Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

La Bibbia online | TRADUZIONE DEL NUOVO MONDO DELLE SACRE SCRITTURE

2 Cronache 10:1-19

10  E Roboamo+ andava a Sichem,+ poiché fu a Sichem che tutti gli israeliti vennero a farlo re.  E avvenne che appena Geroboamo+ figlio di Nebat l’ebbe udito, mentre era ancora in Egitto+ (perché era fuggito a causa del re Salomone), Geroboamo immediatamente tornò dall’Egitto.+  Mandarono dunque a chiamarlo, e Geroboamo e tutto Israele vennero e parlarono a Roboamo, dicendo:+  “Tuo padre, da parte sua, rese duro il nostro giogo;+ e ora rendi più leggero il duro servizio di tuo padre e il pesante giogo+ che pose su di noi, e noi ti serviremo”.+  A ciò egli disse loro: “[Fate passare] ancora tre giorni. Quindi tornate da me”. Il popolo dunque se ne andò.  E il re Roboamo si consigliava+ con gli anziani che servivano di continuo Salomone suo padre mentre era in vita, dicendo: “Come consigliate di rispondere a questo popolo?”+  Pertanto gli parlarono, dicendo: “Se ti mostri buono a questo popolo e realmente li compiaci e davvero pronunci loro parole buone,+ allora essi certamente diverranno tuoi servitori per sempre”.+  Comunque, egli lasciò il consiglio+ degli anziani con cui lo avevano consigliato, e si consigliava con i giovani che erano cresciuti con lui,+ i quali erano quelli che lo servivano.+  E diceva loro: “Quale consiglio+ date affinché rispondiamo a questo popolo che mi ha parlato, dicendo: ‘Rendi più leggero il giogo che tuo padre pose su di noi’?”+ 10  A loro volta i giovani che erano cresciuti con lui gli parlarono, dicendo: “Ecco ciò che devi dire al popolo che ti ha parlato, dicendo: ‘Tuo padre, da parte sua, rese pesante il nostro giogo, ma, in quanto a te, rendicelo più leggero’; devi dire loro questo:+ ‘Il mio proprio mignolo sarà certamente più grosso dei fianchi di mio padre.+ 11  E ora mio padre, da parte sua, caricò su di voi un giogo pesante, ma io, da parte mia, aggiungerò al vostro giogo.+ Mio padre, da parte sua, vi castigò con fruste, ma io, da parte mia, con flagelli’”.+ 12  E Geroboamo e tutto il popolo venivano da Roboamo il terzo giorno, proprio come il re aveva parlato, dicendo: “Tornate da me il terzo giorno”.+ 13  E il re rispondeva loro aspramente.+ Così il re Roboamo lasciò il consiglio+ degli anziani,+ 14  e continuò a parlare loro secondo il consiglio dei giovani,+ dicendo: “Renderò il vostro giogo più pesante, e io, da parte mia, aggiungerò a esso. Mio padre, da parte sua, vi castigò con fruste, ma io, da parte mia, con flagelli”.+ 15  E il re non ascoltò il popolo; poiché ci fu un volgere di eventi dal [vero] Dio+ affinché Geova eseguisse la sua parola+ che aveva pronunciato per mezzo di Ahia*+ il silonita+ a Geroboamo figlio di Nebat.+ 16  In quanto a tutto Israele, poiché il re non li aveva ascoltati, il popolo rispose ora al re, dicendo: “Quale parte abbiamo in Davide?+ E non c’è eredità nel figlio di Iesse.+ Ciascuno ai tuoi dèi,*+ o Israele! Ora bada alla tua propria casa, o Davide”.+ Allora tutto Israele se ne andava alle sue tende. 17  In quanto ai figli d’Israele che dimoravano nelle città di Giuda, Roboamo continuò a regnare su di loro.+ 18  In seguito il re Roboamo mandò Hadoram,*+ che era su quelli coscritti per i lavori forzati, ma i figli d’Israele lo colpirono con pietre,+ così che morì. E il re Roboamo stesso riuscì a salire sul suo carro per fuggire a Gerusalemme.+ 19  E gli israeliti hanno continuato la loro rivolta+ contro la casa di Davide fino a questo giorno.

Note in calce

Significa “fratello di Geova”. Ebr. ʼAchiyàhu.
“Ai tuoi dèi”: lett. “alle tue tende”. Ebr. leʼohalèikha. Uno dei Diciotto Emendamenti dei soferim. Si ritiene che il testo originale ebr. leggesse leʼlohèikha (da ʼelohìm, “dèi” o “Dio”), ma invertendo la l e la h, rispettivamente seconda e terza consonante della parola ebr. ʼelohìm, i soferim fecero in modo che il M leggesse “tende”. Vedi App. 2B.
“Adoniram” in 1Re 4:6; in 1Re 12:18, “Adoram”.