Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

La Bibbia online | TRADUZIONE DEL NUOVO MONDO DELLE SACRE SCRITTURE

Colossesi 1:1-29

1  Paolo, apostolo di Cristo Gesù per volontà di Dio,+ e Timoteo+ [nostro] fratello  ai santi e fedeli fratelli uniti+ a Cristo [che sono] a Colosse: Abbiate immeritata benignità e pace da Dio nostro Padre.+  Noi ringraziamo+ sempre Dio, Padre del nostro Signore Gesù Cristo,* quando preghiamo* per voi,+  da che abbiamo udito della vostra fede riguardo a Cristo Gesù e dell’amore che avete* per tutti i santi+  a motivo della speranza+ che vi è riservata nei cieli.+ Di questa [speranza] avete già udito mediante l’annuncio della verità di quella buona notizia+  che si è presentata a voi, proprio come sta portando frutto+ e crescendo+ in tutto il mondo,+ come anche fra voi, dal giorno che udiste e conosceste accuratamente l’immeritata benignità+ di Dio in verità.+  Questo è ciò che avete imparato da Epafra+ nostro diletto compagno di schiavitù, che è un fedele ministro* del Cristo a nostro favore,  e che ci ha rivelato il vostro amore+ in senso spirituale.*  E per questo, dal giorno che [lo] udimmo, non abbiamo cessato di pregare per voi+ e di chiedere che siate pieni dell’accurata conoscenza+ della sua volontà in ogni sapienza+ e discernimento spirituale,+ 10  per camminare in modo degno+ di Geova*+ al fine di piacer[gli] pienamente mentre continuate a portar frutto in ogni opera buona+ e a crescere nell’accurata+ conoscenza di Dio, 11  essendo resi potenti con ogni potenza secondo il suo glorioso potere+ in modo da perseverare+ pienamente ed essere longanimi con gioia, 12  ringraziando il Padre che vi ha messi in grado di partecipare all’eredità+ dei santi+ nella luce.+ 13  Egli ci ha liberati dall’autorità+ delle tenebre e ci ha trasferiti+ nel regno+ del Figlio del suo amore,+ 14  mediante il quale abbiamo la nostra liberazione per riscatto, il perdono dei nostri peccati.+ 15  Egli è l’immagine+ dell’invisibile+ Iddio, il primogenito+ di tutta la creazione; 16  perché per mezzo di lui+ tutte le [altre]* cose furono create nei cieli e sulla terra, le cose visibili e le cose invisibili, siano essi troni o signorie o governi o autorità.+ Tutte le [altre] cose sono state create per mezzo di lui+ e per lui. 17  Ed egli è prima di tutte le [altre] cose+ e per mezzo di lui tutte le [altre] cose furono fatte esistere,+ 18  ed egli è il capo del corpo, la congregazione.+ Egli è il principio, il primogenito dai morti,+ affinché divenga colui che è primo+ in tutte le cose; 19  poiché [Dio]* ritenne bene di far dimorare in lui tutta la pienezza,+ 20  e per mezzo di lui riconciliare+ di nuovo con sé tutte le [altre] cose+ facendo la pace+ mediante il sangue+ [che egli sparse] sul palo di tortura,*+ siano esse* le cose sulla terra o le cose nei cieli. 21  In realtà, voi che una volta eravate esclusi+ e nemici perché la vostra mente era [rivolta] alle opere malvage,+ 22  egli vi ha ora riconciliati+ di nuovo mediante il corpo carnale di lui per mezzo della [sua] morte,+ per presentarvi santi e senza difetto+ e non esposti a nessuna accusa+ dinanzi a sé, 23  purché, naturalmente, rimaniate nella fede,+ stabiliti sul fondamento+ e saldi+ e non essendo smossi dalla speranza di quella buona notizia che avete udito,+ e che è stata predicata+ in tutta la creazione+ che è sotto il cielo. Di questa [buona notizia] io, Paolo, son divenuto ministro.+ 24  Ora mi rallegro nelle mie sofferenze per voi,+ e, a mia volta, ciò che manca alle tribolazioni+ del Cristo lo compio nella mia carne a favore del suo corpo, che è la congregazione.+ 25  Io sono divenuto ministro+ di questa [congregazione] secondo la gestione+ di Dio che mi fu affidata nel vostro interesse, per predicare pienamente la parola di Dio, 26  il sacro segreto+ che fu nascosto ai sistemi di cose* passati+ e alle generazioni passate. Ma ora è stato reso manifesto+ ai suoi santi, 27  ai quali Dio si è compiaciuto di far conoscere quali siano le gloriose ricchezze+ di questo sacro segreto+ fra le nazioni. Esso è Cristo+ unitamente a voi, la speranza della [sua] gloria.+ 28  Egli è colui che annunciamo,+ ammonendo ogni uomo e ammaestrando ogni uomo in ogni sapienza,+ per presentare ogni uomo compiuto*+ unitamente a Cristo. 29  A tal fine in realtà fatico, esercitandomi+ secondo l’operazione+ di lui la quale opera in me con potenza.+

Note in calce

“Cristo”, אAVgSyp; B omette.
“Sempre . . . quando preghiamo”: o, “pregando sempre”.
“Che avete”, אAVg; B omette.
O, “servitore”. Gr. diàkonos; lat. minister (da minus, “meno”); J17,18(ebr.), mesharèth, “ministro”.
Lett. “in spirito”.
“Di Geova”, J7,8; אAB(gr.), tou Kyrìou; Vg, “di Dio”. Vedi App. 1D.
“Tutte le [altre]”, come in Lu 11:41, 42.
Lett. “egli”.
Vedi App. 5C.
“Siano esse”, BD*Vg; P46אACDc, “sì, per mezzo di lui, siano esse”.
O, “ordini di cose”. Gr. aiònon; lat. saeculis; J17,22(ebr.), meʽohlamìm, “dagli ordini di cose”.
O, “completo; maturo; perfetto”. Gr. tèleion.