Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Testimoni di Geova

Italiano

7 APRILE 2016
RUSSIA

Le autorità russe minacciano di chiudere la sede nazionale dei Testimoni

Le autorità russe minacciano di chiudere la sede nazionale dei Testimoni

L’Ufficio del Procuratore Generale della Federazione Russa ha emanato una diffida formale contro il Centro Amministrativo dei Testimoni di Geova in Russia contestandone le attività religiose, le stesse attività pacifiche che i Testimoni svolgono in tutto il mondo. La diffida, datata 2 marzo 2016 e firmata dal viceprocuratore Viktor Jakovlevič Grin’, bolla il culto dei Testimoni di Geova come “attività estremista” e ordina al Centro di sospendere tutte le “violazioni” entro due mesi, pena la chiusura della loro sede nazionale.

Questo attacco non è altro che il culmine di un’aggressiva campagna sponsorizzata dal governo. È dal 2007 che le autorità russe applicano impropriamente al culto dei Testimoni di Geova la normativa sulle attività estremiste, sciogliendo in diverse località i loro enti legali religiosi e vietando numerose pubblicazioni religiose.