Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Testimoni di Geova

Italiano

27 LUGLIO 2017
RUSSIA

La Russia agisce per dichiarare “estremista” la Bibbia

La Russia agisce per dichiarare “estremista” la Bibbia

AGGIORNAMENTO: Il tribunale della città di Vyborg ha rinviato l’udienza al 9 agosto 2017.

Il 28 luglio 2017, nel tribunale della città di Vyborg, riprenderà l’udienza per determinare se la Traduzione del Nuovo Mondo delle Sacre Scritture in russo, edita dai Testimoni di Geova, è “estremista”. L’udienza era stata rinviata nell’aprile 2016; il giudice aveva accolto l’istanza del procuratore dei trasporti della Stazione Finlandia perché fosse effettuata una “perizia” che dichiarasse “estremista” la Traduzione del Nuovo Mondo.

Dopo diversi rinvii, il 22 giugno 2017 la perizia è stata completata e sottoposta all’attenzione del tribunale. Come i Testimoni avevano previsto, la perizia appoggia la tesi secondo cui la Bibbia in questione è una pubblicazione “estremista”. Sostiene che la Traduzione del Nuovo Mondo “non è una Bibbia”; questo è un palese tentativo di aggirare la legge contro le attività estremiste, che vieta di dichiarare estremisti i testi sacri, come la Bibbia. Inoltre le conclusioni della “perizia” si basano su motivazioni teologiche. I periti contestano la scelta della Traduzione del Nuovo Mondo di usare il nome “Geova” per rendere il Tetragramma * e asseriscono falsamente che il testo sia stato alterato per sostenere le dottrine dei Testimoni.

^ par. 3 Il Tetragramma è il nome di Dio in ebraico. È rappresentato da quattro lettere (יהוה), traslitterate YHWH o JHVH, e nelle Scritture Ebraiche ricorre quasi 7.000 volte.