Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

La Bibbia online | TRADUZIONE DEL NUOVO MONDO DELLE SACRE SCRITTURE

2 Samuele 6:1-23

6  E Davide raccoglieva di nuovo tutti gli uomini scelti d’Israele,+ trentamila.  Quindi Davide e tutto il popolo che era con lui si levarono e andarono a Baale-Giuda+ per far salire da lì l’arca+ del [vero] Dio, dove si invoca un nome, il nome+ di Geova degli eserciti,+ che siede sui cherubini.+  Comunque, fecero montare l’arca del [vero] Dio su un carro nuovo,+ per portarla dalla casa di Abinadab,+ che era sul colle; e Uzza e Ahio,+ figli di Abinadab, conducevano il carro nuovo.  Lo portarono dunque dalla casa di Abinadab, che era sul colle, con l’arca del [vero] Dio; e Ahio camminava davanti all’Arca.  E Davide e tutta la casa d’Israele festeggiavano dinanzi a Geova con ogni sorta di strumenti di legno di ginepro e con arpe+ e con strumenti a corda+ e con tamburelli+ e con sistri* e con cembali.+  E gradualmente giunsero fino all’aia di Nacon,* e Uzza+ stese ora [la mano] verso l’arca del [vero] Dio e l’afferrò,+ poiché i bovini quasi la fecero rovesciare.  Allora l’ira di Geova+ divampò contro Uzza e il [vero] Dio lo abbatté+ lì per l’atto irriverente, così che morì lì presso l’arca del [vero] Dio.+  E Davide si adirò per il fatto che Geova aveva fatto irruzione in una rottura contro Uzza, e quel luogo fu chiamato Perez-Uzza* fino a questo giorno.+  E Davide quel giorno ebbe timore di Geova+ e diceva: “Come verrà da me l’arca di Geova?”+ 10  E Davide non voleva portare l’arca di Geova presso di sé nella Città di Davide.+ Davide la fece dunque portare nella casa di Obed-Edom+ il gattita.+ 11  E l’arca di Geova continuò a dimorare nella casa di Obed-Edom il gattita per tre mesi; e Geova benediceva+ Obed-Edom e tutta la sua casa.+ 12  Infine fu riferito al re Davide, dicendo: “Geova ha benedetto la casa di Obed-Edom e tutto ciò che è suo a causa dell’arca del [vero] Dio”. Allora Davide andava e faceva salire l’arca del [vero] Dio dalla casa di Obed-Edom alla Città di Davide con allegrezza.+ 13  E avvenne che quando i portatori+ dell’arca di Geova ebbero fatto sei passi, egli sacrificò immediatamente un toro e un [animale] ingrassato.+ 14  E Davide danzava in giro con tutta la sua potenza dinanzi a Geova, mentre Davide era cinto di un efod+ di lino. 15  E Davide e tutta la casa d’Israele facevano salire l’arca+ di Geova con urla di gioia+ e suono di corno.+ 16  E accadde che quando l’arca di Geova entrò nella Città di Davide, Mical,+ figlia di Saul, guardò giù dalla finestra e vedeva il re Davide che saltava e danzava in giro dinanzi a Geova; e in cuor suo+ cominciò a disprezzarlo.+ 17  Portarono dunque l’arca di Geova e la posero nel suo luogo dentro la tenda che Davide aveva piantato per essa;+ dopo di che Davide offrì sacrifici bruciati+ e sacrifici di comunione+ dinanzi a Geova. 18  Quando Davide ebbe finito di offrire i sacrifici bruciati e i sacrifici di comunione, benedisse+ quindi il popolo nel nome di Geova+ degli eserciti. 19  Inoltre, distribuì+ a tutto il popolo, all’intera folla d’Israele, sia uomo che donna, a ciascuno una focaccia di pane a ciambella e una schiacciata di datteri e una schiacciata d’uva secca,+ dopo di che tutto il popolo andò ciascuno alla sua propria casa. 20  Davide ora tornò a benedire la sua propria casa,+ e Mical,+ figlia di Saul, uscì incontro a Davide e quindi disse: “Come si è reso glorioso oggi+ il re d’Israele quando oggi si è scoperto agli occhi delle schiave dei suoi servitori, proprio come si scopre interamente uno degli uomini dalla testa vuota!”*+ 21  A ciò Davide disse a Mical: “È stato dinanzi a Geova, che* ha scelto me invece di tuo padre e di tutta la sua casa per mettermi al comando+ come condottiero su Israele, popolo di Geova, e certamente festeggerò dinanzi a Geova.+ 22  E di sicuro mi farò stimare ancor meno di così,+ e per certo diverrò basso ai miei* occhi; e presso le schiave che tu hai menzionato, presso di loro ho deciso di glorificarmi”.+ 23  Così, in quanto a Mical,+ figlia di Saul, non ebbe nessun figlio fino al giorno della sua morte.

Note in calce

O, “raganelle musicali”.
“Chidon” in 1Cr 13:9.
Significa “rottura contro Uzza”.
“Uomini dalla testa vuota”, M; LXX, “danzatori”.
“È stato dinanzi a Geova, che”, M; LXX, “Dinanzi a Geova danzerò. Benedetto sia Geova, che”.
“Miei”, MSyVg; LXX, “tuoi”.