Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

La Bibbia online | TRADUZIONE DEL NUOVO MONDO DELLE SACRE SCRITTURE

2 Samuele 5:1-25

5  A suo tempo tutte le tribù d’Israele vennero da Davide+ a Ebron+ e dissero: “Ecco, noi stessi siamo tuo osso e tua carne.+  Sia ieri che in precedenza+ mentre Saul era re su di noi, tu stesso divenisti colui che faceva uscire ed entrare Israele.+ E Geova ti diceva: ‘Tu stesso pascerai+ il mio popolo Israele, e tu stesso diverrai condottiero+ su Israele’”.  Tutti gli anziani+ d’Israele vennero dunque a Ebron dal re, e il re Davide concluse con loro un patto+ dinanzi a Geova a Ebron; dopo di che unsero+ Davide come re su Israele.*+  Davide aveva trent’anni quando divenne re. Regnò per quarant’anni.+  A Ebron regnò su Giuda sette anni e sei mesi+ e a Gerusalemme+ regnò trentatré anni su tutto Israele e su Giuda.  Di conseguenza il re e i suoi uomini andarono a Gerusalemme contro i gebusei+ che abitavano nel paese, ed essi dicevano a Davide: “Tu non entrerai qui, ma i ciechi e gli zoppi certamente ti respingeranno”,+ pensando: “Davide non entrerà qui”.  Ciò nonostante, Davide catturava la fortezza di Sion,+ cioè la Città di Davide.+  Davide disse dunque quel giorno: “Chiunque colpisca i gebusei+ si incontri, per mezzo del tunnel dell’acqua,+ sia con gli zoppi che con i ciechi, odiosi all’anima di Davide!” Perciò dicono: “Il cieco e lo zoppo non entreranno nella casa”.  E Davide prese a dimorare nella fortezza, e fu chiamata la Città di Davide; e Davide edificava tutt’intorno dal Terrapieno*+ in dentro. 10  Così Davide continuò a divenire sempre più grande,+ e Geova, l’Iddio degli eserciti,*+ era con lui.+ 11  E Hiram+ re di Tiro mandava messaggeri+ a Davide, e anche alberi di cedro+ e lavoratori del legno e lavoratori della pietra per le mura, ed edificavano una casa a Davide.+ 12  E Davide seppe che Geova lo aveva fermamente stabilito come re su Israele+ e che aveva esaltato+ il suo regno per amore del suo popolo Israele.+ 13  Intanto, Davide continuò a prendere da Gerusalemme altre concubine+ e mogli+ dopo esser venuto da Ebron; e continuarono a nascere a Davide altri figli e figlie. 14  E questi sono i nomi di quelli che gli nacquero a Gerusalemme: Sammua+ e Sobab+ e Natan+ e Salomone,+ 15  e Ibar ed Elisua+ e Nefeg+ e Iafia,+ 16  ed Elisama+ ed Eliada ed Elifelet.+ 17  E i filistei udivano che avevano unto Davide come re su Israele.+ Allora tutti i filistei salirono a cercare Davide. Quando Davide l’ebbe udito, scese dunque al luogo di difficile accesso.+ 18  E i filistei, da parte loro, vennero e si spargevano per il bassopiano di Refaim.+ 19  E Davide interrogava+ Geova, dicendo: “Salirò contro i filistei? Me li darai in mano?” A ciò Geova disse a Davide: “Sali, poiché immancabilmente darò i filistei nelle tue mani”.+ 20  Davide andò dunque a Baal-Perazim,+ e là Davide li abbatteva. Allora disse: “Geova ha fatto irruzione fra i miei nemici+ davanti a me, come una breccia fatta dalle acque”. Perciò diede a quel luogo il nome di Baal-Perazim.*+ 21  Di conseguenza lasciarono là i loro idoli,*+ e Davide e i suoi uomini li portarono dunque via.+ 22  In seguito i filistei salirono di nuovo+ e si sparsero per il bassopiano di Refaim.+ 23  Allora Davide interrogò+ Geova, ma egli disse: “Non devi salire. Gira dietro di loro, e devi venire contro di loro di fronte alle macchie di baca.*+ 24  E avvenga che, quando odi il suono di una marcia* sulle cime delle macchie di baca, allora agisci con decisione,+ perché allora Geova sarà uscito davanti a te per abbattere l’accampamento dei filistei”.+ 25  Davide fece pertanto così, proprio come Geova gli aveva comandato,+ e abbatteva+ i filistei da Gheba*+ fino a Ghezer.+

Note in calce

“Su Israele”, MSyVg; LXX, “su Israele nel suo insieme”.
Lett. ‘il Millo (riempimento)’. Ebr. hammillòhʼ. Forse una struttura a forma di fortezza.
“E Geova, l’Iddio degli eserciti”: ebr. waYhwàh ʼElohèh tsevaʼòhth; la prima volta che ricorre questa espressione. Vedi 1Re 19:10, 14.
Significa “signore delle brecce”.
“Idoli”, MSyVg; LXX e 1Cr 14:12, “dèi”.
“Macchie di baca”: ebr. bekhaʼìm, pl.; LXX, “luogo del pianto”.
“Della marcia” in 1Cr 14:15.
“Da Gheba”: ebr. migGèvaʽ; gr. Gabaòn; in 1Cr 14:16, “Gabaon”.