Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Testimoni di Geova

Italiano

ISRAELE

Panoramica su Israele

Panoramica su Israele

I Testimoni di Geova sono presenti nel territorio del moderno Israele dal 1920, e in genere godono di libertà religiosa. Nel 1963 e nel 2000, il governo ha riconosciuto gli enti giuridici usati dai Testimoni di Geova per svolgere le loro attività religiose. I Testimoni hanno chiesto il riconoscimento ufficiale come comunità religiosa nel 2000 e nel 2014, ma la loro domanda è ancora in attesa di risposta.

In Israele la legge concede a tutti i gruppi religiosi il diritto di professare pubblicamente le proprie convinzioni religiose. Tuttavia, gruppi religiosi ebrei ultraortodossi si oppongono alle attività religiose dei Testimoni di Geova, arrivando a compiere contro i Testimoni atti di violenza e soprusi motivati dall’odio religioso.

Questi gruppi ultraortodossi a volte sono riusciti a influenzare le autorità governative perché negassero ai Testimoni i loro diritti, tra cui quello di radunarsi. Quando le amministrazioni comunali hanno annullato alcuni eventi organizzati dai Testimoni presso edifici pubblici presi in affitto, i Testimoni si sono rivolti ai tribunali. Il Tribunale distrettuale di Haifa (nel 2007) e la Corte Suprema (nel 2015) hanno riconosciuto che le amministrazioni comunali hanno discriminato i Testimoni per motivi religiosi. I tribunali hanno sostenuto il diritto dei Testimoni di radunarsi pacificamente senza subire vessazioni. Eppure, gli atti discriminatori contro i Testimoni di Geova continuano a essere fonte di crescente preoccupazione.