Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Testimoni di Geova

Italiano

31 LUGLIO 2014
RUSSIA

Il tribunale di Taganrog condanna 7 testimoni di Geova per l’esercizio della loro fede

Il tribunale di Taganrog condanna 7 testimoni di Geova per l’esercizio della loro fede

Il 30 luglio 2014, il tribunale della città di Taganrog ha condannato 7 dei 16 Testimoni sotto processo per aver organizzato pacifiche riunioni religiose e per avervi preso parte. Il procedimento penale a loro carico è stato avviato per il semplice fatto che svolgono la stessa attività religiosa che i Testimoni di Geova compiono in tutto il mondo. Questa condanna stabilisce un pericoloso precedente nel limitare la libertà religiosa dei Testimoni di Geova in tutta la Russia.

La sentenza era prevista per il 28 luglio 2014, ma è stata rinviata al giorno seguente. Il giudice ha impiegato tutta la giornata del 29 e la mattinata del 30 luglio per leggere la sentenza di 100 pagine. Quattro anziani di congregazione sono stati condannati a scontare tra i cinque e i cinque anni e mezzo di detenzione e a pagare una multa di 100.000 rubli (2.100 euro circa). A ciascuno degli altri tre Testimoni sono state imposte sanzioni che vanno dai 50.000 ai 60.000 rubli (dai 1.000 ai 1.300 euro circa). Visto che le indagini e il processo hanno superato il termine di prescrizione, il giudice ha fatto decadere le multe e ha sospeso le pene detentive. I restanti nove Testimoni sono stati assolti.

Nel formulare la sua decisione, il giudice si è basato sulla sentenza del settembre 2009 del tribunale regionale di Rostov con la quale è stata sciolta l’associazione locale dei Testimoni di Geova di Taganrog. Nonostante tale sentenza si applichi solo all’ente legale, il giudice ha stabilito che le attività religiose di tutti i Testimoni di Taganrog e dei distretti vicini siano vietate.

Durante il processo durato 15 mesi, gli imputati hanno dichiarato in tribunale che non rinunceranno alla propria fede e che continueranno le loro attività di culto come Testimoni di Geova. Data la loro ferma decisione, i fratelli condannati rischiano di essere incarcerati come recidivi.

Viktor Ženkov, uno degli avvocati che ha seguito il caso, ha detto: “Temo le conseguenze della sentenza per i Testimoni di Geova in Russia. Le forze dell’ordine di Taganrog e di tutta la nazione possono ora usare questa sentenza in una campagna propagandistica per continuare ad attaccare e a perseguitare i Testimoni di Geova, che corrono il serio rischio di essere incarcerati semplicemente per l’esercizio della loro fede”.

I Testimoni di Taganrog ricorreranno in appello al tribunale regionale di Rostov.