Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

La Bibbia online | TRADUZIONE DEL NUOVO MONDO DELLE SACRE SCRITTURE

2 Cronache 20:1-37

20  E avvenne in seguito che i figli di Moab+ e i figli di Ammon+ e con loro alcuni degli ammonim*+ vennero contro Giosafat in guerra.+  Vennero dunque delle persone e riferirono a Giosafat, dicendo: “È venuta contro di te una grande folla dalla regione del mare,* da Edom;*+ ed ecco, sono ad Azazon-Tamar, vale a dire En-Ghedi”.+  Allora Giosafat ebbe timore+ e volse la faccia per ricercare Geova.+ Proclamò dunque un digiuno+ per tutto Giuda.  Alla fine quelli di Giuda furono radunati per interrogare Geova.+ Vennero anche da tutte le città di Giuda a consultare Geova.+  Giosafat stette quindi in piedi nella congregazione* di Giuda e di Gerusalemme nella casa di Geova+ davanti al nuovo cortile,+  e diceva:+ “O Geova, Dio dei nostri antenati,+ non sei tu Dio nei cieli,+ e non domini su tutti i regni delle nazioni,+ e non sono nella tua mano potere e potenza, senza che alcuno ti tenga testa?+  Non cacciasti tu stesso, o Dio nostro,+ gli abitanti di questo paese d’innanzi al tuo popolo Israele+ e lo desti+ quindi al seme di Abraamo, colui che ti amava,*+ a tempo indefinito?  Ed essi presero a dimorarvi, e lì ti edificavano un santuario al tuo nome,+ dicendo:  ‘Qualora venga su di noi calamità,+ spada, giudizio avverso, o pestilenza,+ o carestia,+ lasciaci stare davanti a questa casa+ e davanti a te (poiché il tuo nome+ è in questa casa), affinché invochiamo il tuo aiuto dalla nostra angustia, e voglia tu udire e salvare’.+ 10  E ora, ecco, i figli di Ammon+ e di Moab+ e della regione montagnosa di Seir,+ che non permettesti a Israele di invadere quando usciva dal paese d’Egitto, ma se ne ritrasse e non li annientò,+ 11  sì, ecco, essi ci ricompensano+ venendo a cacciarci dal tuo possedimento che tu ci hai fatto possedere.+ 12  O nostro Dio, non eseguirai il giudizio su di loro?+ Poiché in noi non c’è potenza davanti a questa grande folla che ci viene contro;+ e noi stessi non sappiamo che dobbiamo fare,+ ma i nostri occhi sono verso di te”.+ 13  Intanto tutti quelli di Giuda stavano in piedi dinanzi a Geova,+ anche i loro piccoli,+ le loro mogli e i loro figli. 14  Ora in quanto a Iahaziel figlio di Zaccaria figlio di Benaia figlio di Ieiel figlio di Mattania il levita dei figli di Asaf,+ lo spirito+ di Geova fu su di lui in mezzo alla congregazione. 15  Di conseguenza egli disse: “Prestate attenzione, tutto Giuda e voi abitanti di Gerusalemme e re Giosafat! Ecco ciò che Geova vi ha detto: ‘Non abbiate timore+ né siate atterriti a causa di questa grande folla; poiché la battaglia non è vostra, ma di Dio.+ 16  Domani scendete contro di loro. Ecco, salgono per il passo di Ziz; e certamente li troverete alla fine della valle del torrente di fronte al deserto di Ieruel. 17  Non avrete bisogno di combattere+ in questo caso. Prendete posizione, state fermi+ e vedete la salvezza+ di Geova a vostro favore. O Giuda e Gerusalemme, non abbiate timore né siate atterriti.+ Domani uscite contro di* loro, e Geova sarà con voi’”.+ 18  Subito Giosafat si inchinò con la faccia a terra,+ e tutto Giuda e gli abitanti di Gerusalemme stessi caddero dinanzi a Geova per rendere omaggio a Geova.+ 19  Quindi i leviti+ dei figli dei cheatiti+ e dei figli dei coraiti+ si levarono per lodare Geova l’Iddio d’Israele con voce straordinariamente alta.+ 20  E si alzavano la mattina di buon’ora e uscivano verso il deserto+ di Tecoa.+ E mentre uscivano, Giosafat stette in piedi e quindi disse: “Uditemi, o Giuda e voi abitanti di Gerusalemme!