Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

La Bibbia online | TRADUZIONE DEL NUOVO MONDO DELLE SACRE SCRITTURE

2 Cronache 31:1-21

31  E appena ebbero finito tutto questo, tutti gli israeliti+ che si trovavano [là] uscirono verso le città di Giuda,+ e spezzavano le colonne sacre+ e tagliavano i pali sacri*+ e abbattevano gli alti luoghi+ e gli altari+ in tutto Giuda+ e Beniamino e in Efraim+ e Manasse+ finché ebbero finito; dopo di che tutti i figli d’Israele tornarono alle loro città, ciascuno al suo proprio possedimento.  Quindi Ezechia pose le divisioni+ dei sacerdoti e dei leviti+ nelle loro divisioni, ciascuna secondo il suo servizio per i sacerdoti+ e per i leviti+ riguardo all’olocausto+ e ai sacrifici di comunione+ per servire+ e per rendere grazie+ e lode+ alle porte degli accampamenti di Geova.  E ci fu una porzione del re dai suoi propri beni+ per gli olocausti,+ per gli olocausti della mattina+ e della sera, e anche per gli olocausti dei sabati+ e delle lune nuove+ e dei periodi festivi,+ secondo ciò che è scritto nella legge di Geova.+  Per giunta, egli disse al popolo, agli abitanti di Gerusalemme, di dare la porzione dei sacerdoti+ e dei leviti,+ perché aderissero+ strettamente alla legge di Geova.+  E appena si divulgò la parola, i figli d’Israele+ aumentarono le primizie del grano,+ del vino nuovo,+ e dell’olio+ e del miele+ e di tutto il prodotto del campo,+ e portarono abbondantemente la decima di ogni cosa.+  E i figli d’Israele e di Giuda che dimoravano nelle città di Giuda,+ sì, essi stessi [portarono]* la decima dei bovini e delle pecore e la decima delle cose sante,+ le cose santificate a Geova loro Dio. Essi portarono e diedero dunque mucchi su mucchi.  Nel terzo+ mese cominciarono a fare i mucchi ponendo lo strato più basso, e nel settimo+ mese finirono.  Quando Ezechia e i principi+ furono venuti ed ebbero visto i mucchi, benedicevano+ Geova e il suo popolo Israele.+  A suo tempo Ezechia domandò ai sacerdoti e ai leviti circa i mucchi.+ 10  Quindi Azaria*+ il capo sacerdote della casa di Zadoc+ gli disse, sì, disse: “Dal tempo che cominciarono a portare la contribuzione+ nella casa di Geova si è mangiato e ci si è saziati+ e c’è stato avanzo in abbondanza;+ poiché Geova stesso ha benedetto il suo popolo,+ e ne è restata questa gran quantità”.* 11  A ciò Ezechia disse di preparare stanze da pranzo+ nella casa di Geova. Pertanto [le] prepararono. 12  E portavano la contribuzione+ e la decima+ e le cose sante con fedeltà;+ e Conania* il levita ne era incaricato come conduttore, e Simei suo fratello era il secondo. 13  E Iehiel e Azazia* e Naat e Asael e Ierimot e Iozabad ed Eliel e Ismachia* e Maat e Benaia* erano commissari al lato di Conania e di Simei suo fratello, per ordine di Ezechia il re, e Azaria+ era il conduttore nella casa del [vero] Dio. 14  E Core figlio di Imna il levita era il portinaio+ ad est,+ incaricato delle offerte volontarie+ del [vero] Dio, per dare la contribuzione di Geova+ e le cose santissime.+ 15  E al suo comando c’erano Eden e Miniamin e Iesua* e Semaia,* Amaria* e Secania,* nelle città dei sacerdoti,+ nell’incarico di fiducia,+ per dare ai loro fratelli nelle divisioni,+ ugualmente al grande e al piccolo,+ 16  indipendentemente dalla loro registrazione genealogica+ dei maschi dai tre anni d’età in su,+ di tutti quelli che venivano nella casa di Geova come una consuetudine quotidiana, per il loro servizio secondo i loro obblighi secondo le loro divisioni. 17  Questa è* la registrazione genealogica dei sacerdoti secondo la casa dei loro padri+ e anche dei leviti,+ dall’età di vent’anni+ in su, secondo i loro obblighi nelle loro divisioni,+ 18  sia per la registrazione genealogica fra tutti i loro piccoli, le loro mogli e i loro figli e le loro figlie, per tutta la congregazione, perché nel loro incarico di fiducia+ si santificavano+ per ciò che era santo, 19  e sia per i figli di Aaronne,+ i sacerdoti, nei campi+ del pascolo delle loro città. In tutte le diverse città c’erano uomini che erano stati designati secondo i [loro] nomi, per dare porzioni a ogni maschio fra i sacerdoti e all’intera registrazione genealogica fra i leviti. 20  Ed Ezechia faceva così in tutto Giuda, e continuò a fare ciò che era buono+ e retto+ e fedele+ dinanzi a Geova suo Dio. 21  E in ogni opera che egli cominciò nel servizio+ della casa del [vero] Dio e nella legge+ e nel comandamento per ricercare+ il suo Dio, agì con tutto il suo cuore,+ ed ebbe successo.+

Note in calce

O, “gli Asherìm”.
“Portarono”, LXXVg; il M omette.
“Azaria”: ebr. ʽAzaryàhu.
“Ha benedetto il suo popolo, e ci resta ancora questa quantità (gran numero; moltitudine)”, LXX. Nel M questo difficile passo sembra voglia dire: “ha benedetto il suo popolo e il rimanente (ciò che è restato), perfino questa folla”.
“Conania”: ebr. Kohnanyàhu.
“E Azazia”: ebr. waʽAzazyàhu.
“E Ismachia”: ebr. weYismakhyàhu.
“E Benaia”: ebr. uVenayàhu.
“E Iesua”: ebr. weYeshùaʽ; LXX, “Gesù”. Vedi nt. a Ge 49:18, “salvezza”.
“E Semaia”: ebr. uShemaʽeyàhu.
“Amaria”: ebr. ʼAmaryàhu.
“E Secania”: ebr. uShekhanyàhu.
“Questa è”, LXX; M, “E [avevano]”.