Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

La Bibbia online | TRADUZIONE DEL NUOVO MONDO DELLE SACRE SCRITTURE

1 Cronache 5:1-26

5  E i figli di Ruben+ primogenito d’Israele — poiché era il primogenito;+ ma per aver profanato il giaciglio di suo padre+ il suo diritto di primogenito fu dato ai figli di Giuseppe+ figlio d’Israele, così che non si dovette registrare secondo la genealogia per il diritto del primogenito.  Poiché Giuda+ stesso mostrò d’essere superiore tra i suoi fratelli, e il condottiero era da lui;+ ma il diritto di primogenito era di Giuseppe+ —  i figli di Ruben primogenito d’Israele furono Anoc+ e Pallu,+ Ezron e Carmi.+  I figli di Gioele furono Semaia suo figlio, Gog suo figlio, Simei suo figlio,  Mica suo figlio, Reaia suo figlio, Baal suo figlio,  Beera suo figlio, che Tilgat-Pilneser+ re d’Assiria portò in esilio, essendo egli un capo principale dei rubeniti.  E i suoi fratelli secondo le loro famiglie nella registrazione genealogica+ secondo i loro discendenti furono, come capo, Ieiel, e Zaccaria,  e Bela figlio di Azaz figlio di Sema figlio di Gioele:+ egli dimorava ad Aroer+ e fino a Nebo+ e Baal-Meon.+  Anche ad est egli dimorò fin dove si entra nel deserto presso il fiume Eufrate,+ poiché il loro bestiame stesso era divenuto numeroso nel paese di Galaad.+ 10  E ai giorni di Saul fecero guerra agli agareni,+ che caddero per mano loro; e dimorarono dunque nelle loro tende per tutto il paese ad est* di Galaad. 11  In quanto ai figli di Gad+ di fronte a loro, dimorarono nel paese di Basan+ fino a Saleca.+ 12  Gioele era il capo, e Safam il secondo, e Ianai e Safat in Basan. 13  E i loro fratelli appartenenti alla casa dei loro antenati furono Michele e Mesullam e Seba e Iorai e Iacan e Zia ed Eber, sette. 14  Questi furono i figli di Abiail figlio di Huri figlio di Iaroa, figlio di Galaad, figlio di Michele, figlio di Iesisai, figlio di Iado, figlio di Buz; 15  Ahi figlio di Abdiel, figlio di Guni, capo della casa dei loro antenati. 16  E continuarono a dimorare in Galaad,+ in Basan+ e nelle sue borgate dipendenti+ e in tutti i pascoli di Saron fino ai loro termini. 17  Furono tutti registrati secondo la genealogia ai giorni di Iotam+ re di Giuda e ai giorni di Geroboamo*+ re d’Israele. 18  In quanto ai figli di Ruben e ai gaditi e alla mezza tribù di Manasse, di quelli che erano uomini valorosi,+ che portavano scudo e spada e tendevano l’arco* ed erano addestrati alla guerra, ci furono quarantaquattromilasettecentosessanta che andavano alle armi.+ 19  E facevano guerra agli agareni,+ e a Ietur+ e a Nafis+ e a Nodab. 20  E furono aiutati contro di essi, così che gli agareni e tutti quelli che erano con loro furono dati in mano loro, poiché invocarono l’aiuto di Dio+ nella guerra, ed egli si lasciò supplicare a loro favore perché confidarono in lui.+ 21  E catturavano il loro bestiame:+ i loro cammelli, cinquantamila; e pecore, duecentocinquantamila; e asini, duemila; e anime umane,* centomila.+ 22  Poiché molti erano caduti uccisi, perché il combattimento era da parte del [vero] Dio.+ E continuarono a dimorare nel loro luogo fino al tempo dell’esilio.+ 23  In quanto ai figli della mezza tribù di Manasse,+ dimorarono nel paese da Basan+ a Baal-Ermon+ e a Senir+ e al monte Ermon.+ Essi stessi divennero numerosi. 24  E questi furono i capi della casa dei loro antenati: Efer e Isi ed Eliel e Azriel e Geremia e Odavia e Iadiel, uomini potenti e valorosi, uomini di fama,* capi della casa dei loro antenati. 25  E agivano con infedeltà verso l’Iddio dei loro antenati e avevano rapporti immorali+ con gli dèi+ dei popoli del paese, che Dio aveva annientato d’innanzi a loro. 26  Di conseguenza l’Iddio d’Israele eccitò lo spirito+ di Pul+ re d’Assiria+ e lo spirito di Tilgat-Pilneser+ re d’Assiria, così che portò in esilio+ quelli dei rubeniti e dei gaditi e della mezza tribù di Manasse e li condusse ad Ala+ e ad Abor e ad Hara e al fiume Gozan [perché vi restassero] fino a questo giorno.*

Note in calce

Lett. “per tutta la faccia dell’est”.
Cioè Geroboamo II. Vedi 2Re 14:16-29.
Lett. “calcavano l’arco”, in quanto spesso piantavano con forza il piede contro la parte centrale dell’arco.
Lett. “e anima d’uomo (del genere umano)”. Ebr. wenèfesh ʼadhàm; lat. et animas hominum.
Lett. “uomini di nomi”.
LXXBagsterSyVg fanno terminare qui il capitolo 5; MLXX continuano fino al v. 41.