Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

La Bibbia online | TRADUZIONE DEL NUOVO MONDO DELLE SACRE SCRITTURE

1 Cronache 9:1-44

9  In quanto a tutti gli israeliti, furono registrati secondo la genealogia;+ ed ecco, sono scritti nel Libro dei Re d’Israele. E Giuda stesso fu portato in esilio+ a Babilonia* per la sua infedeltà.  E i primi abitanti che furono nel loro possedimento* nelle loro città furono gli israeliti,*+ i sacerdoti,+ i leviti+ e i netinei.*+  E a Gerusalemme+ dimorarono alcuni dei figli di Giuda+ e alcuni dei figli di Beniamino+ e alcuni dei figli di Efraim e di Manasse:  Utai figlio di Ammiud figlio di Omri figlio di Imri figlio di Bani, dei figli di Perez*+ figlio di Giuda.+  E dei siloniti,*+ Asaia il primogenito e i suoi figli.  E dei figli di Zera,+ Ieuel, e seicentonovanta loro fratelli.  E dei figli di Beniamino, Sallu figlio di Mesullam figlio di Odavia figlio di Assenua,  e Ibneia figlio di Ieroam, ed Ela figlio di Uzzi figlio di Micri, e Mesullam figlio di Sefatia figlio di Reuel figlio di Ibnia.  E i loro fratelli secondo i loro discendenti furono novecentocinquantasei. Tutti questi furono uomini che erano capi dei padri secondo la casa dei loro antenati. 10  E dei sacerdoti ci furono Iedaia e Ieoiarib e Iachin,+ 11  e Azaria+ figlio di Ilchia figlio di Mesullam figlio di Zadoc figlio di Meraiot figlio di Ahitub, conduttore* della casa del [vero] Dio, 12  e Adaia figlio di Ieroam figlio di Pasur figlio di Malchia, e Maasai figlio di Adiel figlio di Iazera figlio di Mesullam figlio di Mesillemit+ figlio di Immer, 13  e i loro fratelli, capi della casa dei loro antenati, millesettecentosessanta, uomini potenti e abili+ per l’opera del servizio della casa del [vero] Dio. 14  E dei leviti ci furono Semaia figlio di Assub figlio di Azricam figlio di Asabia+ dai figli di Merari; 15  e Bacbaccar, Eres e Galal, e Mattania+ figlio di Mica+ figlio di Zicri+ figlio di Asaf,+ 16  e Abdia figlio di Semaia+ figlio di Galal figlio di Iedutun,+ e Berechia figlio di Asa figlio di Elcana, che dimorava negli abitati dei netofatiti.+ 17  E i portinai+ erano Sallum+ e Accub e Talmon e Ahiman e il loro fratello Sallum, il capo, 18  e fino ad allora egli era stato alla porta del re+ ad est. Questi furono i portinai degli accampamenti dei figli di Levi.+ 19  E Sallum figlio di Core figlio di Ebiasaf+ figlio+ di Cora+ e i suoi fratelli della casa di suo padre, i coraiti,+ sull’opera del servizio, i guardiani della porta+ della tenda, e i loro padri sull’accampamento di Geova, i guardiani dell’entrata. 20  E Fineas+ figlio di Eleazaro+ era stato il conduttore* su di loro in passato. Geova fu con lui.+ 21  Zaccaria+ figlio di Meselemia era il portinaio dell’ingresso della tenda di adunanza. 22  Tutti quelli che furono scelti come portinai alle soglie furono duecentododici. Furono nei loro abitati+ secondo la loro registrazione genealogica.+ Davide+ e Samuele il veggente+ ordinarono* questi nel loro incarico di fiducia.+ 23  Ed essi e i loro figli erano [incaricati] sulle porte della casa di Geova, sì, della casa della tenda, per il servizio di guardia.+ 24  I portinai erano nelle quattro direzioni,* a est,+ a ovest,+ a nord+ e a sud.