La Corte Suprema della Russia ha sospeso l’udienza di oggi dopo aver esaminato le istanze e aver ascoltato i vari interventi nel procedimento per proscrivere le attività dei Testimoni di Geova. La richiesta, presentata dal Ministero della Giustizia, ha come obiettivo quello di far “dichiarare estremista l’associazione religiosa, cioè il Centro Amministrativo dei Testimoni di Geova, scioglierla e proscrivere le sue attività”. La Corte si riunirà nuovamente il 6 aprile 2017 alle ore 14:00.

Mark Sanderson, membro del Corpo Direttivo dei Testimoni di Geova che ha assistito all’udienza, ha dichiarato: “È sconcertante che la Corte Suprema abbia negato e respinto la maggior parte delle richieste avanzate dal Centro Amministrativo. I rappresentanti di molte ambasciate e organizzazioni per i diritti umani erano presenti all’udienza. Il mondo sta osservando”.