Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

La Bibbia online | TRADUZIONE DEL NUOVO MONDO DELLE SACRE SCRITTURE

Giosuè 1:1-18

1  E dopo la morte di Mosè, servitore* di Geova, avvenne che Geova diceva a Giosuè*+ figlio di Nun, ministro*+ di Mosè:  “Mosè mio servitore è morto;+ e ora levati, passa questo Giordano, tu e tutto questo popolo, [per entrare] nel paese che io do loro, ai figli d’Israele.+  Ogni luogo che la pianta del vostro piede calcherà, certamente ve lo darò, proprio come promisi a Mosè.+  Il vostro territorio si estenderà dal deserto e da* questo Libano al gran fiume, il fiume Eufrate, cioè tutto il paese degli ittiti,+ e fino al Mar Grande dove tramonta il sole.+  Nessuno ti potrà tener testa per tutti i giorni della tua vita.+ Proprio come mostrai d’essere con Mosè, mostrerò d’essere con te.+ Non ti abbandonerò né ti lascerò interamente.+  Sii coraggioso e forte,+ poiché tu sei colui che farà ereditare+ a questo popolo il paese che giurai ai loro antenati di dar loro.+  “Solo sii coraggioso e molto forte per aver cura di fare secondo tutta la legge che Mosè mio servitore ti ha comandato.+ Non deviare da essa né a destra né a sinistra,+ affinché tu agisca con saggezza dovunque tu vada.+  Questo libro della legge non si deve allontanare dalla tua bocca,+ e vi devi leggere sottovoce giorno e notte, per aver cura di fare secondo tutto ciò che c’è scritto;+ poiché allora avrai successo nella tua via e allora agirai con saggezza.+  Non ti ho io comandato?+ Sii coraggioso e forte. Non provare spavento e non ti atterrire,+ poiché Geova tuo Dio è con te dovunque tu vada”.+ 10  E Giosuè comandava agli ufficiali del popolo, dicendo: 11  “Passate in mezzo al campo e comandate al popolo, dicendo: ‘Preparatevi le provviste, perché fra tre giorni attraverserete questo Giordano per andare a impossessarvi del paese che Geova vostro Dio vi dà per prenderne possesso’”.+ 12  E ai rubeniti e ai gaditi e alla mezza tribù di Manasse Giosuè disse: 13  “Si ricordi* la parola che Mosè servitore di Geova vi comandò,+ dicendo: ‘Geova vostro Dio vi dà riposo e vi ha dato questo paese. 14  Le vostre mogli, i vostri piccoli e il vostro bestiame dimoreranno nel paese che Mosè vi ha dato da questa parte del Giordano;+ ma voi passerete in formazione di battaglia+ davanti ai vostri fratelli, tutti gli uomini potenti e valorosi,+ e li dovete aiutare. 15  Solo quando Geova dà riposo ai vostri fratelli come a voi e anch’essi hanno preso possesso del paese che Geova vostro Dio dà loro,+ allora dovete tornare al paese che vi appartiene e prenderne possesso,+ quello che Mosè servitore di Geova vi ha dato dalla parte del Giordano verso il levar del sole’”.+ 16  Pertanto risposero a Giosuè, dicendo: “Tutto ciò che ci hai comandato faremo, e dovunque tu ci mandi andremo.+ 17  Come ascoltammo Mosè in ogni cosa, così ascolteremo te. Solo Geova tuo Dio mostri d’essere con te+ proprio come mostrò d’essere con Mosè.+ 18  Qualunque uomo che si comporti in modo ribelle contro il tuo ordine+ e non ascolti le tue parole in tutto ciò che gli comandi sarà messo a morte.+ Solo sii coraggioso e forte”.+

Note in calce

O, “schiavo”.
“Giosuè”: ebr. Yehohshùaʽ, “Iehoshua”, che significa “Geova è salvezza”; gr. Ἰησοῖ (Iesòi, “Gesù”); Sy, “Ieshua”; Vgc, “Iosue”. Vedi nt. a Ge 49:18, “salvezza”; nt. a Eb 4:8, “Giosuè”.
O, “servitore”. Ebr. mesharèth; lat. ministrum.
“E da”: forse, “fino a”.
“Si ricordi”: in ebr. questo verbo è all’infinito assoluto, indefinito in quanto al tempo e impersonale.