Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

La Bibbia online | TRADUZIONE DEL NUOVO MONDO DELLE SACRE SCRITTURE

Daniele 5:1-31

5  Riguardo a Baldassarre*+ il re, fece un grande banchetto* per mille dei suoi grandi, e di fronte ai mille beveva vino.+  Baldassarre, sotto l’effetto del vino,+ disse di portare i vasi d’oro e d’argento+ che Nabucodonosor suo padre aveva asportato dal tempio* che era a Gerusalemme, affinché vi bevessero il re e i suoi grandi, le sue concubine e le sue mogli secondarie.+  Allora portarono i vasi d’oro che avevano asportato dal tempio della casa di Dio* che era a Gerusalemme, e il re e i suoi grandi, le sue concubine e le sue mogli secondarie vi bevvero.  Bevvero vino, e lodarono gli dèi* d’oro e d’argento, di rame, di ferro, di legno e di pietra.+  In quel momento uscirono le dita di una mano d’uomo e scrivevano di fronte al candelabro sull’intonaco del muro del palazzo del re,+ e il re vedeva il dorso della mano che scriveva.  Allora, riguardo al re, il colore della sua medesima faccia si cambiò in lui, e i suoi propri pensieri lo spaventavano,+ e le giunture dei suoi fianchi si scioglievano+ e i suoi medesimi ginocchi battevano l’uno contro l’altro.+  Il re chiamava ad alta [voce, dicendo] di condurre gli evocatori, i caldei e gli astrologi.+ Il re rispondeva e diceva ai saggi di Babilonia: “L’uomo che leggerà questa scrittura e me ne mostrerà la medesima interpretazione sarà vestito di porpora,+ con una collana d’oro intorno al collo, e governerà come il terzo nel regno”.+  Allora venivano tutti i saggi del re, ma non erano abbastanza competenti da leggere la scrittura stessa o da far conoscere al re l’interpretazione.+  Di conseguenza il re Baldassarre fu molto spaventato e il colore della sua faccia si cambiava in lui; e i suoi grandi erano perplessi.+ 10  Riguardo alla regina, a causa delle parole del re e dei suoi grandi entrò direttamente nella sala del banchetto. La regina rispose e disse: “O re, continua a vivere fino a tempi indefiniti.+ Non ti spaventino i tuoi pensieri, né si cambi il colore della tua faccia. 11  Esiste nel tuo regno un uomo capace in cui è lo spirito degli dèi* santi;+ e ai giorni di tuo padre si trovarono in lui luce e perspicacia e sapienza simile alla sapienza degli dèi, e lo stesso re Nabucodonosor tuo padre lo stabilì come capo+ dei sacerdoti che praticavano la magia, degli evocatori, dei caldei [e] degli astrologi, [proprio] tuo padre, o re; 12  dato che uno spirito straordinario e conoscenza e perspicacia per interpretare sogni+ e la spiegazione di enigmi e lo sciogliere nodi si erano trovati in lui,+ in Daniele, a cui il re stesso diede nome Baltassar.+ Ora si chiami lo stesso Daniele, affinché mostri la medesima interpretazione”. 13  Pertanto lo stesso Daniele fu portato davanti al re. Il re parlava e diceva a Daniele: “Sei tu il Daniele che è degli esiliati* di Giuda,+ che il re mio padre condusse da Giuda?+ 14  Ho anche udito riguardo a te che lo spirito degli dèi* è in te,+ e che si sono trovate in te luce e perspicacia e sapienza+ straordinaria. 15  E ora mi sono stati condotti davanti i saggi [e] gli evocatori, per leggere questa medesima scrittura, per farmene conoscere anche l’interpretazione; ma non sono abbastanza competenti da mostrare la medesima interpretazione della parola.+ 16  E io stesso ho udito riguardo a te che tu puoi fornire interpretazioni+ e sciogliere gli stessi nodi. Ora, se puoi leggere la scrittura e farmene conoscere la medesima interpretazione, sarai vestito di porpora, con una collana d’oro intorno al collo, e governerai come il terzo nel regno”.+ 17  Allora Daniele rispondeva e diceva davanti al re: “I tuoi doni siano per te stesso, e i tuoi regali dalli effettivamente ad altri.+ Comunque, io leggerò la stessa scrittura al re, e gliene farò conoscere l’interpretazione.+ 18  In quanto a te, o re, lo stesso Iddio Altissimo*+ diede a Nabucodonosor tuo padre+ il regno e la grandezza e la dignità e la maestà.+ 19  E a causa della grandezza che Egli gli diede, tutti i popoli, i gruppi nazionali e le lingue tremavano e mostravano timore davanti a lui.+ Uccideva chi voleva, e colpiva* chi voleva, ed esaltava chi voleva, e umiliava chi voleva.+ 20  Ma quando il suo cuore divenne altero e il suo proprio spirito si indurì in modo da agire con presunzione,+ fu abbassato dal trono del suo regno, e la sua propria dignità gli fu tolta.+ 21  E fu cacciato dai figli del genere umano,* e il suo medesimo cuore fu reso simile a quello di una bestia, e la sua dimora fu con gli asini selvatici.+ Gli davano da mangiare la vegetazione proprio come ai tori, e il suo proprio corpo si bagnava con la rugiada dei cieli,+ finché conobbe che l’Iddio Altissimo domina* sul regno del genere umano, e che stabilisce su di esso chi vuole.+ 22  “E in quanto a te, suo figlio Baldassarre,+ non hai umiliato il tuo cuore,+ benché tu conoscessi tutto questo.+ 23  Ma ti sei esaltato contro il Signore dei cieli,*+ e ti hanno portato davanti perfino i vasi della sua casa;+ e tu stesso e i tuoi grandi, le tue concubine e le tue mogli secondarie vi avete bevuto vino, e hai lodato semplici dèi* d’argento e d’oro, di rame, di ferro, di legno e di pietra,+ che non vedono nulla né odono nulla né conoscono nulla;+ ma non hai glorificato+ l’Iddio* nella cui mano è il tuo alito*+ e a cui appartengono tutte le tue vie.+ 24  Di conseguenza è stato mandato d’innanzi a lui il dorso di una mano, ed è stata tracciata questa medesima scrittura.+ 25  E questa è la scrittura che è stata tracciata: MENE, MENE, TECHEL e PARSIN.* 26  “Questa è l’interpretazione della parola: MENE, Dio ha contato* [i giorni del] tuo regno e vi ha posto fine.*+ 27  “TECHEL, sei stato pesato* nella bilancia e sei stato trovato mancante.+ 28  “PERES, il tuo regno è stato diviso* e dato ai medi e ai persiani”.*+ 29  Allora Baldassarre comandò,* e vestirono Daniele di porpora, con una collana d’oro intorno al collo; e proclamarono* riguardo a lui che doveva divenire il terzo governante nel regno.+ 30  In quella medesima notte* Baldassarre il re caldeo fu ucciso,+ 31*  e Dario*+ il medo stesso ricevette il regno, avendo circa sessantadue anni.

