Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

La Bibbia online | TRADUZIONE DEL NUOVO MONDO DELLE SACRE SCRITTURE

2 Corinti 6:1-18

6  Operando insieme a lui,+ vi supplichiamo anche di non accettare l’immeritata benignità di Dio venendo meno al suo scopo.+  Poiché egli dice: “In un tempo accettevole ti ho udito, e in un giorno di salvezza ti ho aiutato”.+ Ecco, ora è il tempo particolarmente accettevole.+ Ecco, ora è il giorno della salvezza.+  In nessun modo noi diamo alcun motivo d’inciampo,+ affinché non si trovi da ridire sul nostro ministero;+  ma in ogni modo ci raccomandiamo+ come ministri* di Dio, in molta perseveranza, in tribolazioni, in casi di bisogno, in difficoltà,+  in percosse, in prigioni,+ in disordini, in fatiche, in notti insonni, in tempi senza cibo,+  in purezza, in conoscenza, in longanimità,+ in benignità,+ in spirito santo, in amore senza ipocrisia,+  in parola verace, in potenza di Dio;+ per mezzo delle armi+ della giustizia a destra e a sinistra,*  mediante gloria e disonore, mediante cattiva fama e buona fama; come ingannatori+ eppure veraci,  come essendo sconosciuti eppure essendo riconosciuti,+ come moribondi eppure, ecco, viviamo,+ come disciplinati+ eppure non consegnati alla morte,+ 10  come rattristati ma sempre rallegrandoci, come poveri ma rendendo ricchi molti, come non avendo nulla eppure possedendo ogni cosa.+ 11  La nostra bocca si è aperta per voi, corinti, il nostro cuore+ si è allargato. 12  Non siete alle strette in noi,+ ma siete alle strette nei vostri propri teneri affetti.+ 13  E in cambio come ricompensa — parlo come a figli+ — anche voi allargatevi. 14  Non siate inegualmente aggiogati* con gli increduli.+ Poiché quale associazione hanno la giustizia e l’illegalità?+ O quale partecipazione ha la luce con le tenebre?+ 15  Inoltre, quale armonia c’è fra Cristo e Belial?*+ O quale parte+ ha il fedele* con l’incredulo? 16  E quale accordo c’è fra il tempio* di Dio e gli idoli?+ Poiché noi siamo il tempio+ dell’Iddio vivente; come Dio disse: “Io risiederò fra loro+ e camminerò fra [loro], e sarò il loro Dio ed essi saranno il mio popolo”.+ 17  “‘Perciò uscite di mezzo a loro e separatevi’, dice Geova,* ‘e cessate di toccare la cosa impura’”;+ “‘e io vi accoglierò’”.+ 18  “‘E io vi sarò padre+ e voi mi sarete figli e figlie’,+ dice Geova* l’Onnipotente”.+

Note in calce

O, “servitori”. Gr. diàkonoi; lat. ministros (da minus, “meno”); J18,22(ebr.), kimsharethèh, “come ministri di”.
“A destra e a sinistra”: o, “per offesa e difesa”.
“Inegualmente aggiogati”: lett. “essendo diversamente aggiogati”.
“Belial”, Vg; P46אBC, “Beliar”; Syp, “Satana”.
O, “credente”.
O, “abitazione (dimora) divina”. Gr. naòi, dativo sing.; J17,18,22(ebr.), lehehkhàl, “al palazzo (tempio) di”.
Vedi App. 1D.
Vedi App. 1D.