Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

La Bibbia online | TRADUZIONE DEL NUOVO MONDO DELLE SACRE SCRITTURE

2 Re 8:1-29

8  Ed Eliseo stesso aveva parlato alla donna della quale aveva fatto tornare in vita il figlio,+ dicendo: “Levati e va, tu con la tua casa, e risiedi come forestiera dovunque tu possa risiedere come forestiera;+ poiché Geova ha chiamato la carestia,+ e, inoltre, essa deve venire* sul paese per sette anni”.+  La donna dunque si levò e fece secondo la parola dell’uomo del [vero] Dio e andò,+ lei con la sua casa,+ e prese a risiedere come forestiera nel paese dei filistei+ per sette anni.  E alla fine di sette anni avvenne che la donna tornava dal paese dei filistei e usciva a gridare al re+ per la sua casa e per il suo campo.  Ora il re parlava a Gheazi+ servitore dell’uomo del [vero] Dio, dicendo: “Narrami, ti prego, tutte le grandi cose che Eliseo ha fatto”.+  E avvenne che mentre narrava al re come aveva fatto tornare in vita il morto,+ ebbene, ecco che la donna il cui figlio aveva fatto tornare in vita gridava al re per la sua casa e per il suo campo.+ Subito Gheazi disse: “Mio signore+ il re, questa è la donna e questo è suo figlio che Eliseo fece tornare in vita”.  Allora il re interrogò la donna, ed essa si mise a narrargli la storia.+ Quindi il re le diede un funzionario di corte,+ dicendo: “Restituisci tutto ciò che le appartiene e tutti i prodotti del campo dal giorno che ha lasciato il paese fino ad ora”.+  Ed Eliseo andava a Damasco;+ e Ben-Adad+ re di Siria era malato. Pertanto gli fu riferito, dicendo: “L’uomo del [vero] Dio+ è venuto fin qui”.  Allora il re disse ad Azael:+ “Prendi in mano un dono+ e va incontro all’uomo del [vero] Dio, e devi interrogare+ Geova per mezzo di lui, dicendo: ‘Mi rimetterò da questa infermità?’”  Azael gli andò dunque incontro e prese in mano un dono, sì, ogni sorta di cose buone di Damasco, il carico di quaranta cammelli, e venne e stette davanti a lui e disse: “Tuo figlio,+ Ben-Adad, re di Siria, mi ha mandato da te, dicendo: ‘Mi rimetterò da questa infermità?’” 10  Quindi Eliseo gli disse: “Va, digli: ‘Positivamente ti rimetterai’,* e Geova mi ha mostrato+ che positivamente morirà”.+ 11  E tenne lo sguardo fisso e lo tenne immobile fino a causare imbarazzo. Quindi l’uomo del [vero] Dio si mise a piangere.+ 12  A ciò Azael disse: “Perché il mio signore piange?” A ciò egli disse: “Perché so bene che danno+ farai ai figli d’Israele. Consegnerai al fuoco i loro luoghi fortificati, e ucciderai con la spada i loro uomini scelti, e sfracellerai i loro fanciulli,+ e sventrerai le loro donne incinte”.+ 13  A ciò Azael disse: “Che cos’è il tuo servitore, [che è un semplice] cane,+ da poter fare questa grande cosa?” Ma Eliseo disse: “Geova mi ha mostrato che tu sarai re sulla Siria”.+ 14  Dopo ciò se ne andò via da Eliseo e venne al suo proprio signore, che quindi gli disse: “Che ti ha detto Eliseo?” A ciò disse: “Mi ha detto: ‘Positivamente ti rimetterai’”.+ 15  E il giorno dopo avvenne che prendeva un copriletto* e l’immergeva* nell’acqua e glielo stendeva sulla faccia,+ così che morì.+ E Azael+ regnava in luogo di lui. 16  E nel quinto anno di Ieoram*+ figlio di Acab re d’Israele, mentre Giosafat era re di Giuda, Ieoram+ figlio di Giosafat re di Giuda divenne re. 17  Aveva trentadue anni quando divenne re, e regnò otto anni a Gerusalemme.+ 18  E camminava nella via dei re d’Israele,+ proprio come avevano fatto quelli della casa di Acab;+ poiché la figlia di Acab divenne sua moglie,+ ed egli continuò a fare ciò che era male agli occhi di Geova. 19  E Geova non volle ridurre in rovina Giuda+ per amore di Davide suo servitore,+ proprio come gli aveva promesso di dare una lampada+ a lui [e] ai suoi figli* per sempre.* 20  Ai suoi giorni Edom+ si rivoltò di sotto la mano di Giuda, e fecero quindi un re+ che regnasse su di loro. 21  Di conseguenza Ieoram passò a Zair, nonché tutti i carri con lui. E avvenne che egli stesso si levò di notte e abbatteva gli edomiti che l’accerchiavano e i capi dei carri; e il popolo fuggiva alle sue tende. 22  Ma Edom ha continuato la rivolta di sotto la mano di Giuda fino a questo giorno. Fu allora che Libna*+ si rivoltava, in quel tempo. 23  E il resto dei fatti di Ieoram e tutto ciò che fece, non sono scritti nel libro+ dei fatti dei giorni dei re di Giuda? 24  Infine Ieoram giacque con i suoi antenati+ e fu sepolto con i suoi antenati nella Città di Davide.+ E Acazia*+ suo figlio regnava in luogo di lui. 25  Nel dodicesimo anno di Ieoram figlio di Acab re d’Israele, Acazia figlio di Ieoram re di Giuda divenne re.+ 26  Acazia aveva ventidue anni quando cominciò a regnare, e regnò un anno a Gerusalemme.+ E il nome di sua madre era Atalia+ nipote* di Omri+ re d’Israele. 27  Ed egli camminava nella via della casa di Acab+ e faceva ciò che era male agli occhi di Geova,+ come la casa di Acab, poiché era parente della casa di Acab per matrimonio.+ 28  Pertanto andò con Ieoram figlio di Acab alla guerra contro Azael+ re di Siria a Ramot-Galaad,+ ma i siri abbatterono+ Ieoram. 29  Ieoram+ il re tornò dunque a Izreel+ per farsi curare le ferite che i siri gli avevano inflitto a Rama* quando aveva combattuto Azael re di Siria. In quanto ad Acazia+ figlio di Ieoram re di Giuda, scese a vedere Ieoram figlio di Acab a Izreel, poiché era infermo.

Note in calce

O, “è venuta”.
“Digli: ‘. . . ti rimetterai’”, MmargineLXXSyVg e 18 mss. ebr.; M, “digli: ‘. . . non ti rimetterai’”.
O, “tessuto a rete”.
“E . . . immergeva”: ebr. waiyitbòl; gr. èbapsen. Cfr. nt. a 5:14.
Lett. “di Ioram”. Ebr. leYohràm. Cfr. però 1:17; 3:1.
“Dare una lampada a lui e ai suoi figli”, Tmss.LXXVg e circa 60 mss. ebr. Cfr. 2Cr 21:7.
Lett. “tutti i giorni”.
“Libna”, una delle città dei sacerdoti. Vedi Gsè 21:13.
“Acazia”: ebr. ʼAchazyàhu. Cfr. nt. a 1Re 22:40.
Lett. “figlia”.
Forma abbreviata di “Ramot-Galaad”.