+ Riponete fede+ in Geova vostro Dio affinché abbiate lunga durata. Riponete fede nei suoi profeti+ e abbiate dunque successo”. 21  Inoltre, si consigliò+ col popolo e collocò cantori+ a Geova e quelli che offrivano lode+ in ornamento santo+ mentre uscivano davanti agli uomini armati,+ e che dicevano: “Rendete lode a Geova,+ poiché la sua amorevole benignità* è a tempo indefinito”.+ 22  E al tempo in cui cominciarono col grido di gioia e lode, Geova pose uomini in imboscata+ contro i figli di Ammon, di Moab e della regione montagnosa di Seir che stavano entrando in Giuda, e si colpivano gli uni gli altri.+ 23  E i figli di Ammon e di Moab stavano contro gli abitanti della regione montagnosa di Seir+ per votarli alla distruzione e annientarli; e appena ebbero finito con gli abitanti di Seir, si aiutarono a ridurre in rovina ciascuno il suo proprio prossimo.+ 24  Ma in quanto a Giuda, giunse alla torre di guardia del deserto.+ Quando ebbero voltato le loro facce verso la folla, ecco, erano là, i loro cadaveri caduti a terra+ senza che alcuno scampasse. 25  Giosafat e il suo popolo vennero dunque a predare le loro spoglie,+ e trovavano fra loro in abbondanza sia beni che indumenti* e oggetti desiderabili; e li spogliavano per se stessi finché non ne poterono portare più.+ E predavano le spoglie per tre giorni, poiché erano abbondanti. 26  E il quarto giorno si congregarono nel bassopiano di Beraca, poiché là benedissero Geova.+ Perciò diedero a quel luogo il nome+ di Bassopiano di Beraca,* fino ad oggi. 27  Tutti gli uomini di Giuda e di Gerusalemme tornarono quindi con Giosafat alla loro testa, per tornare a Gerusalemme con allegrezza, poiché Geova li aveva fatti rallegrare sui loro nemici.+ 28  Vennero dunque a Gerusalemme con strumenti a corda+ e con arpe+ e con trombe+ alla casa di Geova.+ 29  E il terrore+ di Dio fu su tutti i regni dei paesi quando ebbero udito che Geova aveva combattuto contro i nemici d’Israele.+ 30  Così il reame di Giosafat non ebbe disturbo, e il suo Dio continuò a dargli riposo tutt’intorno.+ 31  E Giosafat+ continuò a regnare su Giuda. Quando cominciò a regnare aveva trentacinque anni, e regnò venticinque anni a Gerusalemme. E il nome di sua madre era Azuba+ figlia di Sili. 32  Ed egli continuò a camminare nella via di suo padre Asa,+ e non se ne scostò, facendo ciò che era retto agli occhi di Geova.+ 33  Solo non scomparvero gli alti luoghi+ stessi; e il popolo stesso non aveva ancora preparato il cuore per l’Iddio dei suoi antenati.+ 34  In quanto al resto dei fatti di Giosafat, i primi e gli ultimi, sono scritti lì fra le parole di Ieu+ figlio di Hanani,+ che furono inserite nel Libro+ dei Re d’Israele. 35  E dopo ciò Giosafat re di Giuda si associò con Acazia+ re d’Israele, che agiva malvagiamente.+ 36  L’associò dunque a sé nel far navi per andare a Tarsis+ e fecero navi a Ezion-Gheber.+ 37  Comunque, Eliezer figlio di Dodavau di Maresa parlò profeticamente contro Giosafat, dicendo: “Dal momento che ti sei associato con Acazia,+ Geova certamente demolirà le tue opere”.+ Pertanto le navi fecero naufragio,+ e non ritennero forza per andare a Tarsis.+

Note in calce

Lett. “dagli ammonim”. Ebr. mehaʽAmmohnìm; con una trasposizione di lettere nel M, “i meunim; meuniti”; LXX, “i minei”; Vgc, “gli ammoniti”.
Cioè del Mar Morto.
“Da Edom”, un ms. ebr.; ebr. meʼAràm, “dalla Siria”; gr. Syrìas; lat. Syria; Sy, “il Mar Rosso”.
“Nella congregazione di”: ebr. biqhàl; gr. ekklesìai.
“Colui che ti amava”: o, “tuo amico”. lat. amici tui.
O, “davanti a”. Vedi nt. a Ge 10:9, “opposizione a”.
O, “amore leale”.
“Indumenti”, Vg e sette mss. ebr.; M, “cadaveri”.
Significa “benedizione”.