Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

La Bibbia online | TRADUZIONE DEL NUOVO MONDO DELLE SACRE SCRITTURE

Aggeo 1:1-15

1  Nel secondo anno di Dario il re,+ nel sesto mese, il primo giorno del mese, la parola di Geova fu rivolta per mezzo di Aggeo+ il profeta a Zorobabele+ figlio di Sealtiel,+ governatore di Giuda,+ e a Giosuè*+ figlio di Iozadac,+ sommo* sacerdote, dicendo:  “Geova degli eserciti*+ ha detto questo: ‘Riguardo a questo popolo, hanno detto: “Il tempo non è venuto, il tempo della casa di Geova, perché sia edificata”’”.+  E la parola di Geova continuò a essere indirizzata per mezzo di Aggeo il profeta, dicendo:  “È il tempo per voi stessi di dimorare nelle vostre case rivestite di pannelli,+ mentre questa casa è devastata?+  E ora Geova degli eserciti ha detto questo: ‘Ponete il cuore alle vostre vie.+  Avete seminato molto seme, ma si riporta poco.+ Si mangia, ma non a sazietà.+ Si beve, ma non fino al punto di essere inebriati. Si indossano vesti, ma nessuno si riscalda; e chi lavora per un salario lavora per una borsa che ha buchi’”.+  “Geova degli eserciti ha detto questo: ‘Ponete il cuore alle vostre vie’.+  “‘Salite al monte,* e dovete portare legname.+ Ed edificate la casa,+ affinché io me ne compiaccia+ e sia glorificato’,+ ha detto Geova”.  “‘Si cercava molto, ma, ecco, c’era solo un poco;+ e [lo] avete portato nella casa, e io vi soffiai sopra:+ per quale ragione?’+ è l’espressione di Geova degli eserciti. ‘Per la ragione che la mia casa è devastata, mentre voi vi date da fare, ciascuno per la sua propria casa.+ 10  Perciò su di voi [i] cieli trattennero la [loro] rugiada, e la terra stessa trattenne il suo prodotto.+ 11  E chiamavo l’aridità sulla terra,* e sui monti, e sul grano, e sul vino nuovo,+ e sull’olio, e su ciò che il suolo produceva, e sull’uomo terreno,* e sull’animale domestico, e su tutta la fatica delle vostre mani’”.+ 12  E Zorobabele+ figlio di Sealtiel e Giosuè figlio di Iozadac,+ sommo sacerdote,* e tutti i rimanenti del popolo ascoltavano la voce di Geova loro Dio,*+ e le parole di Aggeo+ il profeta, in quanto Geova loro Dio l’aveva mandato; e il popolo temeva a causa di Geova.+ 13  E Aggeo il messaggero*+ di Geova continuò a dire al popolo secondo la missione del messaggero di Geova,+ dicendo: “‘Io sono con voi’,+ è l’espressione di Geova”. 14  E Geova destava lo spirito+ di Zorobabele figlio di Sealtiel, governatore di Giuda, e lo spirito* di Giosuè+ figlio di Iozadac, sommo sacerdote, e lo spirito di tutti i rimanenti del popolo; ed entravano e facevano il lavoro nella casa di Geova degli eserciti loro Dio.+ 15  Era il ventiquattresimo giorno del sesto mese del secondo anno di Dario+ il re.

Note in calce

“Giosuè”: significa “Geova è salvezza”. Lett. “Iehoshua”, M; Sy, “Ieshua”; LXXVg, “Gesù”. Vedi nt. a Eb 4:8, “Giosuè”.
O, “capo”. Lett. “grande”, MLXXVg.
“Geova degli eserciti”: ebr. Yehwàh tsevaʼòhth; gr. Kỳrios pantokràtor, “Geova Onnipotente”; Lutero (tedesco, ed. del 1964), der HERR Zèbaoth. Questa espressione ricorre 14 volte nella profezia di Aggeo.
O, “alla regione montagnosa”.
‘La terra’: o, “il paese”. Ebr. haʼàrets.
‘L’uomo terreno’: o, “il genere umano”. Ebr. haʼadhàm.
Lett. “il gran sacerdote”.
“Loro Dio”: ebr. ʼElohehhèm.
O, “angelo di”. Ebr. malʼàkh; gr. àggelos; lat. nuntius, “messaggero”.
“Spirito di”: ebr. rùach; gr. pnèuma; lat. spiritum.