Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

La Bibbia online | TRADUZIONE DEL NUOVO MONDO DELLE SACRE SCRITTURE

2 Samuele 23:1-39

23  E queste sono le ultime parole di Davide:+ “Espressione di Davide figlio di Iesse,+ Ed espressione dell’uomo robusto* che fu levato in alto,+ L’unto+ dell’Iddio di Giacobbe, E il piacevole delle melodie*+ d’Israele.*   Lo spirito di Geova parlò mediante me,+ E la sua parola* fu sulla mia lingua.+   L’Iddio d’Israele disse, A me parlò la Roccia d’Israele:+ ‘Quando chi governa il genere umano è giusto,+ Governando nel timore di Dio,+   Allora è come la luce del mattino, quando rifulge il sole,+ Un mattino senza nubi. Dal fulgore, dalla pioggia, [spunta] erba dalla terra’.+   Poiché non è così la mia casa con Dio?*+ Perché egli mi ha assegnato un patto di durata indefinita,*+ Messo in bell’ordine in ogni cosa e assicurato.+ Siccome esso è tutta la mia salvezza+ e tutto il mio diletto, Non è questa la ragione per cui lo farà crescere?+   Ma le persone buone a nulla+ sono scacciate,+ come spine,+ tutte quante; Poiché non si devono prendere con la mano.   Quando un uomo le tocca Dev’essere completamente armato di ferro e dell’asta di una lancia, E saranno interamente bruciate col fuoco”.*+  Questi sono i nomi degli uomini potenti+ che appartenevano a Davide: Ioseb-Bassebet+ un tachemonita, capo dei tre.* Egli brandiva la sua lancia* su ottocento, uccisi in una sola volta.  Dopo di lui, Eleazaro+ figlio di Dodo+ figlio di Aoi era fra i tre uomini potenti con Davide quando biasimarono i filistei.* Si erano raccolti là per la battaglia, e così gli uomini d’Israele si ritirarono.+ 10  Fu lui a levarsi e ad abbattere i filistei finché gli si affaticò la mano e la sua mano rimase attaccata alla spada,+ così che Geova compì quel giorno una grande salvezza;+ e in quanto al popolo, tornò dietro a lui solo per spogliare [quelli che erano stati abbattuti].+ 11  E dopo di lui c’era Samma figlio di Aghee l’hararita.+ E i filistei si raccoglievano a Lehi, dove allora c’era un tratto di campo pieno di lenticchie;+ e il popolo stesso fuggì a causa dei filistei. 12  Ma egli si pose in mezzo al tratto e lo liberò e abbatteva i filistei, così che Geova compì una grande salvezza.+ 13  E tre dei trenta capi+ scendevano e venivano al [tempo della] mietitura* da Davide, nella caverna di Adullam;+ e un villaggio di tende dei filistei era accampato nel bassopiano dei refaim.*+ 14  E Davide era allora nel luogo di difficile accesso;+ e un avamposto+ dei filistei era allora a Betleem. 15  Dopo un po’ Davide espresse la sua brama e disse: “Oh potessi avere un sorso d’acqua della cisterna di Betleem che è alla porta!”+ 16  Allora i tre uomini potenti si aprirono a forza un varco nel campo dei filistei e attinsero acqua dalla cisterna di Betleem che è alla porta e la presero e la portarono a Davide;+ ed egli non acconsentì a berla, ma la versò+ a Geova. 17  E diceva: “È impensabile da parte mia,+ o Geova, che io faccia questo! [Berrò io]* il sangue+ degli uomini che sono andati a rischio delle loro anime?” E non acconsentì a berla. Queste sono le cose che fecero i tre uomini potenti. 18  In quanto ad Abisai+ fratello di Gioab figlio di Zeruia,+ era capo dei trenta,* e brandiva la lancia su trecento uccisi, e aveva una reputazione simile a quella dei tre.+ 19  Benché si distinguesse anche più del resto dei trenta,* e divenisse loro capo, non pervenne al rango dei [primi] tre.+ 20  In quanto a Benaia*+ figlio di Ieoiada+ figlio di un uomo valoroso, che compì molte imprese a Cabzeel,+ egli stesso abbatté i due figli di Ariel di Moab; ed egli stesso scese e abbatté un leone*+ dentro una cisterna in un giorno di nevicata.+ 21  E fu lui ad abbattere l’egiziano che era di statura straordinaria.*+ Benché nella mano dell’egiziano ci fosse una lancia, tuttavia egli scese a lui con un bastone e strappò la lancia dalla mano dell’egiziano e lo uccise con la sua propria lancia.+ 22  Queste cose fece Benaia+ figlio di Ieoiada; e aveva una reputazione simile a quella dei tre uomini potenti.+ 23  Benché si distinguesse anche più dei trenta, non pervenne al rango dei tre; ma Davide lo nominò sulla sua propria guardia del corpo.+ 24  Asael+ fratello di Gioab era fra i trenta; Elanan+ figlio di Dodo di Betleem, 25  Samma+ l’harodita, Elica l’harodita, 26  Elez+ il paltita, Ira+ figlio di Icches+ il tecoita, 27  Abiezer+ l’anatotita,+ Mebunnai l’husatita,+ 28  Zalmon l’aoita,+ Maarai+ il netofatita, 29  Eleb+ figlio di Baana il netofatita, Ittai+ figlio di Ribai di Ghibea dei figli di Beniamino, 30  Benaia+ un piratonita, Iddai delle valli del torrente di Gaas,+ 31  Abi-Albon l’arbatita, Azmavet+ il bar-humita, 32  Eliaba il saalbonita, i figli di Iasen, Gionatan,+ 33  Samma l’hararita, Aiam+ figlio di Sarar l’hararita, 34  Elifelet figlio di Aasbai figlio del maacatita, Eliam figlio di Ahitofel+ il ghilonita, 35  Ezro+ il carmelita, Paarai l’arbita, 36  Igal figlio di Natan+ di Zoba, Bani il gadita, 37  Zelec+ l’ammonita, Naharai il beerotita, scudieri di Gioab figlio di Zeruia, 38  Ira l’itrita,+ Gareb+ l’itrita, 39  Uria+ l’ittita, trentasette in tutto.

