Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

La Bibbia online | TRADUZIONE DEL NUOVO MONDO DELLE SACRE SCRITTURE

Giosuè 21:1-45

21  I capi dei padri dei leviti si accostarono ora a Eleazaro+ il sacerdote e a Giosuè+ figlio di Nun e ai capi dei padri delle tribù dei figli d’Israele,  e parlavano loro a Silo+ nel paese di Canaan, dicendo: “Geova comandò per mezzo di Mosè che ci fossero date delle città per dimorarvi, insieme ai loro pascoli per i nostri animali domestici”.+  I figli d’Israele diedero dunque ai leviti,+ per ordine di Geova, queste città e i loro pascoli dalla loro eredità.+  Uscì quindi la sorte per le famiglie dei cheatiti,+ e tredici città appartennero ai figli di Aaronne il sacerdote, dei leviti, a sorte, dalla tribù di Giuda+ e dalla tribù dei simeoniti+ e dalla tribù di Beniamino.+  E per i restanti figli di Cheat+ ci furono a sorte dieci città dalle famiglie della tribù* di Efraim+ e dalla tribù di Dan+ e dalla mezza tribù di Manasse.+  E per i figli di Gherson+ ci furono a sorte tredici città dalle famiglie della tribù di Issacar+ e dalla tribù di Aser+ e dalla tribù di Neftali+ e dalla mezza tribù di Manasse in Basan.+  Per i figli di Merari+ secondo le loro famiglie ci furono dodici città dalla tribù di Ruben+ e dalla tribù di Gad+ e dalla tribù di Zabulon.+  I figli d’Israele diedero così ai leviti queste città e i loro pascoli+ a sorte,+ proprio come Geova aveva comandato per mezzo di Mosè.+  Diedero dunque dalla tribù dei figli di Giuda e dalla tribù dei figli di Simeone queste città che furono chiamate per nome,+ 10  e appartennero ai figli di Aaronne dalle famiglie dei cheatiti dei figli di Levi, perché la prima sorte fu la loro.+ 11  Così diedero loro Chiriat-Arba+ ([essendo tale Arba] il padre di Anac),+ vale a dire Ebron,+ nella regione montagnosa di Giuda,+ e il suo pascolo tutt’intorno; 12  e il campo della città e i suoi abitati li diedero come possedimento a Caleb figlio di Iefunne.+ 13  E ai figli di Aaronne il sacerdote diedero la città di rifugio+ per l’omicida,+ cioè Ebron,+ e il suo pascolo, anche Libna+ e il suo pascolo, 14  e Iattir+ e il suo pascolo, ed Estemoa+ e il suo pascolo, 15  e Olon*+ e il suo pascolo, e Debir+ e il suo pascolo, 16  e Ain*+ e il suo pascolo, e Iutta+ e il suo pascolo, Bet-Semes+ e il suo pascolo; nove città da queste due tribù. 17  E dalla tribù di Beniamino, Gabaon+ e il suo pascolo, Gheba+ e il suo pascolo, 18  Anatot+ e il suo pascolo, e Almon*+ e il suo pascolo; quattro città. 19  Tutte le città dei figli di Aaronne,+ i sacerdoti, furono tredici città e i loro pascoli.+ 20  E per le famiglie dei figli di Cheat, i restanti leviti dei figli di Cheat, ci furono a sorte le città dalla tribù di Efraim.+ 21  Diedero loro pertanto la città di rifugio+ per l’omicida,+ cioè Sichem,+ e il suo pascolo+ nella regione montagnosa di Efraim, e Ghezer+ e il suo pascolo, 22  e Chibzaim*+ e il suo pascolo, e Bet-Oron+ e il suo pascolo; quattro città. 23  E dalla tribù di Dan, Elteche e il suo pascolo, Ghibbeton+ e il suo pascolo, 24  Aialon+ e il suo pascolo, Gat-Rimmon+ e il suo pascolo; quattro città. 