Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

La Bibbia online | TRADUZIONE DEL NUOVO MONDO DELLE SACRE SCRITTURE

Abacuc 2:1-20

2  Certamente continuerò a stare al mio posto di guardia,+ e di sicuro mi manterrò sul baluardo;* e vigilerò,+ per vedere che cosa egli proferirà mediante* me+ e che cosa risponderò alla riprensione che mi sarà impartita.+  E Geova mi rispondeva e diceva: “Scrivi [la] visione, e disponila in modo chiaro su tavolette,+ affinché chi vi legge ad alta voce vi legga correntemente.*+  Poiché [la] visione è ancora per il tempo fissato,+ e continua ad ansimare sino alla fine,* e non mentirà. Anche se dovesse attardarsi, attendila; poiché si avvererà immancabilmente.+ Non tarderà.  “Ecco, la sua anima* si è gonfiata;+ non è stata retta dentro di lui.* Ma in quanto al giusto, continuerà a vivere per la sua fedeltà.+  E in realtà, poiché il vino agisce a tradimento,+ l’uomo robusto è millantatore;+ e non raggiungerà la sua meta,+ colui che ha reso la sua anima spaziosa proprio come lo Sceol,* e che è come la morte e non si può saziare.+ E continua a raccogliere a sé tutte le nazioni e a radunare a sé tutti i popoli.+  Non eleveranno contro di lui questi medesimi, tutti quanti, un’espressione proverbiale+ e un’osservazione allusiva, insinuazioni su di lui? E si dirà: “‘Guai a colui che moltiplica ciò che non è suo+ — oh fino a quando!+ — e che rende pesante il debito su di sé!  Non si leveranno all’improvviso quelli che reclamano da te interesse, e non si sveglieranno quelli che ti scuotono con violenza, e certamente diverrai per loro qualcosa da saccheggiare?+  Poiché tu stesso spogliasti molte nazioni, tutti quelli che rimarranno dei popoli spoglieranno te,+ a causa dello spargimento di sangue del genere umano* e della violenza [fatta] alla terra, [alla] città e a tutti quelli che vi dimorano.+  “‘Guai a colui che fa guadagno iniquo per la sua casa,+ per porre in alto il suo nido, per liberarsi dalla presa* di ciò che è calamitoso!+ 10  Hai consigliato alla tua casa qualcosa di vergognoso, la recisione di molti popoli;+ e la tua anima pecca.+ 11  Poiché dal muro una pietra stessa griderà lamentosamente, e dal legname una trave* stessa le risponderà.+ 12  “‘Guai a colui che edifica una città con lo spargimento di sangue,* e che ha solidamente stabilito una città con l’ingiustizia!+ 13  Ecco, non è da Geova degli eserciti* che i popoli faticheranno solo per il fuoco, e che i gruppi nazionali si stancheranno semplicemente per nulla?+ 14  Poiché la terra sarà piena della conoscenza della gloria di Geova* come le acque stesse coprono [il] mare.+ 15  “‘Guai a colui che dà ai suoi compagni qualcosa da bere, unendo [a esso] il tuo furore* e la tua ira, per render[li] ebbri,+ allo scopo di guardare le loro parti vergognose.+ 16  Certamente ti sazierai di disonore anziché di gloria.+ Bevi anche tu, tu stesso,+ e sii considerato incirconciso.+ Il calice della destra di Geova* andrà intorno fino a te,+ e sulla tua gloria ci sarà l’onta; 17  perché ti coprirà la violenza [fatta] al Libano,+ e la rapacità sopra [le] bestie che le atterrisce, a causa dello spargimento di sangue del genere umano* e della violenza [fatta] alla terra,+ [alla] città e a tutti quelli che vi dimorano.+ 18  Di quale beneficio è stata l’immagine scolpita,+ quando il formatore d’essa l’ha scolpita, la statua di metallo fuso e l’insegnante di falsità?+ quando il formatore della sua forma ha confidato in essa,+ fino al punto di fare dèi che non valgono nulla* [e] che non possono parlare?+ 19  “‘Guai a colui che dice al pezzo di legno: “Oh svegliati!” alla pietra muta: “Oh destati! Essa stessa darà istruzione”!+ Ecco, è rivestita d’oro e d’argento,+ e in mezzo ad essa non c’è alcun respiro.*+ 20  Ma Geova* è nel suo santo tempio.*+ Fa silenzio dinanzi a lui, terra tutta!’”+

Note in calce

“Baluardo”: ebr. matsòhr; gr. pètran, e sir. kiʼfaʼ, “roccia”; lat. munitionem, “fortificazione”.
O, “con; a”.
“Vi legga correntemente”: lett. “corra”.
“Ed è una rivelazione per la fine”, con una lieve correzione.
“La sua anima”: Ebr. nafshòh; lat. anima. Vedi App. 4A.
“Se qualcuno torna indietro, la mia anima [gr. psychè] non ha piacere in lui”, LXX.
“Come lo Sceol”: ebr. kishʼòhl; gr. hàides; sir. shiul; lat. infernus. Vedi App. 4B.
“Genere umano”: o, “uomini terreni”. Ebr. ʼadhàm, sing. ma in senso collettivo.
Lett. “dalla palma”. Ebr. mikkàf.
Forse, “la decorazione a stucco”.
Lett. “con sangui”.
“Da Geova degli eserciti”, MT; Vg, “dal Signore [Geova] degli eserciti”; LXX, “da Geova Onnipotente”.
Vedi App. 1C (2).
“Unendo [a esso] il tuo furore”: ebr. מספ]ח[ חמתך; omettendo la possibile dittografia della ח, “dalla scodella [o, coppa] del tuo furore”.
Vedi App. 1C (2).
“Genere umano”: o, “uomo terreno”. Ebr. ʼadhàm.
O, “dèi senza valore”. Ebr. ʼelilìm; LXX, “idoli”.
“Respiro”: ebr. rùach; gr. pnèuma; lat. spiritus.
Vedi App. 1C (2).
O, “nel tempio della sua santità”. Ebr. behehkhàl qodhshòh; gr. naòi hagìoi. Vedi nt. a Mt 23:16.