giuramento, che Geova tuo Dio oggi conclude con te;+ 13  allo scopo di stabilirti oggi come suo popolo+ e per mostrarsi tuo Dio,+ proprio come ti ha promesso e proprio come ha giurato ai tuoi antenati Abraamo,+ Isacco+ e Giacobbe.+ 14  “Ora non con voi soli concludo questo patto e questo giuramento,*+ 15  ma con colui che oggi sta qui con noi dinanzi a Geova nostro Dio e con quelli che oggi non sono qui con noi;+ 16  (poiché voi stessi sapete bene come dimorammo nel paese d’Egitto e come passammo in mezzo alle nazioni per le quali passaste.+ 17  E vedevate le loro cose disgustanti e i loro idoli di letame,+ legno e pietra, argento e oro, che erano presso di loro); 18  affinché non ci sia fra voi uomo o donna o famiglia o tribù il cui cuore si volga oggi da Geova nostro Dio per andare a servire gli dèi di quelle nazioni;+ affinché non ci sia fra voi radice che produca frutto di pianta velenosa e assenzio.+ 19  “E deve accadere che quando qualcuno ha udito le parole di questo giuramento,+ e si è benedetto nel suo cuore, dicendo: ‘Avrò pace,+ sebbene io cammini nella caparbietà del mio cuore’,+ con l’intenzione di spazzare via l’irriguo insieme agli assetati, 20  Geova non vorrà perdonarlo,+ ma allora l’ira di Geova*+ e il suo ardore+ fumeranno contro quell’uomo,+ e tutto il giuramento scritto in questo libro+ si poserà certamente su di lui, e Geova davvero ne cancellerà il nome di sotto i cieli. 21  Geova dovrà dunque separarlo+ per la calamità da tutte le tribù d’Israele secondo tutto il giuramento* del patto che è scritto in questo libro della legge. 22  “E la futura generazione, i vostri figli che sorgeranno dopo di voi, saranno costretti a dire, anche lo straniero che verrà da un paese lontano, sì, [quando] avranno visto le piaghe di quel paese e le sue malattie con le quali Geova l’avrà afflitto,+ 23  zolfo e sale+ e incendio,+ così che il suo intero paese non sarà seminato, né germoglierà, né vi spunterà alcuna vegetazione, come il rovesciamento di Sodoma e Gomorra,+ Adma+ e Zeboiim,+ che Geova rovesciò nella sua collera e nella sua ira;+ 24  sì, tutte le nazioni saranno costrette a dire: ‘Perché Geova ha fatto così a questo paese?+ Perché l’ardore di questa grande ira?’ 25  Quindi dovranno dire: ‘Perché abbandonarono il patto+ di Geova, Dio dei loro antenati, che egli concluse con loro quando li fece uscire dal paese d’Egitto.+ 26  E andavano a servire altri dèi e a inchinarsi davanti a loro, dèi che non avevano conosciuto e che egli non aveva loro ripartito.+ 27  Quindi l’ira di Geova divampò contro quel paese facendo venire su di esso l’intera maledizione scritta in questo libro.+ 28  Perciò Geova li sradicò dal loro suolo con ira+ e furore e grande indignazione e li gettò in un altro paese come in questo giorno’.+ 29  “Le cose nascoste+ appartengono a Geova* nostro Dio, ma le cose rivelate+ appartengono a noi e ai nostri figli a tempo indefinito, affinché mettiamo in pratica tutte le parole di questa legge.*+

Note in calce

MSamLXX fanno terminare qui il capitolo 28, considerando questo v. come v. 69.
Vedi App. 1C (1).
O, “una mente”.
Vedi App. 1C (1).
Con LXXSy; MSam, “i vostri capi, le vostre tribù”; Vg, “i vostri principi e le tribù”.
O, “colui che taglia”.
Vedi nt. a Ge 24:41.
Vedi App. 1C (1).
O, “maledizione in forma di giuramento”, perché il participio ebr., “scritto”, che qualifica il termine è sing. Lett. “maledizioni (in forma di giuramento)”. Vedi il v. 20.
Vedi App. 1C (1).
O, “Le cose nascoste appartengono a Geova nostro Dio, e le cose rivelate. A noi e ai nostri figli appartiene a tempo indefinito di mettere in pratica tutte le parole di questa legge”. In Al e Leningrado B 19A le parole “a noi e ai nostri figli”, e in Al la prima consonante della successiva preposizione ebr. “a”, sono contrassegnate da punti straordinari. Per alcuni ciò significa che queste parole si dovrebbero omettere o non si dovrebbero porre in risalto. Comunque, queste parole si trovano in LXXP. Fouad Inv. 266 del I secolo a.E.V. Uno dei 15 casi di punti straordinari. Vedi App. 2A.