Il 25 ottobre 2016 il presidente del Turkmenistan ha concesso l’amnistia a oltre 1.500 detenuti. Tuttavia non hanno beneficiato di questo provvedimento né Bahram Hemdemov né Mansur Maşaripov, due testimoni di Geova imprigionati nella colonia penale LBK-12, presso Seydi.

Hemdemov è in carcere dal marzo 2015 per aver tenuto una pacifica riunione religiosa nella propria casa a Türkmenabat. Un tribunale del Turkmenistan lo ha condannato a quattro anni di prigione per presunta attività religiosa illegale. Maşaripov, arrestato ad Asgabat nel giugno 2016 dietro false accuse, deve scontare un anno di carcere. Le famiglie di questi due uomini e i testimoni di Geova di tutto il mondo sono dispiaciuti che non siano stati liberati, ma sperano che questo avvenga quando verrà concessa la prossima amnistia.