25  E dalla mezza tribù di Manasse, Taanac+ e il suo pascolo, e Gat-Rimmon e il suo pascolo; due città. 26  Tutte le città insieme ai loro pascoli che ebbero le restanti famiglie dei figli di Cheat furono dieci. 27  E per i figli di Gherson,+ delle famiglie dei leviti, ci fu dalla mezza tribù di Manasse+ la città di rifugio per l’omicida, cioè Golan,+ in Basan, e il suo pascolo, e Beestera*+ e il suo pascolo; due città. 28  E dalla tribù di Issacar,+ Chision+ e il suo pascolo, Daberat+ e il suo pascolo, 29  Iarmut*+ e il suo pascolo, En-Gannim+ e il suo pascolo; quattro città. 30  E dalla tribù di Aser,+ Misal+ e il suo pascolo, Abdon+ e il suo pascolo, 31  Elcat+ e il suo pascolo, e Reob+ e il suo pascolo; quattro città. 32  E dalla tribù di Neftali,+ la città di rifugio+ per l’omicida,+ cioè Chedes+ in Galilea,* e il suo pascolo, e Ammot-Dor+ e il suo pascolo, e Cartan* e il suo pascolo; tre città. 33  Tutte le città dei ghersoniti secondo le loro famiglie furono tredici città e i loro pascoli. 34  E le famiglie dei figli di Merari,+ i restanti leviti, ebbero dalla tribù di Zabulon+ Iocneam+ e il suo pascolo, Carta e il suo pascolo, 35  Dimna*+ e il suo pascolo, Naalal+ e il suo pascolo; quattro città. 36  E dalla tribù di Ruben,+ Bezer+ e il suo pascolo, e Iaaz+ e il suo pascolo, 37  Chedemot+ e il suo pascolo, e Mefaat+ e il suo pascolo; quattro città.* 38  E dalla tribù di Gad,+ la città di rifugio per l’omicida, cioè Ramot in Galaad,+ e il suo pascolo, e Maanaim+ e il suo pascolo, 39  Esbon+ e il suo pascolo, Iazer+ e il suo pascolo; quattro città in tutto. 40  Tutte le città che appartennero ai figli di Merari+ secondo le loro famiglie, che erano restate dalle famiglie dei leviti, furono, come loro sorte, dodici città. 41  Tutte le città dei leviti in mezzo al possedimento dei figli d’Israele furono quarantotto città+ insieme ai loro pascoli.+ 42  Queste città furono ciascuna una città insieme al suo pascolo tutt’intorno a essa: così per tutte queste città.+ 43  Geova diede dunque a Israele tutto il paese che aveva giurato di dare ai loro antenati,+ ed essi ne prendevano possesso+ e vi dimoravano. 44  Inoltre, Geova diede loro riposo+ d’ogni intorno, secondo tutto ciò che aveva giurato+ ai loro antenati, e nemmeno uno di tutti i loro nemici tenne loro testa.+ Tutti i loro nemici Geova li diede nella loro mano.+ 45  Nemmeno una promessa venne meno di tutta la buona promessa che Geova aveva fatto alla casa d’Israele; si avverò tutta.+

Note in calce

Secondo il M; LXXSyVg, “dalla tribù di”.
“Ilen” in 1Cr 6:58.
“Alemet” in 1Cr 6:60.
“Iocmeam” in 1Cr 6:68.
“Astarot” in 1Cr 6:71.
“Remet” in 19:21; “Ramot” in 1Cr 6:73.
Vedi nt. a 20:7, “Galilea”.
“Chiriataim” in 1Cr 6:76.
“Rimmono” in 1Cr 6:77.
I vv. 36, 37 seguono alcuni mss. ebr., LXXSyVgc e 1Cr 6:63, 78, 79 (Sy nomina queste quattro città, a cominciare dal v. 34); Al, Ca e Leningrado B 19A omettono i vv. 36, 37, evidentemente a causa dell’errore di uno scriba dovuto al fatto che i vv. 35 e 37 finiscono entrambi con “quattro città”.