Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

La Bibbia online | TRADUZIONE DEL NUOVO MONDO DELLE SACRE SCRITTURE

2 Samuele 7:1-29

7  E avvenne che, quando il re dimorava nella sua propria casa+ e Geova stesso gli aveva dato riposo da tutti i suoi nemici all’intorno,+  il re disse dunque a Natan+ il profeta: “Vedi, ora, io dimoro in una casa di cedri+ mentre l’arca del [vero] Dio dimora in mezzo a teli di tenda”.+  A ciò Natan disse al re: “Tutto ciò che è nel tuo cuore, va, fallo,+ perché Geova è con te”.  E avvenne che quella notte la parola+ di Geova fu indirizzata a Natan, dicendo:  “Va, e devi dire al mio servitore Davide: ‘Geova ha detto questo: “Devi tu stesso edificarmi una casa perché io vi dimori?+  Poiché io non ho dimorato in una casa dal giorno che feci salire i figli d’Israele dall’Egitto fino a questo giorno,+ ma camminavo+ di continuo in una tenda+ e in un tabernacolo.+  Durante tutto il tempo che ho camminato fra tutti i figli d’Israele,+ ci fu una parola che io pronunciassi ad alcuna delle tribù* d’Israele+ a cui avevo comandato di pascere il mio popolo Israele, dicendo: ‘Perché non mi avete edificato una casa di cedri?’”’  E ora al mio servitore Davide dirai questo: ‘Geova degli eserciti ha detto questo: “Io stesso ti presi dal pascolo, dal seguire il gregge,+ perché tu divenissi condottiero+ sul mio popolo Israele.  E mostrerò d’essere con te dovunque realmente andrai,+ e di sicuro stroncherò tutti i tuoi nemici d’innanzi a te;+ e certamente ti farò un nome grande,+ come il nome dei grandi che sono sulla terra. 10  E certamente assegnerò un luogo+ per il mio popolo Israele e lo pianterò,+ e realmente risiederà dov’è, e non sarà più turbato; e i figli di ingiustizia non lo affliggeranno più come fecero in principio,+ 11  fin dal giorno che posi dei giudici+ al comando del mio popolo Israele; e di sicuro ti darò riposo da tutti i tuoi nemici.+ “‘“E Geova ti ha dichiarato che una casa+ è ciò che Geova ti farà. 12  Quando i tuoi giorni si saranno compiuti,+ e dovrai giacere con i tuoi antenati,+ allora certamente susciterò dopo di te il tuo seme, che uscirà dalle tue parti interiori; e in realtà stabilirò fermamente il suo regno.+ 13  Egli è colui che edificherà una casa al mio nome,+ e io di sicuro stabilirò fermamente il trono del suo regno a tempo indefinito.+ 14  Io stesso diverrò suo padre,+ ed egli stesso diverrà mio figlio.+ Quando agirà male, allora di sicuro lo riprenderò con la verga+ degli uomini e con i colpi dei figli di Adamo.* 15  In quanto alla mia amorevole benignità,* non si allontanerà da lui come la ritirai da Saul,+ che rimossi a motivo tuo. 16  E la tua casa e il tuo regno saranno certamente saldi a tempo indefinito davanti a te; il tuo medesimo trono diverrà fermamente stabilito a tempo indefinito”’”.+ 17  Natan parlò a Davide secondo tutte queste parole e secondo tutta questa visione.+ 18  Allora il re Davide entrò e si sedette dinanzi a Geova e disse: “Chi sono io,+ o Sovrano Signore Geova? E che cos’è la mia casa, che mi hai portato fin qui? 19  E come se questo fosse poca cosa ai tuoi occhi, o Sovrano Signore Geova, ancora parli riguardo alla casa del tuo servitore pure fino a un lontano tempo futuro; e questa è la legge data per il genere umano,*+ o Sovrano Signore Geova.+ 20  E che altro può Davide aggiungere e proferirti, quando tu stesso conosci bene il tuo servitore,+ o Sovrano Signore Geova? 21  Per amore della tua parola+ e secondo il tuo proprio cuore+ hai fatto tutte queste grandi cose per farle conoscere al tuo servitore.+ 22  Perciò sei davvero grande,+ o Sovrano Signore Geova; poiché non c’è nessun altro simile a te,+ e non c’è Dio all’infuori di te+ fra tutti quelli dei quali abbiamo udito con i nostri orecchi. 23  E quale unica* nazione sulla terra è simile al tuo popolo Israele,+ che Dio andò a redimere a sé come popolo+ e ad assegnarsi un nome+ e a fare per loro* cose grandi e tremende:+ scacciare* a causa del tuo popolo, che hai redento+ a te stesso dall’Egitto, le nazioni e i loro dèi? 24  E ti stabilivi il tuo popolo Israele+ fermamente come tuo popolo a tempo indefinito; e tu stesso, o Geova, sei divenuto il loro Dio.+ 25  “E ora, Geova Dio,* esegui la parola che hai pronunciato riguardo al tuo servitore e riguardo alla sua casa a tempo indefinito e fa proprio come hai parlato.+ 26  E il tuo proprio nome divenga grande a tempo indefinito,+ dicendo: ‘Geova degli eserciti è Dio su Israele’,+ e la medesima casa del tuo servitore Davide divenga fermamente stabilita dinanzi a te.+ 27  Poiché tu, Geova degli eserciti, Dio d’Israele, hai fatto una rivelazione all’orecchio del tuo servitore, dicendo: ‘Ti edificherò una casa’.+ Perciò il tuo servitore ha preso a cuore* di pregarti con questa preghiera.+ 28  E ora, o Sovrano Signore Geova, tu sei il [vero] Dio; e in quanto alle tue parole, mostrino d’essere verità,*+ giacché prometti al tuo servitore questa bontà.+ 29  E ora assumiti l’impegno di benedire+ la casa del tuo servitore [perché essa] duri a tempo indefinito dinanzi a te;+ poiché tu stesso, o Sovrano Signore Geova, hai promesso, e a motivo della tua benedizione la casa del tuo servitore sia benedetta a tempo indefinito”.+

Note in calce

“Tribù”, MSyVg; in 1Cr 17:6, “giudici”.
Lett. “di un uomo terreno”. Ebr. ʼadhàm; LXXSyVg, “degli uomini”.
O, “amore leale”.
“Il genere umano”: ebr. haʼadhàm; LXX, “l’uomo”; lat. Adam.
“Unica”, MSy; LXX, “altra”.
“Per loro”, quattro mss. ebr. (cfr. SyVg); M, “per voi”.
“Scacciare”, in armonia con i LXX e 1Cr 17:21; M, “per il tuo paese”; Vg, “sopra la terra”.
“Geova Dio”: ebr. Yehwàh ʼElohìm; la prima volta che ricorre dopo Eso 9:30.
Lett. “ha trovato il suo cuore”.
O, “vere”. Ebr. ʼemèth.