Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

La Bibbia online | TRADUZIONE DEL NUOVO MONDO DELLE SACRE SCRITTURE

Atti 10:1-48

10  Ora a Cesarea c’era un certo uomo di nome Cornelio, ufficiale dell’esercito*+ della coorte+ chiamata italica,  uomo devoto+ che temeva+ Dio insieme a tutta la sua casa, e faceva al popolo+ molti doni di misericordia e faceva di continuo supplicazione a Dio.+  Verso la nona ora*+ del giorno vide chiaramente in una visione+ un angelo+ di Dio venire da lui e dirgli: “Cornelio!”  L’uomo lo guardò fisso e, spaventandosi, disse: “Che c’è, Signore?” Gli disse: “Le tue preghiere+ e i tuoi doni di misericordia sono ascesi a ricordo dinanzi a Dio.+  E ora manda degli uomini a Ioppe e fa chiamare un certo Simone che è soprannominato Pietro.  Quest’uomo è ospitato da un certo Simone, un conciatore, che ha la casa presso il mare”.+  Appena l’angelo che gli parlò fu partito, egli chiamò due dei suoi domestici e un soldato devoto fra quelli che erano costantemente presso di lui,+  e narrò loro ogni cosa e li inviò a Ioppe.+  Il giorno dopo, mentre essi erano in viaggio e si avvicinavano alla città, Pietro salì sulla terrazza+ verso la sesta ora* a pregare.+ 10  Ma gli venne molta fame e voleva mangiare. Mentre preparavano, cadde in estasi+ 11  e vide il cielo aperto+ e una sorta di vaso scendere come una grande tela di lino, che veniva calata per le sue quattro estremità sulla terra; 12  e in esso c’era ogni sorta di quadrupedi e cose striscianti della terra e uccelli del cielo.+ 13  E gli giunse una voce: “Alzati, Pietro, scanna* e mangia!”+ 14  Ma Pietro disse: “Niente affatto, Signore, perché non ho mai mangiato nulla di contaminato né di impuro”.+ 15  E la voce gli [disse] di nuovo, per la seconda volta: “Smetti di chiamare contaminate+ le cose che Dio ha purificato”. 16  Questo avvenne una terza volta, e immediatamente il vaso fu ritirato in cielo.+ 17  Or mentre Pietro era fra sé molto perplesso su ciò che potesse significare la visione che aveva visto, ecco, gli uomini inviati da Cornelio avevano domandato della casa di Simone e stavano lì alla porta.+ 18  E chiamarono e domandarono se Simone soprannominato Pietro era ospitato là. 19  Mentre Pietro ripensava alla visione, lo spirito+ disse: “Ecco, tre* uomini ti stanno cercando. 20  Comunque, alzati, scendi giù e avviati con loro, non dubitando affatto, perché li ho inviati io”.+ 21  E Pietro scese dagli uomini e disse: “Ecco, sono io quello che cercate. Qual è il motivo per cui siete [qui] presenti?” 22  Dissero: “Cornelio, ufficiale dell’esercito, uomo giusto che teme Dio+ e del quale l’intera nazione dei giudei rende buona testimonianza,+ ha ricevuto divine istruzioni* da un santo angelo di farti venire alla sua casa e di udire le cose che tu hai da dire”. 23  Perciò li invitò a entrare e li ospitò. Il giorno seguente si alzò e andò con loro, e alcuni dei fratelli di Ioppe andarono con lui. 24  Il giorno appresso entrò a Cesarea. Cornelio, naturalmente, li attendeva e aveva radunato i suoi parenti e i suoi intimi amici. 25  Come Pietro entrò, Cornelio gli andò incontro, cadde ai suoi piedi e gli rese omaggio. 26  Ma Pietro lo fece levare, dicendo: “Alzati; anch’io sono un uomo”.