Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

La Bibbia online | TRADUZIONE DEL NUOVO MONDO DELLE SACRE SCRITTURE

Colossesi 4:1-18

4  Signori, continuate a concedere ai [vostri] schiavi+ ciò che è giusto ed equo, sapendo che anche voi avete un Signore in cielo.+  Siate costanti nella preghiera,+ rimanendo svegli in essa con rendimento di grazie,+  pregando nello stesso tempo anche per noi,+ affinché Dio ci apra una porta+ per la parola, per annunciare il sacro segreto+ intorno al Cristo, per cui, infatti, io sono in legami [di prigionia];+  affinché io lo renda manifesto parlandone come devo.+  Continuate a camminare con sapienza verso quelli di fuori,+ riscattando per voi stessi il tempo opportuno.+  La vostra espressione sia sempre con grazia,*+ condita con sale,+ in modo da sapere come dare risposta+ a ciascuno.  Tutte le cose che mi riguardano ve le farà sapere Tichico,+ [mio] diletto fratello e fedele ministro e compagno di schiavitù nel Signore.  Allo scopo di farvi sapere le cose che ci concernono e affinché conforti i vostri cuori,+ ve lo mando  insieme a Onesimo,+ mio fedele e diletto fratello, che è dei vostri. Essi vi faranno sapere tutte le cose di qui. 10  Vi manda i saluti Aristarco,+ mio compagno di prigionia, e Marco+ cugino di Barnaba, (circa il quale avete ricevuto comandi di accoglierlo+ se viene da voi), 11  e Gesù chiamato Giusto, i quali sono di quelli circoncisi.* Solo questi sono miei compagni d’opera per il regno di Dio, e questi stessi son divenuti per me un aiuto rafforzante. 12  Epafra,+ che è dei vostri, schiavo di Cristo Gesù, vi manda i suoi saluti, adoperandosi sempre a vostro favore nelle [sue] preghiere, affinché siate infine compiuti+ e fermamente convinti in tutta la volontà di Dio. 13  In realtà gli rendo testimonianza che fa un grande sforzo a favore vostro e di quelli di Laodicea+ e di quelli di Ierapoli. 14  Vi manda i suoi saluti Luca,+ il diletto medico,* e Dema.+ 15  Date i miei saluti ai fratelli di Laodicea e a Ninfa e alla congregazione che è in casa sua.+ 16  E quando questa lettera sarà stata letta fra voi, disponete che sia letta+ anche nella congregazione dei laodicesi e che anche voi leggiate quella da Laodicea. 17  E dite ad Archippo:+ “Continua a vigilare sul ministero che hai accettato dal Signore, affinché tu lo compia”. 18  [Ecco] il saluto mio, di Paolo, di mia propria mano.+ Continuate a rammentare i miei legami+ [di prigionia]. L’immeritata benignità sia con voi.

Note in calce

O, “con ciò che è favorevole”.
Lett. “dalla circoncisione”.
Lett. “guaritore”. Gr. iatròs; lat. medicus.