+ 25  E i loro fratelli nei loro abitati dovevano venire per sette+ giorni, di tempo in tempo, insieme a questi. 26  Poiché nell’incarico di fiducia c’erano quattro uomini potenti dei portinai. Erano leviti, e avevano l’incarico delle stanze da pranzo+ e dei tesori+ della casa del [vero] Dio. 27  E passavano la notte tutt’intorno alla casa del [vero] Dio; poiché il servizio di guardia+ era compito loro, ed erano incaricati della chiave, anche [di aprire]* di mattina in mattina.+ 28  E alcuni di loro erano incaricati degli utensili+ del servizio, poiché per numero li portavano dentro e per numero li portavano fuori. 29  E alcuni di loro erano uomini costituiti sugli utensili e su tutti i santi+ utensili e sul fior di farina+ e sul vino+ e sull’olio+ e sull’olibano+ e sull’olio di balsamo.+ 30  E alcuni dei figli dei sacerdoti facevano il miscuglio dell’unguento+ di olio di balsamo. 31  E Mattitia dei leviti, che era il primogenito di Sallum+ il coraita, aveva l’incarico di fiducia sulle cose cotte nelle padelle.+ 32  E alcuni dei figli dei cheatiti, loro fratelli, erano incaricati del pane in pile,+ per prepararlo di sabato in sabato.+ 33  E questi furono i cantori,+ i capi dei padri dei leviti nelle stanze da pranzo,+ quelli esentati da doveri;+ poiché di giorno e di notte avevano la responsabilità di essere al lavoro.+ 34  Questi furono i capi dei padri dei leviti secondo i loro discendenti, uomini principali. Questi furono quelli che dimorarono a Gerusalemme.+ 35  E a Gabaon+ dimorò Ieiel, padre di Gabaon. E il nome di sua moglie era Maaca. 36  E suo figlio, il primogenito, fu Abdon, e Zur e Chis e Baal e Ner e Nadab, 37  e Ghedor e Ahio e Zaccaria+ e Miclot. 38  In quanto a Miclot, generò Simeam. E furono realmente loro a dimorare di fronte ai loro fratelli a Gerusalemme insieme con i loro fratelli. 39  In quanto a Ner,+ generò Chis;+ Chis, a sua volta, generò Saul;+ Saul, a sua volta, generò Gionatan+ e Malchi-Sua+ e Abinadab+ ed Esbaal.+ 40  E il figlio di Gionatan fu Merib-Baal.+ In quanto a Merib-Baal, generò Mica.+ 41  E i figli di Mica furono Piton e Melec e Tarea [e Acaz].*+ 42  In quanto ad Acaz, generò Iara; Iara, a sua volta, generò Alemet e Azmavet e Zimri. Zimri, a sua volta, generò Moza. 43  In quanto a Moza, generò Binea e Refaia+ suo figlio, Eleasa suo figlio, Azel suo figlio. 44  E Azel ebbe sei figli, e questi furono i loro nomi: Azricam, Bocheru e Ismaele e Searia e Abdia e Hanan. Questi furono i figli di Azel.+

Note in calce

“Babilonia”, LXXVg; MSy, “Babele”.
O, “nella loro proprietà terriera”.
O, “furono Israele”.
“E i netinei (schiavi del tempio)”: lett. “e quelli dati”. Ebr. wehanNethinìm. Cfr. nt. a Nu 3:9.
“Figlio di Bani, dei figli di Perez”, LXXquattro mss.Vg.
“Siloniti”: non gli abitanti di Silo, ma i discendenti del terzo figlio di Giuda, Sela. Vedi Ge 46:12.
‘Conduttore (condottiero) di’: ebr. neghìdh; lat. pontifex, “sommo sacerdote”.
“Conduttore (condottiero)”: ebr. naghìdh; lat. dux.
Lett. “stabilirono”.
Lett. “ai quattro venti”.
“Di aprire”, inserito per completare il senso; i LXX leggono: “di aprire le porte del tempio”.
“E Tarea e Acaz”, LXXLVgc; M, “e Tarea”.