Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

La Bibbia online | TRADUZIONE DEL NUOVO MONDO DELLE SACRE SCRITTURE

Giosuè 11:1-23

11  E avvenne che appena Iabin re di Hazor l’ebbe udito, mandava [un messaggio] a Iobab re di Madon+ e al re di Simron e al re di Acsaf,+  e ai re che erano a nord nella regione montagnosa e nelle pianure desertiche a sud di Cinneret+ e nella Sefela+ e sulle creste di Dor+ a ovest,  ai cananei+ a oriente e a occidente, e agli amorrei+ e agli ittiti+ e ai ferezei+ e ai gebusei+ nella regione montagnosa e agli ivvei+ ai piedi dell’Ermon+ nel paese di Mizpa.+  Uscirono, dunque, essi e tutti i loro accampamenti con loro, un popolo così numeroso come i granelli di sabbia che sono sulla spiaggia del mare per moltitudine,+ e moltissimi cavalli+ e carri da guerra.  Quindi tutti questi re si diedero convegno e vennero ad accamparsi insieme presso le acque di Merom per combattere contro Israele.+  A ciò Geova disse a Giosuè: “Non aver timore per causa loro,+ poiché domani verso quest’ora li abbandonerò tutti uccisi a Israele. Ai loro cavalli taglierai i garretti+ e i loro carri li brucerai nel fuoco”.+  E Giosuè e tutta la gente di guerra con lui venivano di sorpresa contro di loro lungo le acque di Merom e piombavano su di loro.  Geova li diede quindi in mano a Israele,+ e li colpivano e li inseguivano fino alla popolosa Sidone+ e a Misrefot-Maim+ e alla pianura della valle di Mizpe+ ad oriente; e continuarono a colpirli fino a non farne rimanere alcun superstite.+  Dopo ciò Giosuè fece loro proprio come Geova gli aveva detto: ai loro cavalli tagliò i garretti+ e i loro carri li bruciò nel fuoco.+ 10  Per di più, in quel tempo+ Giosuè tornò indietro e catturò Hazor;+ e ne abbatté il re con la spada,+ perché prima di ciò Hazor era stata il capo di tutti questi regni. 11  E colpivano* tutte le anime che erano in essa col taglio della spada, votando[le] alla distruzione.*+ Non si lasciò nessuna cosa che respirava,+ ed egli bruciò Hazor nel fuoco. 12  E tutte le città di questi re e tutti i loro re Giosuè li catturò e li colpiva col taglio della spada.+ Li votò alla distruzione,+ proprio come Mosè servitore di Geova aveva comandato.+ 13  Solo tutte le città che stavano sui loro propri tumuli Israele non bruciò, eccetto Hazor, l’unica che fu veramente bruciata da Giosuè. 14  E i figli d’Israele predarono per sé tutte le spoglie di queste città e gli animali domestici.+ Solo tutto il genere umano colpirono col taglio della spada fino ad annientarlo.+ Non lasciarono rimanere nessuno che respirava.+ 15  Proprio come Geova aveva comandato a Mosè suo servitore, così Mosè comandò a Giosuè+ e così Giosuè fece. Non tolse una parola di tutto ciò che Geova aveva comandato a Mosè.+ 16  E Giosuè prendeva tutto questo paese, la regione montagnosa e tutto il Negheb+ e tutto il paese di Gosen+ e la Sefela+ e l’Araba+ e la regione montagnosa d’Israele e la sua Sefela,+ 17  dal monte Halac,+ che sale verso Seir,+ e fino a Baal-Gad+ nella pianura della valle del Libano ai piedi del monte Ermon,+ e catturò tutti i loro re e li colpì e li mise a morte.+ 18  Giosuè fece guerra a tutti questi re per molti giorni. 19  Non ci fu città che facesse pace con i figli d’Israele salvo gli ivvei+ che abitavano a Gabaon.+ Tutte le altre le presero con la guerra.+ 20  Poiché fu proposito di Geova lasciare che il loro cuore divenisse ostinato+ in modo da dichiarare guerra contro Israele, per votarli alla distruzione, affinché non fossero considerati con favore,+ ma per annientarli, proprio come Geova aveva comandato a Mosè.+ 21  Per di più, in quel particolare tempo Giosuè andò a stroncare gli anachim+ dalla regione montagnosa, da Ebron, da Debir, da Anab+ e da tutta la regione montagnosa di Giuda e da tutta la regione montagnosa di Israele.+ Giosuè li votò alla distruzione insieme alle loro città.+ 22  Nel paese dei figli d’Israele non si lasciò nessuno degli anachim. Rimasero+ solo a Gaza,+ a Gat+ e ad Asdod.+ 23  Giosuè prese dunque tutto il paese, secondo tutto ciò che Geova aveva promesso a Mosè,+ e Giosuè lo diede quindi in eredità a Israele secondo le loro parti, per tribù.+ E il paese non fu disturbato dalla guerra.+

Note in calce

“Colpivano”, MLXXB; LXXASyVg, “colpiva”.
“Votando[le] alla distruzione”: in ebr. questo è un verbo all’infinito assoluto, indefinito in quanto al tempo e impersonale.