Note in calce

‘L’uomo robusto’: ebr. haggèver.
‘Melodie di’: ebr. zemiròhth, cioè cantici con accompagnamento musicale.
O, “e il piacevole cantore d’Israele”.
“E la sua parola”: ebr. umillathòh (da millàh), termine usato solo in poesia, come in Sl 19:4; 139:4; Pr 23:9, e 34 volte in Gb.
“Dio”: ebr. ʼEl; lat. Deum; LXX, “il Forte”.
O, “un patto di tempo indefinito”.
Il M aggiunge: “nella dimora”, ma sembra che questa espressione sia stata inserita inavvertitamente a causa della simile espressione ebr. bashshèveth della riga successiva.
“Tre”, LXXL.
“Egli brandiva la sua lancia”, con una correzione del M in armonia con 1Cr 11:11; M, “Egli era Adino l’eznita”.
“Con Davide a Pas-Dammim, dove i filistei”, in 1Cr 11:13.
“Al [tempo della] mietitura”, M; LXXL e 1Cr 11:15, “alla roccia”.
“Refaim”: ebr. Refaʼìm; gr. Rhafaìm; SyVg, “giganti”.
“Berrò io?” LXX; manca nel M come aposiopesi (reticenza, silenzio improvviso).
“Trenta”, Sy e due mss. ebr.; MLXXVg, “tre”.
“Trenta”, in armonia con il v. 18; MLXXVg, “tre”.
Lett. “Benaiahu”.
Lett. “il leone”. Ebr. haʼarìh, il leone africano.
“Di statura straordinaria”, in armonia con 1Cr 11:23; MLXX, “d’aspetto”.