Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

La Bibbia online | TRADUZIONE DEL NUOVO MONDO DELLE SACRE SCRITTURE

2 Re 2:1-25

2  E avvenne che quando Geova stava per far salire Elia+ ai cieli in un turbine,+ Elia ed Eliseo*+ se ne andavano da Ghilgal.*+  Ed Elia diceva a Eliseo: “Siedi qui, ti prego, perché Geova stesso mi ha mandato fino a Betel”. Ma Eliseo disse: “Come vive Geova+ e come vive la tua anima,+ certamente non ti lascerò”.+ Scesero dunque a Betel.+  I figli dei profeti+ che erano a Betel uscirono quindi verso Eliseo e gli dissero: “Realmente sai che oggi Geova toglierà il tuo padrone* come capo sopra di te?”+ A ciò disse: “Lo so bene anch’io.+ Tacete”.  Elia ora gli disse: “Eliseo, siedi qui, ti prego, perché Geova stesso mi ha mandato a Gerico”.+ Ma egli disse: “Come vive Geova e come vive la tua anima, certamente non ti lascerò”. Andarono dunque a Gerico.  Quindi i figli dei profeti che erano a Gerico si accostarono a Eliseo e gli dissero: “Realmente sai che oggi Geova toglierà il tuo padrone come capo sopra di te?” A ciò disse: “Lo so bene anch’io. Tacete”.+  Elia ora gli disse: “Siedi qui, ti prego, perché Geova stesso mi ha mandato al Giordano”.+ Ma egli disse: “Come vive Geova e come vive la tua anima, certamente non ti lascerò”.+ Tutt’e due dunque se ne andarono.  Ed ecco, c’erano cinquanta uomini dei figli dei profeti che andarono e stavano in vista a una certa distanza;+ ma, in quanto a tutt’e due loro, stavano presso il Giordano.  Quindi Elia prese la sua veste ufficiale+ e l’avvolse e colpì le acque, ed esse si dividevano gradualmente da una parte e dall’altra, così che entrambi passarono sull’asciutto.+  E avvenne che appena furono passati Elia stesso disse a Eliseo: “Chiedi ciò che devo fare per te prima che io ti sia tolto”.+ A ciò Eliseo disse: “Ti prego, che due parti+ del tuo spirito+ vengano a me”.+ 10  Allora egli disse: “Hai chiesto+ una cosa difficile. Se mi vedi quando ti sarò tolto, ti avverrà in quel modo; ma se non [mi vedi], non avverrà”. 11  E avvenne che mentre camminavano, parlando mentre camminavano, ebbene, ecco, un carro+ da guerra di fuoco e cavalli di fuoco, e operavano fra loro due una separazione; ed Elia ascendeva ai cieli nel turbine.+ 12  Frattanto Eliseo lo vedeva, e gridava: “Padre mio, padre mio,+ carro da guerra* d’Israele e suoi cavalieri!”+ E non lo vide più. Di conseguenza afferrò le sue proprie vesti e le strappò in due pezzi.+ 13  Dopo ciò raccolse la veste ufficiale+ di Elia che gli era caduta di dosso, e tornò e stette presso la riva del Giordano. 14  Allora prese la veste ufficiale di Elia che gli era caduta di dosso e colpì le acque+ e disse: “Dov’è Geova l’Iddio di Elia, sì, Lui?”+ Quando ebbe colpito le acque, allora esse si dividevano gradualmente da una parte e dall’altra, così che Eliseo passò. 15  Quando i figli dei profeti che erano a Gerico lo videro a una certa distanza, dicevano: “Lo spirito+ di Elia si è posato su Eliseo”. Pertanto gli vennero incontro e si inchinarono*+ a terra davanti a lui. 16  E gli dicevano: “Ecco, ora, ci sono con i tuoi servitori cinquanta uomini, persone valorose. Vadano, ti preghiamo, a cercare il tuo padrone. Forse lo spirito*+ di Geova l’ha portato in alto e quindi l’ha gettato su uno dei monti o in una delle valli”. Ma egli disse: “Non li dovete mandare”. 17  E continuarono a insistere finché provò imbarazzo, tanto che disse: “Mandate”. Mandarono ora cinquanta uomini; ed essi cercavano per tre giorni, ma non lo trovarono. 18  Quando tornarono da lui, dimorava a Gerico.+ Quindi egli disse loro: “Non vi avevo detto: ‘Non andate’?” 19  A suo tempo gli uomini della città dissero a Eliseo: “Ecco, ora, la posizione della città è buona,+ proprio come il mio padrone vede; ma l’acqua+ è cattiva, e il paese causa aborti”.+ 20  Allora egli disse: “Portatemi una scodellina nuova e mettetevi del sale”. Dunque gliela portarono. 21  Quindi egli uscì alla sorgente dell’acqua e vi gettò del sale+ e disse: “Geova ha detto questo: ‘In effetti rendo sana quest’acqua.+ Non ne risulterà più morte né causa di aborto’”. 22  E l’acqua resta sanata fino a questo giorno,+ secondo la parola di Eliseo che egli pronunciò. 23  E di là saliva a Betel.+ Mentre saliva per la via, piccoli ragazzi+ uscirono dalla città e si burlavano+ di lui e gli dicevano: “Sali, testa pelata!+ Sali, testa pelata!” 24  Infine egli si voltò e li vide e invocò il male+ su di loro nel nome di Geova. Quindi due orse+ uscirono dal bosco e sbranavano quarantadue fanciulli di fra loro.+ 25  E di là andava al monte Carmelo,+ e di là tornò a Samaria.

Note in calce

Significa “Dio è salvezza”. LXXBagster(gr.), Helisaiè; Vgc(lat.), Eliseus.
Non la Ghilgal vicino a Gerico nella bassa valle del Giordano, ma la Ghilgal nella regione collinosa vicino a Betel, da cui potevano ‘scendere’ a Betel come dichiara il v. 2. Vedi 4:38.
“Il tuo padrone (signore)”: ebr. ʼadhonèikha, pl. di ʼadhòhn, per indicare eccellenza.
O, “carri da guerra”. Ebr. rèkhev, sing., forse in senso collettivo, come anche nel v. 11.
“Si inchinarono”: gr. prosekỳnesan. Cfr. nt. a Eb 1:6.
O, “vento”. Ebr. rùach; gr. pnèuma; lat. spiritus.