+ 27  E conversando con lui, entrò e trovò molte persone riunite, 28  e disse loro: “Voi sapete bene come sia illecito a un giudeo unirsi o accostarsi a un uomo di un’altra razza;+ eppure Dio mi ha mostrato di non chiamare contaminato o impuro nessun uomo.+ 29  Quindi sono venuto, realmente senza obiezione, quando sono stato mandato a chiamare. Perciò domando la ragione per cui mi avete mandato a chiamare”. 30  Quindi Cornelio disse: “Quattro giorni fa, a contare da quest’ora, stavo pregando alla nona ora* nella mia casa,+ quando, ecco, mi stette davanti un uomo in veste splendente+ 31  e disse: ‘Cornelio, la tua preghiera è stata udita favorevolmente e i tuoi doni di misericordia sono stati ricordati dinanzi a Dio.+ 32  Manda dunque a Ioppe a chiamare Simone, che è soprannominato Pietro.+ Quest’uomo è ospitato nella casa di Simone, un conciatore, presso il mare’.+ 33  Perciò ti mandai subito [a chiamare], e hai fatto bene a venire qui. E adesso siamo dunque tutti presenti dinanzi a Dio per udire tutte le cose che Geova* ti ha comandato di dire”.+ 34  Allora Pietro aprì la bocca e disse: “Per certo comprendo che Dio non è parziale,+ 35  ma in ogni nazione l’uomo che lo teme e opera giustizia gli è accetto.+ 36  Egli ha mandato la parola+ ai figli d’Israele per dichiarare loro la buona notizia della pace+ per mezzo di Gesù Cristo: Questi è Signore di tutti [gli altri].+ 37  Voi conoscete l’argomento di cui si è parlato in tutta la Giudea, a cominciare dalla Galilea dopo il battesimo predicato da Giovanni,+ 38  cioè Gesù che era di Nazaret, come Dio lo unse con spirito santo+ e potenza, e andò per il paese facendo il bene e sanando tutti quelli che erano oppressi dal Diavolo;+ perché Dio era con lui.+ 39  E noi siamo testimoni di tutte le cose che egli fece sia nel paese dei giudei che a Gerusalemme; ma essi lo soppressero, appendendolo a un palo.*+ 40  Dio lo destò il terzo giorno e gli concesse di manifestarsi,+ 41  non a tutto il popolo, ma a testimoni costituiti in anticipo da Dio,+ a noi, che mangiammo e bevemmo con lui+ dopo che era sorto dai morti. 42  E ci ordinò di predicare+ al popolo e di dare completa testimonianza che questi è Colui che Dio ha decretato esser giudice dei vivi e dei morti.+ 43  A lui tutti i profeti rendono testimonianza,+ che chiunque ripone fede in lui ottiene il perdono dei peccati per mezzo del suo nome”.+ 44  Mentre Pietro stava ancora parlando di queste cose lo spirito santo cadde su tutti quelli che udivano la parola.+ 45  E i fedeli venuti con Pietro che erano di quelli circoncisi si meravigliarono, perché il gratuito dono dello spirito santo era versato anche su persone delle nazioni.+ 46  Poiché li udivano parlare in lingue e magnificare Dio.+ Allora Pietro rispose: 47  “Può qualcuno proibire l’acqua affinché non siano battezzati+ questi che hanno ricevuto lo spirito santo proprio come noi?” 48  Così comandò che fossero battezzati nel nome di Gesù Cristo.+ Allora lo pregarono di rimanere alcuni giorni.

Note in calce

O, “centurione”, comandante di cento soldati.
Circa le 15, contando dal sorgere del sole.
Circa le 12 (mezzogiorno), contando dal sorgere del sole.
O, “sacrifica”.
“Tre”, P74אACVgSyp; B, “due”.
“Ha ricevuto divine istruzioni”, אAB; J18, “ha ricevuto un comando da Geova”.
Vedi nt. al v. 3.
“Geova”, J17,18,23; P45אABC(gr.), tou Kyrìou; P74DSyp, “Dio”. Vedi App. 1D.
O, “albero; legno”. Vedi App. 5C.