Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

La Bibbia online | TRADUZIONE DEL NUOVO MONDO DELLE SACRE SCRITTURE

2 Giovanni 1:1-13

 L’anziano*+ alla signora eletta*+ e ai suoi figli, che io veramente amo,*+ e non io solo, ma anche tutti quelli che hanno conosciuto la verità,+  a motivo della verità che rimane in noi+ e sarà con noi per sempre.+  Con noi saranno immeritata benignità,+ misericordia [e] pace da Dio Padre+ e da Gesù Cristo, il Figlio del Padre, con verità e amore.+  Mi rallegro moltissimo perché ho trovato* alcuni tuoi figli+ che camminano nella verità,+ secondo il comandamento che abbiamo ricevuto dal Padre.+  E ora ti prego, signora,* come [qualcuno] che ti scrive non un comandamento nuovo,+ ma uno che avemmo dal principio,*+ che ci amiamo gli uni gli altri.+  E questo è ciò che l’amore significa,+ che continuiamo a camminare secondo i suoi comandamenti.+ Questo è il comandamento, come avete udito dal principio, che continuiate a camminare in esso.+  Poiché sono usciti molti ingannatori nel mondo,+ persone che non confessano Gesù Cristo venuto* nella carne.+ Questi è l’ingannatore*+ e l’anticristo.+  Prestate attenzione a voi stessi, affinché non perdiate* le cose per produrre le quali abbiamo operato, ma otteniate una piena ricompensa.+  Chiunque va avanti+ e non rimane+ nell’insegnamento del Cristo non ha Dio.+ Chi rimane in questo insegnamento è colui che ha il Padre e il Figlio.+ 10  Se qualcuno viene da voi e non porta questo insegnamento, non ricevetelo in casa+ e non rivolgetegli un saluto.*+ 11  Poiché chi gli rivolge un saluto partecipa alle sue opere malvage.*+ 12  Benché abbia molte cose da scrivervi, non desidero farlo con carta e inchiostro,+ ma spero di venire da voi e di parlarvi faccia a faccia,*+ affinché la vostra gioia+ sia completa.+ 13  I figli della tua sorella, l’eletta, ti mandano i loro saluti.+

Note in calce

Gr. presbỳteros.
O, “all’eletta, Kyria”. Gr. eklektèi kyrìai.
O, “che io amo nella verità”.
O, “Mi rallegrai moltissimo nel trovare effettivamente”.
O, “Kyria”.
“Dal principio”: gr. apʼ archès; lat. ab initio; J17(ebr.), meròʼsh.
“Venuto”: gr. erchòmenon, riferito alla passata venuta di Cristo. Si riferisce al passato, come il participio gr. di 3Gv 3; vedi relativa nt., “vennero”.
Lett. “l’errante”.
Lett. “distruggiate”.
“Un saluto”: lett. “rallegrarsi”.
La Vgs aggiunge: “Ecco, ve l’ho detto in anticipo perché non siate confusi nel giorno del Signore”; J7,8 aggiungono: “(Ecco, ve l’ho detto in anticipo perché non vi vergogniate nel giorno di Geova)”.
Lett. “bocca a bocca”.