Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

La Bibbia online | TRADUZIONE DEL NUOVO MONDO DELLE SACRE SCRITTURE

2 Re 11:1-21

11  Ora riguardo ad Atalia+ madre di Acazia,+ vide che suo figlio era morto. Si levò, dunque, e distrusse tutta la progenie del regno.+  Comunque, Ieoseba+ figlia del re Ieoram, sorella di Acazia, prese Ioas*+ figlio di Acazia e lo rapì di tra i figli del re che dovevano essere messi a morte, sì, lui e la sua nutrice, [e lo mise] nella stanza interna dei letti, e lo tennero* nascosto+ dalla faccia di Atalia, e non fu messo a morte.  Ed egli restò con lei nella casa di Geova nascosto per sei anni, mentre Atalia regnava sul paese.+  E nel settimo anno Ieoiada+ mandò e quindi prese i capi di centinaia della guardia del corpo caria+ e dei corrieri+ e li condusse presso di sé nella casa di Geova e concluse con loro un patto+ e fece loro giurare+ nella casa di Geova, dopo di che mostrò loro il figlio del re.  E comandava loro, dicendo: “Questa è la cosa che farete: Un terzo di voi entrerà il sabato e farà rigorosa guardia alla casa del re;+  e un terzo sarà alla Porta+ del Fondamento,* e un terzo sarà alla porta dietro i corrieri; e dovete fare rigorosa guardia alla casa+ a turno.  E fra tutti voi che uscirete il sabato ci sono due divisioni, ed esse devono fare rigorosa guardia alla casa di Geova a favore del re.  E dovete fare cerchio tutt’intorno al re, ciascuno con le sue armi in mano; e chiunque entri dentro le file sarà messo a morte. E restate col re quando esce e quando entra”.  E i capi di centinaia+ facevano secondo tutto ciò che Ieoiada il sacerdote aveva comandato. Presero dunque ciascuno i suoi uomini che entravano il sabato,+ insieme con quelli che uscivano il sabato, e quindi vennero da Ieoiada il sacerdote. 10  Il sacerdote ora diede ai capi di centinaia le lance e gli scudi circolari che erano appartenuti al re Davide, che erano nella casa di Geova.+ 11  E i corrieri+ stavano ciascuno con le armi in mano, dal lato destro* della casa fino al lato sinistro* della casa, presso l’altare+ e presso la casa, tutt’intorno vicino al re. 12  Quindi egli fece uscire il figlio+ del re e mise su di lui il diadema+ e la Testimonianza;+ e così lo fecero* re+ e lo unsero.*+ E battevano le mani+ e dicevano: “Viva il re!”+ 13  Quando Atalia ebbe udito il rumore del popolo che correva, subito venne dal popolo alla casa di Geova.+ 14  Quindi vide, ed ecco, il re stava presso la colonna+ secondo l’usanza, e i capi e le trombe*+ presso il re, e tutto il popolo del paese si rallegrava+ e suonava le trombe. Immediatamente Atalia+ si strappò le vesti e gridava: “Cospirazione! Cospirazione!”+ 15  Ma Ieoiada il sacerdote comandò ai capi di centinaia, agli incaricati delle forze militari,+ e disse loro: “Conducetela fuori da dentro le file, e, in quanto a chiunque le vada dietro, ci sia l’esecuzione a morte* con la spada!”+ Poiché il sacerdote aveva detto: “Non sia messa a morte nella casa di Geova”. 16  Le misero dunque le mani addosso ed essa venne per la via dell’entrata dei cavalli+ della casa del re,+ e lì fu messa a morte.+ 17  Quindi Ieoiada concluse il patto+ fra Geova+ e il re+ e il popolo, che si sarebbero dovuti mostrare il popolo di Geova; e anche fra il re e il popolo.+ 18  Dopo ciò tutto il popolo del paese andò alla casa di Baal e abbatté i suoi altari;+ e spezzò completamente le sue immagini,+ e uccise davanti agli altari Mattan,+ il sacerdote di Baal.+ E il sacerdote metteva sorveglianti* sulla casa di Geova.+ 19  Inoltre, prese i capi di centinaia e la guardia del corpo caria+ e i corrieri+ e tutto il popolo del paese, affinché facessero scendere il re dalla casa di Geova; e gradualmente vennero per la via della porta+ dei corrieri alla casa del re; ed egli sedeva sul trono+ dei re. 20  E tutto il popolo del paese continuò a rallegrarsi;+ e la città, da parte sua, non ebbe disturbo, e Atalia stessa l’avevano messa a morte con la spada presso la casa del re.*+ 21  Ioas*+ aveva sette anni quando cominciò a regnare.+

Note in calce

“Ioas”: cfr. nt. al v. 21.
“Lo tennero”, M; LXXSyVg, “essa lo tenne”.
“Fondamento”, in armonia con 2Cr 23:5. Lett. “Sur”.
Lett. “dalla spalla destra”, cioè dal lato meridionale, per chi guarda a oriente.
Lett. “alla spalla sinistra”, cioè al lato settentrionale, per chi guarda a oriente.
“E così lo fecero”, MSyVg; LXX, “e lo fece”.
“E lo unsero”, MSyVg; LXX, “e lo unse”.
O, “e le trombe diritte”. Ebr. wehachatsotseròhth; non lo shohfàr, che era un corno ricurvo di animale. Vedi nt. a Nu 10:2.
“Ci sia l’esecuzione a morte”: in ebr. questo è un verbo all’infinito assoluto, indefinito in quanto al tempo e impersonale.
Lett. “sorveglianze; incarichi”. Ebr. pequddòhth. Il nome astratto ebr. per “sorveglianze” è tradotto col termine concreto “sorveglianti”.
MLXX fanno terminare qui il capitolo 11.
Significa “Geova è forte, Geova ha concesso”. Ebr. Yehohʼàsh.