Note in calce

“Baldassarre”: aram. Belshaʼtstsàr; gr. Baltàsar; sir. Belitshatsar; Vgc(lat.), Baltassar. Sulla tavoletta babilonese n. 38.299, conservata al British Museum, il nome compare come “Bel-sharusur”. In Nabonidus and Belshazzar, di R. P. Dougherty, New Haven, 1929, p. 186, si legge: “Le allusioni a Baldassarre nei testi cuneiformi hanno fatto così tanta luce sul ruolo che egli esplicò che il suo posto nella storia risulta assolutamente chiaro. Ci sono molti testi che indicano come Baldassarre fu quasi pari a Nabonedo per rango e prestigio”.
Lett. “un grande pane”. Aram. lechèm rav.
‘Il tempio’: aram. hehkhelàʼ; LXXBagster(gr.), naoù; lat. templo. Vedi nt. a Mt 23:16.
Dio”: aram. ʼElahàʼ; sir. dAʼlahaʼ.
‘Gli dèi di’: aram. leʼlahèh; sir. laʼlaheʼ.
Vedi nt. a 4:18.
Vedi nt. a 2:25.
Vedi nt. a 4:18.
‘L’Iddio Altissimo’: aram. ʼElahàʼ ʽIllaiʼà; LXXBagster(gr.), ho Theòs ho Hỳpsistos.
“Lasciava vivere”, se fatto derivare da un altro verbo di forma simile.
O, “figli degli uomini”. Aram. benèh ʼanashàʼ.
Vedi nt. a 4:17, “domina”.
“Il Signore dei cieli”: aram. mareʼ-shemaiyàʼ.
‘E . . . dèi di’: aram. weleʼlahèh.
“Ma . . . l’Iddio”: aram. welEʼlahàʼ; LXXBagster(gr.), Theòn.
“Il tuo alito”: aram. nishmethàkh. Cfr. nt. a Pr 20:27.
Lett. “Una Mina, una Mina, un Siclo e Mezzi Sicli”. Aram. Menèʼ Menèʼ Teqèl uFarsìn. Farsìn è il pl. di Perès, “mezzo siclo”.
MENE, Dio ha contato”: aram. Menèʼ menah-ʼElahàʼ.
O, “e lo ha abbandonato”.
TECHEL, sei stato pesato”: aram. Teqèl teqìltah.
PERES, il tuo regno è stato diviso”: aram. Perès perisàth malkhuthàkh. Perès è il sing. di Farsìn. Cfr. nt. al v. 25.
“Ai medi e ai persiani”: aram. leMadhài uFaràs. La parola aram. per “persiani” ha le stesse tre consonanti di Perès.
Lett. “disse”.
O, “e annunciarono”. Aram. wehakhrìzu; LXXBagster(gr.), ekèryxe; lat. praedicatum est. Vedi nt. a 3:4.
Vedi “Babilonia la Grande è caduta!” Il Regno di Dio domina! (ed. inglese), pubblicato dalla Watch Tower Bible and Tract Society, Brooklyn, 1963, nt. a p. 227; vedi anche ad, alla voce “Baldassarre”.
MLXX fanno iniziare qui il cap. 6.
“E Dario”: aram. weDhoryàwesh; LXXBagster(gr.), Darèios; lat. Darius; gr. Artaxèrxes.