Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

La Bibbia online | TRADUZIONE DEL NUOVO MONDO DELLE SACRE SCRITTURE

1 Re 5:1-18

5  E Hiram+ re di Tiro+ mandava i suoi servitori+ da Salomone, poiché aveva udito che lo avevano unto re in luogo di suo padre; poiché Hiram aveva sempre mostrato di amare* Davide.+  A sua volta Salomone mandò a dire a Hiram:+  “Tu stesso sai bene che Davide mio padre non poté edificare una casa al nome di Geova suo Dio a causa della guerra+ con la quale lo circondarono, finché Geova li pose sotto le piante dei suoi piedi.  E ora Geova mio Dio mi ha dato riposo tutt’intorno.+ Non c’è chi faccia resistenza,* e non accade nulla di male.+  Ed ecco, penso di edificare* una casa al nome di Geova mio Dio,+ proprio come Geova promise a Davide mio padre, dicendo: ‘Tuo figlio che porrò sul tuo trono in luogo tuo, egli è colui che edificherà la casa al mio nome’.+  E ora comanda che mi taglino cedri* dal Libano;+ e i miei servitori stessi saranno con i tuoi servitori, e ti darò il salario dei tuoi servitori secondo tutto ciò che tu dica, poiché tu stesso sai bene che fra noi non c’è nessuno che sappia tagliare alberi come i sidoni”.+  E avvenne che appena Hiram+ ebbe udito le parole di Salomone, si rallegrava grandemente, e diceva: “Benedetto+ è oggi Geova in quanto ha dato a Davide un figlio saggio+ su questo popolo numeroso!”+  Hiram mandò pertanto a dire a Salomone: “Ho udito ciò che mi hai mandato [a dire]. Da parte mia, farò tutto ciò che ti diletta in quanto al legname di cedro e al legname di ginepro.+  I miei servitori stessi li faranno scendere dal Libano+ al mare; e io, da parte mia, ne farò zattere [per portarli] per mare fino al luogo di cui mi manderai notizia;+ e là certamente li farò sciogliere, e tu, da parte tua, li trasporterai; e tu, da parte tua, farai ciò che mi diletta dando viveri alla mia casa”.+ 10  Hiram dava dunque a Salomone legname di cedro e legname di ginepro secondo tutto il suo diletto. 11  E Salomone, da parte sua, diede a Hiram ventimila cor+ di frumento come provviste di viveri per la sua casa e venti cor* di olio d’olive schiacciate.*+ Questo fu ciò che Salomone dava a Hiram di anno in anno.+ 12  E Geova, da parte sua, diede a Salomone sapienza, proprio come gli aveva promesso;+ e ci fu pace fra Hiram e Salomone, ed entrambi concludevano un patto. 13  E il re Salomone faceva salire quelli coscritti per i lavori forzati+ da tutto Israele; e quelli coscritti per i lavori forzati ammontarono a trentamila uomini. 14  E li mandava nel Libano in turni di diecimila al mese. Per un mese stavano nel Libano, per due mesi nelle loro case;+ e Adoniram+ era su quelli coscritti+ per i lavori forzati.+ 15  E Salomone aveva+ settantamila portatori di pesi+ e ottantamila tagliatori+ [di pietre] sul monte,+ 16  oltre ai delegati principeschi*+ di Salomone che erano sull’opera, tremilatrecento soprintendenti+ sul popolo che era attivo nell’opera. 17  Il re comandò pertanto che cavassero grandi pietre, pietre costose,+ per gettare le fondamenta+ della casa con pietre squadrate.+ 18  Così gli edificatori di Salomone e gli edificatori di Hiram e i ghebaliti+ tagliavano, e preparavano il legname e le pietre per edificare la casa.

Note in calce

O, “di essere amico di”.
“Chi faccia resistenza”: ebr. satàn; sir. satanaʼ, “colui che fa resistenza”; lat. Satan.
Lett. “dico [a me stesso] di edificare”.
O, “abeti”. Gr. xỳla, “alberi”.
Vedi nt. a 4:22, “cor”.
Cioè olio particolarmente pregiato e costoso ottenuto schiacciando o pestando le olive in un mortaio; a volte le olive venivano pigiate con i piedi.
Lett. “principi dei delegati”.