Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

La Bibbia online | TRADUZIONE DEL NUOVO MONDO DELLE SACRE SCRITTURE

Deuteronomio 19:1-21

19  “Quando Geova tuo Dio avrà stroncato le nazioni+ delle quali Geova tuo Dio ti dà il paese, e tu le avrai spodestate e avrai dimorato nelle loro città e nelle loro case,+  ti metterai da parte tre città in mezzo al tuo paese che Geova tuo Dio ti dà per prenderne possesso.+  Ti preparerai la via, e devi dividere in tre parti il territorio del tuo paese che Geova tuo Dio ti dava in possesso, e là deve poter fuggire ogni omicida.+  “Ora questo è il caso dell’omicida che vi fugga e deve vivere: Quando colpisce il suo prossimo senza saperlo e in precedenza non lo odiava;+  o quando va col suo prossimo nel bosco a raccogliere* legna, e la sua mano si è levata a colpire con la scure per tagliare l’albero, e il ferro è sfuggito dal manico di legno,+ ed esso ha colpito il suo prossimo, il quale è morto, egli stesso fugga a una di queste città e deve vivere.+  Altrimenti, il vendicatore+ del sangue,* siccome il suo cuore è ardente, può inseguire l’omicida e davvero raggiungerlo, poiché la via è lunga; e può realmente colpire la sua anima a morte,* mentre non c’è per lui sentenza di morte,+ perché in precedenza non lo odiava.  Perciò ti comando, dicendo: ‘Ti metterai da parte tre città’.+  “E se Geova* tuo Dio allarga il tuo territorio secondo ciò che giurò ai tuoi antenati,+ e ti ha dato tutto il paese che promise di dare ai tuoi antenati,+  perché osserverai mettendolo in pratica tutto questo comandamento che oggi ti comando, di amare Geova tuo Dio e di camminare sempre nelle sue vie,+ allora a quelle tre dovrai aggiungerti altre tre città,+ 10  affinché non si sparga sangue innocente+ in mezzo al tuo paese che Geova tuo Dio ti dà in eredità, e su di te non debba esserci colpa di sangue.*+ 11  “Ma nel caso che ci sia un uomo che odia+ il suo prossimo, e gli abbia teso un agguato e si sia levato contro di lui e abbia colpito a morte la sua anima ed egli sia morto,+ e l’uomo sia fuggito in una di queste città, 12  gli anziani della sua città devono allora mandare a prenderlo di là, e lo devono consegnare in mano al vendicatore del sangue,* e deve morire.+ 13  Il tuo occhio non lo deve commiserare,+ e devi togliere la colpa del sangue innocente da Israele,+ perché tu abbia bene. 14  “Non devi spostare indietro i segnali di confine del tuo prossimo,+ quando i progenitori avranno stabilito le linee di confine nella tua eredità che erediterai nel paese che Geova* tuo Dio ti dà per prenderne possesso. 15  “Nessun testimone singolo deve levarsi contro un uomo rispetto a qualunque errore o a qualunque peccato,+ nel caso di qualunque peccato che egli commetta. La questione dev’essere stabilita per bocca di due testimoni o per bocca di tre testimoni.+ 16  Nel caso che un testimone si levi contro un uomo architettando violenza per presentare contro di lui un’accusa di rivolta,+ 17  i due uomini che hanno la disputa devono stare allora davanti a Geova, davanti ai sacerdoti e ai giudici che saranno in carica in quei giorni.+ 18  E i giudici devono investigare con cura,+ e se il testimone è un testimone falso e ha presentato un’accusa falsa contro il suo fratello, 19  allora dovete fare a lui proprio come egli aveva architettato di fare al suo fratello,+ e devi togliere ciò che è male di mezzo a te.+ 20  Così, quelli che rimangono udranno e avranno timore, e non faranno mai più in mezzo a te alcuna cosa cattiva come questa.+ 21  E il tuo occhio non deve commiserare:+ sarà anima per anima, occhio per occhio, dente per dente, mano per mano, piede per piede.+

Note in calce

O, “tagliare”.
“Il vendicatore (goel) del sangue”: ebr. goʼèl haddàm; Vg, “il prossimo di colui il cui sangue è stato sparso”.
Lett. “colpirlo all’anima”, M; LXXBagsterVg, “colpire la sua anima”.
Vedi App. 1C (1).
“Colpa di sangue”: lett. “sangui”. Ebr. damìm.
Vedi nt. al v. 6, “sangue”.
Vedi App. 1C (1).